Il Partito Democratico ha appena annunciato che la direzione del partito è convocato per domani pomeriggio. Sono ore frenetiche quelle vissute all'interno del Pd e del M5S, mentre si decidono le sorti del prossimo governo, che dovrebbe traghettare l'Italia fino alla fine naturale della legislatura. Matteo Renzi nella sua ultima enews torna a parlare della crisi di governo, sottolineando l'urgenza del raggiungimento di un'intesa tra Zingaretti e di Maio, che potrebbe dar vita al governo giallo rosso, guidato anche dal presidente del Consiglio dimissionario Giuseppe Conte"È stato un mese di agosto folle per la politica italiana – ha aggiunto l'ex segretario dem – Matteo Salvini ha lanciato la sua offensiva per ottenere ‘i pieni poteri' e ha preteso di andare a elezioni anticipate, organizzando un tour in spiaggia per aumentare il consenso. Qualcuno di noi gli ha detto ‘No'. Non può essere il ministro dell'Interno a decidere come, quando e perché si vota. E soprattutto non si può chiedere agli italiani di pagare il conto delle ambizioni personali di Salvini. Non permetteremo che aumenti l'IVA, non consentiremo che aumentino le tasse". 

"Adesso la crisi di governo è nelle mani dei segretari di partito. Io come tutti auspico che prevalgano la saggezza e la responsabilità, da parte di tutti. Dire ‘prima gli italiani' oggi significa dire: mettiamo a posto i conti e garantiamo un governo", ha affermato il senatore Pd.

"L'Europa deve cambiare linea economica, adesso. La Germania vede arrivare la crisi: il modello basato solo sullexport non basta più. La Brexit rischia di essere un disastro per tutti. Lo scontro Usa-China ci vede solo spettatori. Ora è il momento: più investimenti e meno austerity. Se lItalia manda a casa i sovranisti, può tornare a giocare un ruolo da protagonista. Questo è il momento. Perdere questa occasione sarebbe folle". 

E sempre nella sua newsletter Renzi ha diffuso le date per la prossima Leopolda: "Il conto alla rovescia per la decima edizione della Leopolda è già partito. Vi aspettiamo dal 18 al 20 ottobre".