17 Dicembre 2021
14:16

Salva Napoli, dal Governo Draghi 1,3 miliardi alla città contro il dissesto fino al 2042

Ecco l’emendamento governativo alla legge Finanziaria dello Stato con le misure per salvare anche Napoli.
A cura di Pierluigi Frattasi

Un miliardo di euro (970 milioni per la precisione) dal Governo per le Città Metropolitane a rischio dissesto in tre anni, tra il 2022 e il 2025, e altri 1,6 miliardi in 16 anni, dal 2026 fino al 2042. A Napoli complessivamente dovrebbero arrivare circa 1,3 miliardi (per l'anno prossimo, sui 150 milioni totali previsti dovrebbero arrivare circa 85 milioni). Ecco il piano di salvataggio del Comune di Napoli, contenuto nell'emendamento del Governo Draghi alla legge Finanziaria che sarà approvata nei prossimi giorni. Si tratta, nello specifico dell'articolo 173 bis, dal titolo "Ripiano disavanzo comuni sede di capoluogo di Città Metropolitana". Si tratta del cosiddetto Salva-Napoli, tanto atteso dall'amministrazione del sindaco Gaetano Manfredi. Un grande risultato per l'amministrazione dopo mesi di battaglia. Quando arriveranno i fondi? "Il riparto – secondo l'emendamento governativo – è previsto entro il 31 marzo 2022 previa adozione di decreto del Ministero dell'Interno, di concerto con il Ministero dell'Economia e Finanze".

L'emendamento del Salva-Napoli

Ma cose c'è scritto nell'emendamento alla Legge di Bilancio nazionale? "La norma comporta un onere, in termini di saldo netto da finanziare, di indebitamento netto e fabbisogno, di euro 150 milioni per il 2022, di euro 290 milioni per ciascuno degli anni 2023 e 2024, di euro 240 milioni per il 2025, e di euro 100 milioni l'anno a decorrere dal 2026 e fino al 2042, in misura corrispondente al contributo annuale che viene previsto in favore dei comuni sede di Città Metropolitana che presentano un disavanzo procapite superiore a euro 700, risultante dai rendiconti 2020 inviato alla Bdap (Banca Dati Amministrazioni Pubbliche) entro il 30 novembre 2021, anche su dati di preconsuntivo, e ridotto dei contributi assegnati ai sensi dell'articolo 53 del decreto-legge 14 agosto 2020, numero 104, convertito con modificazioni dalla legge 13 ottobre 2020, numero 126, del comma 775 dell'articolo 1 della legge 30 dicembre 2020, numero 178, dell'articolo 52 del decreto legge 5 maggio 2021, numero 73, convertito con modificazioni dalla legge 23 luglio 2021, numero 106, dell'articolo 38, comma 1 septies, del decreto legge 34 del 30 aprile 2019, convertito con modificazioni dalla legge 28 giugno 2019, numero 58, dell'articolo 16 commi 8bus e 8 quinquies del decreto legge 21 ottobre 2021 numero 146 e dell'articolo 173 della presente legge.

Presutto (M5S): "A Napoli 1,3 miliardi di euro in 20 anni"

"Oggi, il Governo ha dichiarato la sua volontà a procedere con la norma per aiutare i capoluoghi di città metropolitane in crisi finanziaria – commenta il senatore del M5S Vincenzo Presutto – un contributo straordinario pluriennale, e che prevede nello specifico lo stanziamento di 2,6 miliardi, per i prossimi 20 anni, dal 2022 sino al 2042, da ripartire al netto della quota capitale delle anticipazioni di liquidità di cassa. Ho sottoscritto, l'emendamento della norma cosiddetta Patto Salva-Napoli per aiutare la città a sollevarsi dal pre-dissesto e dallo squilibrio finanziario, e, finalmente, la città di Napoli sarà aiutata dal Governo con un ammontare che potrebbe essere stimato in circa 1,3 miliardi complessivo di risorse a cui, in un percorso condiviso di "paternariato" Stato- Comune di lungo periodo, si aggiungerà anche l'impegno del Comune napoletano ad una serie di successivi adempimenti, stabiliti con una apposita convenzione. Auspico che questa risposta dello Stato, consenta all'amministrazione comunale di avviare finalmente tutte quelle azioni politiche ed amministrative necessarie per far ripartire la città di Napoli, avendo come obiettivo prevalente quello di ridare dignità, ed assicurare una migliore qualità della vita ai napoletani. Ora, tocca al sindaco Gaetano Manfredi, svolgere al meglio le importanti funzioni che il suo ruolo gli attribuisce".

Scuole aperte, De Luca contro Draghi: "Il governo non prenda per i fondelli, è solo propaganda"
Scuole aperte, De Luca contro Draghi: "Il governo non prenda per i fondelli, è solo propaganda"
Napoli nel 2022, Manfredi: "Con il PNRR cambieremo la città, sul debito un successo politico"
Napoli nel 2022, Manfredi: "Con il PNRR cambieremo la città, sul debito un successo politico"
327.112 di AntonioMusella
Oggi manifestazione no-vax e anti Draghi a Napoli con Povia in concerto
Oggi manifestazione no-vax e anti Draghi a Napoli con Povia in concerto
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni