282 CONDIVISIONI
23 Settembre 2021
21:27

Letta dopo il sequestro dell’inchiesta di Fanpage.it: “Solidarietà alla redazione, non vi fermate”

Anche il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, si unisce al coro di solidarietà alzatosi dopo la notizia del decreto del Gip di Roma che ha ordinato il sequestro preventivo tramite oscuramento dell’inchiesta di Fanpage.it Follow the money. “Solidarietà piena a Fanpage e a Francesco Cancellato – ha scritto su Twitter il segretario del Pd rivolgendosi alla redazione e al direttore – Non vi fermate”.
A cura di Tommaso Coluzzi
282 CONDIVISIONI

Dopo le reazioni e i commenti arrivati personalmente da un folto gruppo dei parlamentari del Partito Democratico, in serata anche il segretario dem Enrico Letta ha voluto manifestare la sua solidarietà dopo il sequestro preventivo tramite l'oscuramento, ordinato dal Gip di Roma, dell'inchiesta di Fanpage.it Follow the money, incentrata sulla figura dell'ex sottosegretario Claudio Durigon e sui fondi della Lega. "Solidarietà piena a Fanpage e a Francesco Cancellato – ha scritto su Twitter il segretario del Pd rivolgendosi alla redazione e al direttore – Non vi fermate". Il commento dell'ex presidente del Consiglio arriva dopo un pomeriggio in cui in molti hanno annunciato che presenteranno interrogazioni parlamentari rivolte alla ministra della Giustizia, Marta Cartabia.

Tra gli altri, nel pomeriggio, è arrivata la solidarietà anche della capogruppo al Senato del Partito Democratico: "L'oscuramento preventivo sembra misura molto vicina alla censura – ha scritto su Twitter Simona MalpezziUn attacco alla libertà di stampa e al diritto di cronaca preoccupante". Sulla stessa linea anche un'altra senatrice, Monica Cirinnà: "L'oscuramento dell'inchiesta di Fanpage su Durigon e la Lega ha un solo nome, si chiama censura – ha twittato – La libertà di stampa è un principio costituzionalmente tutelato e va rispettato. Si tratta chiaramente di una decisione che va contro i principi della nostra Carta".

"La decisione del Tribunale di Roma di autorizzare il sequestro dell'inchiesta di Fanpage legata alle imprese dell'ex sottosegretario leghista Durigon non è accettabile perché colpisce il diritto di cronaca e la libertà di informazione", ha commentato il deputato del Pd Walter Verini, coordinatore in Antimafia del Comitato per la tutela dei giornalisti minacciati. "Se è giusto e necessario che coloro che si sentono diffamati reagiscano e tutelino la propria reputazione, non è giusto colpire il giornalismo d'inchiesta – ha continuato – Questa decisione ne segue altre, analogamente rischiose, che mettevano in discussione il principio della tutela delle fonti dei giornalisti, altro caposaldo della libertà di informazione. Occorre far sentire vicinanza agli organi di informazione e ai giornalisti interessati e allo loro insostituibile funzione democratica e civile".

282 CONDIVISIONI
Movimento 5 Stelle dopo l'inchiesta di Fanpage.it: "Magistratura faccia luce e Fidanza si dimetta"
Movimento 5 Stelle dopo l'inchiesta di Fanpage.it: "Magistratura faccia luce e Fidanza si dimetta"
Il M5s al Parlamento europeo chiede le dimissioni di Carlo Fidanza dopo l'inchiesta di Fanpage.it
Il M5s al Parlamento europeo chiede le dimissioni di Carlo Fidanza dopo l'inchiesta di Fanpage.it
Lobby nera, Meloni sull'inchiesta di Fanpage.it: "Finché non avrò le 100 ore non ho nulla da dire"
Lobby nera, Meloni sull'inchiesta di Fanpage.it: "Finché non avrò le 100 ore non ho nulla da dire"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni