Tragedia a San Paolo Bel Sito, piccola cittadina del Nolano, nella provincia di Napoli, dove il cadavere di Ylenia Lombardo, giovane mamma di 33 anni, è stato rinvenuto semi-carbonizzato all'interno del suo appartamento: la giovane era originaria di Pago del Vallo di Lauro, nella provincia di Avellino, ma da qualche tempo viveva nel Napoletano. L'allarme è scattato nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 5 maggio, quando alcuni vicini di casa della donna hanno visto del fumo uscire dal suo appartamento, in corso Ferdinando Scala, e hanno allertato le forze dell'ordine.

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e i carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna e quelli della compagnia di Nola, ma quando i soccorritori sono entrati nell'appartamento della 33enne hanno trovato il suo cadavere semi-carbonizzato: per Ylenia Lombardo non c'era più niente da fare. Una vicenda avvolta dal mistero quella della morte della donna: le forze dell'ordine hanno effettuato tutti i rilievi del caso e non escludono possa essersi trattato di un omicidio. In casa della 33enne, infatti, sarebbero state trovate delle tracce di sangue che avvalorerebbero l'ipotesi che Ylenia Lombardo possa essere stata uccisa.

Come da prassi, sul corpo della donna è stata disposta l'autopsia, che sarà effettuata nelle prossime ore e che chiarirà con precisione la cause della morte. Si scava nel passato della donna per fare piena luce sulla vicenda, così come si lavora ancora anche per individuare le cause dell'incendio divampato nell'abitazione della 33enne, che dovrebbe essere di natura dolosa.