Elezioni Comunali 2022
27 Giugno 2022
08:15

Chi ha vinto i ballottaggi delle elezioni comunali

I ballottaggi delle elezioni amministrative si sono conclusi con diversi colpi di scena – su tutti Verona e Catanzaro – e in generale si può dire che abbia vinto il centrosinistra più del centrodestra, per via delle diverse posizioni da cui arrivavano all’appuntamento.
A cura di Tommaso Coluzzi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni Comunali 2022

Due settimane dopo il primo turno di elezioni amministrative, contraddistinto da una netta vittoria del centrodestra e da una serie di strascichi e conseguenze – una su tutte l'esplosione definitiva della crisi del Movimento 5 Stelle e la conseguente scissione targata Di Maio -, i ballottaggi hanno raccontato evidentemente un'altra storia. Damiano Tommasi vince a Verona, dove tutti dicevano di crederci ma nessuno ci credeva veramente, ma il centrosinistra ribalta – con enorme sorpresa – la situazione a Catanzaro e si conferma a valanga a Parma. E ancora: Alessandria, Monza e Piacenza vanno al centrosinistra, Barletta, Lucca e Frosinone al centrodestra. Cuneo al centrosinistra e Gorizia al centrodestra.

Partiamo da Verona, dove c'è stata la vittoria simbolo del centrosinistra – e sconfitta simbolo del centrodestra – in questa tornata di elezioni comunali: Damiano Tommasi ha vinto con il 53,40%, contro il 46,60% di Federico Sboarina. È pesata senz'altro la spaccatura nel centrodestra, con Forza Italia che ha sostenuto l'ex sindaco Tosi e Sboarina che ha rifiutato l'apparentamento, ma è stata anche una delle città in cui il centrosinistra si è presentato davvero unito, dal Movimento 5 Stelle ad Azione.

A Catanzaro, invece, c'è stato un vero e proprio ribaltone: ha vinto Nicola Fiorita, candidato del centrosinistra, con il 58,24%, contro il 41,76% di Valerio Donato, candidato del centrodestra (sostenuto al secondo turno anche da Fratelli d'Italia). Fiorita ha preso 17.823 voti contro i 12.778 di Donato. Per capirci: al primo turno Fiorita ne aveva ottenuti 14.966 e Donato 20.768. Nel giro di due settimane i voti del candidato di centrodestra si sono praticamente dimezzati.

A Parma il candidato del centrosinistra Michele Guerra ha stravinto con il 66,19% contro il 33,81% del candidato di centrodestra Pietro Vignali. Stesso discorso a Piacenza, dove la candidata di centrosinistra Katia Tarasconi – qui senza Movimento 5 Stelle – ha preso il 53,46%, sconfiggendo la candidata di centrodestra Patrizia Barbieri che si è fermata al 46,54%. Vince il centrosinistra anche a Monza, dove Paolo Pilotto ha preso il 51,21%, superando il candidato di centrodestra Dario Allevi – al 48,79% – di poco meno di mille voti.

A Lucca gli apparentamenti del candidato di centrodestra Mario Pardini – alcuni dei quali molto discussi nei giorni scorsi – hanno senz'altro dato i loro frutti: ha vinto con il 51,03%, ribaltando il risultato del primo turno e battendo di meno di settecento voti il candidato di centrosinistra Francesco Raspini, che si è fermato al 48,97%. A Carrara stravince il centrosinistra: Serena Arrighi ottiene il 57,79% contro il 42,21% del candidato di centrodestra Simone Caffaz.

A Frosinone vince il centrodestra con Riccardo Mastrangeli – che raccoglie il 55,32% dei voti – contro Domenico Marzi del centrosinistra che si ferma al 44,68%. Vittoria schiacciante del centrodestra anche a Barletta, dove Cosimo Cannito ha preso il 65,03% dei voti, lasciando a Santa Scommegna del centrosinistra appena il 34,97%.

Ad Alessandria vince il centrosinistra con Giorgio Abonante, che stacca il suo avversario di centrodestra Gianfranco Cuttica Di Revigliasco dopo un primo turno equilibratissimo: 54,41% contro 45,59%. Stesso discorso a Cuneo, dove Patrizia Manassero ha schiacciato la concorrenza di Franco Civallero: la candidata di centrosinistra ha ottenuto il 63,31% dei voti contro il 36,69% di quello di centrodestra.

79 contenuti su questa storia
Ballottaggio Comunali 2022
VERONA
sezioni su 265
53.40%
D. Tommasi
46.60%
F. Sboarina
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni