Alternativa Popolare di Angelino Alfano si tira indietro e cerca di rimandare l'approvazione della legge sullo Ius Soli. Stando alle dichiarazioni appena pronunciate dal fondatore di Ap e ministro degli Esteri, infatti, sembra netta l'intenzione di procedere con un rinvio: "Una cosa giusta fatta al momento sbagliato può diventare una cosa sbagliata, un regalo alla Lega", ha dichiarato Angelino Alfano al termine della direzione di partito. Insomma, traducendo, il titolare del Viminale nonché fondatore di uno dei partiti in maggioranza attraverso le sue dichiarazioni sembra suggerire agli altri alleati in maggioranza di governo, il Pd in primis, di rimandare l'approvazione dello Ius Soli per non incorrere nel pericolo di regalare voti alla Lega Nord di Matteo Salvini.

Dello stesso avviso è il neo-coordinatore di Ap ed ex ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi: "Sullo Ius soli riteniamo che ci sono delle proposte necessarie di miglioramento da fare. A sei mesi dalla conclusione della legislatura è un errore creare la guerriglia in Parlamento. Per noi la questione è chiusa, se ne riparla alla prossima legislatura". Insomma, secondo Ap i tempi non sarebbero maturi e un eventuale dietrofront del partito di Alfano metterebbe a serio rischio l'approvazione dello Ius Soli, essendo i numeri della maggioranza di governo molto risicati al Senato.

"Se Pd e sinistre ritengono non ci sia materia più urgente da discutere in Parlamento, occupiamoci pure di cittadinanza! Ma per rendere più restrittiva la legge vigente e semmai per introdurre norme che revochino la cittadinanza italiana a chi non la merita. Lo ius soli è invece una follia, ancor più in questo particolare momento storico. Il Pd se lo metta in testa. La cittadinanza non si regala, si conquista. Insistono con le loro proposte sbagliate? Ammesso che riuscissero con artifici e alchimie ad approvare questa legge, li travolgeremo nel Paese con la forza della democrazia attraverso un referendum popolare. Facciano quel che vogliono e si scavino pure la fossa. Faremo della cittadinanza che il Pd vuol regalare agli immigrati il tema centrale della nostra campagna elettorale", è invece la posizione del senatore forzista Maurizio Gasparri.