1.097 CONDIVISIONI
Elezioni del Presidente della Repubblica 2022
6 Dicembre 2021
15:25

Elezione Presidente della Repubblica, Prodi si chiama fuori: tutti i nomi in ballo per il Quirinale

Prodi si chiama fuori dalla corsa al Quirinale. Resta una lunga lista di nomi per l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica: da Draghi a Berlusconi.
A cura di Tommaso Coluzzi
1.097 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni del Presidente della Repubblica 2022

In corsa non c'è mai stato, a suo dire, Romano Prodi. L'elezione del prossimo Presidente della Repubblica si avvicina, ma le nubi sul futuro del Quirinale non sembrano minimamente diradarsi. Certo è che quasi mai si è saputo in anticipo il nome del nuovo capo dello Stato, ma è anche vero che la lista di papabili è veramente lunga. Tra questi c'era l'ex presidente del Consiglio, fino a ieri, quando lui stesso si è chiamato fuori: "Già ero fuori corsa – ha commentato Prodi a Mezz'ora in più su Rai 3 – La mia maestra elementare mi ha insegnato a contare. Non è cosa, si dice. Ho già detto le ragioni, l'età, che sto benissimo così e l'ultima è quella del realismo politico. Se un uomo politico ha un minimo di saggezza, deve rendersi conto".

La lista, però, è ancora lunga. E Prodi, che non è stato eletto quando l'equilibrio del Parlamento sembrava molto più favorevole ad una figura come la sua, difficilmente avrebbe avuto qualche chance. Chi continua a sperare è Silvio Berlusconi, che ha un piano per provare a diventare il prossimo Presidente della Repubblica. Il leader di Forza Italia sembrerebbe aver convinto i due alleati di coalizione, Meloni e Salvini, e dovrebbe poter contare su buona parte dei delegati regionali che arriveranno in quota centrodestra. Al momento, conti alla mano, i numeri sono risicati per provarci, ma lui non ha intenzione di demordere.

C'è l'ipotesi che – finalmente – si parli di una Presidente della Repubblica. In corsa c'è sicuramente Marta Cartabia, attuale ministra della Giustizia, ma anche Emma Bonino. Troppo anziana Liliana Segre, difficile possa essere Rosy Bindi. Defilata Paola Severino. Poi c'è il piano B di Berlusconi: l'attuale presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati. Tra gli uomini c'è sempre in corsa Giuliano Amato, insieme a Paolo Gentiloni – che difficilmente lascerebbe l'incarico nella Commissione europea – e Pier Ferdinando Casini. In testa a tutti i sondaggi, però, c'è sempre lui: Mario Draghi. Questa resta la vera nube sul Quirinale, perché difficilmente si troverebbe una nuova quadra con un governo semitecnico – o di alto profilo, come preferite – come quello che sta guidando l'ex presidente della Bce. Nel bel mezzo della messa a terra del Piano nazionale di ripresa e resilienza quest'ipotesi continua a sembrare difficilmente percorribile. Mattarella, intanto, continua a ribadire in ogni occasione possibile che lui, al Quirinale, vuole dire addio a gennaio. Niente bis, insomma. Salvo sorprese.

1.097 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni