Oltre 500 prenotazioni per il tampone sospeso, l'iniziativa solidale promossa dalla Fondazione Comunità di San Gennaro Onlus e dall'Associazione Sanità Diritti in Salute, assieme alla farmacia Mele e alla Terza Municipalità del comune di Napoli, che comprende il quartiere Stella e quello di San Carlo all'Arena, in pieno Centro Storico, oltre a don Antonio Loffredo parroco del rione Sanità e i responsabili medici dell’iniziativa, Stefano Viglione, Mario Russo e Armando Monfregola. Si inizierà domani, presso la Basilica di San Severo a Capodimonte: ingresso previsto a lato della Basilica, quindi misurazione della temperatura, sanificazione delle mani e test antigenico, al termine del quale si potrà uscire dall'ingresso principale.

Saranno 100 i tamponi che verranno eseguiti ogni giorno, mentre in caso di positività saranno allertate le autorità sanitarie che provvederanno ai protocolli del caso. Per evitare pericolosi assembramenti, sarà necessaria la prenotazione (al numero 3792151320) e contestualmente bisognerà essere in possesso della prescrizione medica. Gli orari dei test saranno dalle 8.30 alle 14 e dalle 15 alle 20. Il prezzo sarà contenuto: appena 18 euro, nettamente al di sotto dei prezzi tradizionali. "Tutto nasce dalla convinzione che solo attraverso una campagna tamponi di massa, con conseguente individuazione dei soggetti positivi, si può evitare un aumento del contagio", ha spiegato l'avvocato Angelo Melone, presidente dell'associazione Sanità Diritti in Salute, "ed in un momento di grande crisi economica come quello attuale, il costo del tampone deve essere contenuto".