Per la morte a Roma di Mario Cerciello Rega, vice brigadiere dei Carabinieri ucciso a coltellate, sono stati arrestati due cittadini americani che hanno ammesso le loro responsabilità ma, mentre lentamente inizia a essere più chiara la dinamica dei fatti che hanno portato alla morte del giovane militare, ha provocato molte reazioni una foto che mostra il trattamento riservato in caserma a uno dei due sospettati. Uno dei due giovani americani arrestati per il delitto del carabiniere, il diciottenne Christian Gabriel Natale Hjorth, è stato fotografato in caserma bendato e ammanettato. L'immagine, catturata con il cellulare da qualcuno dei presenti, ha cominciato a rimbalzare da un gruppo WhatsApp all'altro. Lo scatto ha portato alla ferma condanna del Comando Generale dell’Arma, che ha annunciato un’inchiesta interna sul trattamento del giovane statunitense e sulla circolazione della foto. E non hanno rinunciato a commentare quella foto, con parole più o meno simili, il vicepremier Matteo Salvini e il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.

Americano bendato in caserma, i commenti di Salvini e Meloni

“A chi si lamenta della bendatura di un arrestato, ricordo che l'unica vittima per cui piangere è un uomo, un figlio, un marito di trentacinque anni, un Carabiniere, un servitore della Patria morto in servizio per mano di gente che, se colpevole, merita solo la galera a vita. Lavorando. Punto”. Queste le parole del ministro dell'Interno Matteo Salvini sulla polemica del giorno. Simile il commento sulla foto dell’americano bendato affidato a Facebook da Giorgia Meloni: “A tutti quelli che ora si affannano a montare il caso del delinquente bendato in caserma vogliamo ricordare che la vittima è un carabiniere barbaramente ammazzato a trentacinque anni, il carnefice un balordo drogato americano. Punto”.