Il ddl Pillon viene accantonato, almeno per il momento. Discussione rinviata e nuovo testo base in arrivo. Il compito di redigerlo, mettendo insieme tutti i testi finora presentati sul tema dell'affido, spetterà sempre al senatore leghista Simone Pillon. Intanto, però, la commissione Giustizia di Palazzo Madama ha rinviato la discussione del disegno di legge, probabilmente a settembre. Prima è arrivata la frenata del Movimento 5 Stelle, che parla di disegno di legge superato, poi la richiesta del Pd di ritirare il testo leghista. Alla fine è arrivato un accordo: è stato votato il mandato al relatore per presentare un testo unificato, che tenga insieme sei diversi testi.

Il compito di unificare i sei provvedimenti spetterà allo stesso Pillon: “Oggi stesso mi metterò al lavoro perché si arrivi il prima possibile a dare risposte concrete alle famiglie. Voglio fare presto e bene perché le famiglie hanno aspettato fin troppo tempo. Questa riforma è stata lungamente attesa”. Pillon non si preoccupa del rinvio della discussione del provvedimento: “Si era prospettata una fase di ostruzionismo che è stata superata con la decisione presa all'unanimità dai gruppi parlamentari. Una decisione responsabile. Non si possono fare steccati ideologici sui diritti dei bambini, le contrapposizioni le faremo su altro. Su questo tema mi piacerebbe che si continuasse a lavorare con reciproco rispetto”.

In tarda mattinata era stato il Movimento 5 Stelle ad annunciare il superamento del ddl Pillon, aspramente criticato dalle opposizioni e che molti dubbi aveva suscitato anche nel Movimento 5 Stelle: “Il ddl Pillon è superato – affermano Alessandra Riccardi e Matteo Cruciani – si lavora ad un testo unificato”. Secondo i due senatori M5s si tratta “di un’occasione per togliere tutte le storture presenti  in tutti i provvedimenti e arrivare a una modifica condivisa. Ma finché non c’è pieno accordo il testo unificato non verrà depositato”. Secondo Cruciani l’esigenza di una riforma sul tema degli affidi condivisi “è reale. Abbiamo fatto oltre 100 audizioni e abbiamo focalizzato i problemi dei testi e siamo in una fase di discussione con il collega Pillon e con la Lega per provare a superarli. Quello che è certo è che i famoso testo Pillon è ormai in fase di superamento”.