703 CONDIVISIONI
13 Aprile 2022
11:40

Fisco, Salvini e Tajani da Draghi: “Nessuno pagherà un euro in più di tasse”

I leader delle forze di centrodestra che sostengono il governo sono stati ricevuti a Palazzo Chigi dal premier Mario Draghi per discutere della delega fiscale.
A cura di Annalisa Cangemi
703 CONDIVISIONI

Dopo gli scontri dei giorni scorsi il centrodestra nella maggioranza ha incontrato il presidente del Consiglio Mario Draghi, per discutere della delega fiscale e per opporsi a un eventuale aumento di tasse. Al termine della riunione del centrodestra di governo e prima del vertice a Palazzo Chigi, Matteo Salvini aveva ribadito la "determinazione a difendere casa e risparmi". Ma fonti della Lega hanno assicurato che non c'è "Nessuna volontà di rottura, come ha ripetuto agli alleati, ma massima disponibilità a trovare una soluzione".

L'incontro è durato poco più di un'ora. Al vertice hanno partecipato per la Lega il segretario Salvini, insieme ai capigruppo di Camera e Senato, il coordinatore nazionale del FI Antonio Tajani, con i capigruppo azzurri di Montecitorio e Palazzo Madama, il presidente di Noi con l'Italia, Maurizio Lupi, il segretario dell'Udc, Lorenzo Cesa, e il capogruppo alla Camera di Coraggio Italia, Marco Marin.

Tajani e Salvini hanno giudicato positivo l'incontro. "Abbiamo ribadito l'importanza di non alzare tasse. È stato un incontro positivo. I tecnici si siederanno al tavolo per sistemare delle proposte. Ci rivedremo dopo Pasqua con il presidente del Consiglio e pensiamo che si possa chiudere positivamente" e si possa trovare "una soluzione", ha detto coordinatore di FI, aggiungendo che se si trova un accordo non serve la fiducia sulla legge delega sul fisco.

"Il nostro obiettivo è risolvere, abbiamo trovato ampia disponibilità da parte del presidente Draghi. Subito dopo Pasqua si arriva in Parlamento chiarendo definitivamente che non ci saranno aumenti di tasse sulla casa, sugli affitti, sui titoli di Stato e sui risparmi. È stato un incontro positivo, distensivo, nelle prossime ore si lavora e si risolvono i problemi. L'importante è che non ci sarà un euro in più di tasse, anzi bisogna restituire soldi agli italiani", ha ribadito Salvini.

Il Partito Democratico ha criticato duramente l'iniziativa: "Oggi il centrodestra che sostiene Draghi fa propaganda e va a protestare su questioni su cui Draghi ha già chiarito tutto il chiaribile. Noi incontriamo sindacati e imprese perché per noi la priorità è un prossimo intervento a sostegno dei salari, contro inflazione e carovita", ha twittato Enrico Letta.

"L'intermezzo del centrodestra sul fisco è alle battute finali. Hanno inventato il tema delle tasse per ritagliarsi quindici minuti di celebrità. Resta il fatto che indebolire il governo in questa fase è molto discutibile", ha commentato il senatore Pd Andrea Marcucci.

703 CONDIVISIONI
Salvini:
Salvini: "Se il governo non taglia le tasse e non toglie la Fornero è complicato starci"
Draghi il più apprezzato sui social, poi Conte e Meloni: Letta e Salvini ultimi tra i leader
Draghi il più apprezzato sui social, poi Conte e Meloni: Letta e Salvini ultimi tra i leader
Il governo Draghi logora chi lo sostiene: così Salvini e Conte si sono incartati da soli
Il governo Draghi logora chi lo sostiene: così Salvini e Conte si sono incartati da soli
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni