Un uomo di 41 anni è rimasto intrappolato per 2 giorni sotto il suo trattore, che si era rovesciato all'interno di un suo terreno. Solo questa mattina è stato salvato dai vigili del fuoco. Quando l'hanno ritrovato era in stato di choc, con ferite ed escoriazioni, ma non in pericolo di vita. È stato necessario, poi, l'intervento dell'eliambulanza del 118 per trasportarlo all'Ospedale Ruggi d'Aragona di Salerno, per prestargli le dovute cure mediche. L'incidente è avvenuto nel Comune di Campora, nel Cilento, in provincia di Salerno. L'agricoltore era uscito per svolgere il suo lavoro quotidiano nei campi, ma deve aver perso il controllo del mezzo, forse per il terreno accidentato. Il trattore così si è ribaltato incastrandolo all'altezza del torace e rendendogli impossibile, a causa del grande peso, potersi liberare senza soccorsi esterni. Ha dovuto così trascorrere 2 giorni all'umidità, senza cibo né acqua. Per fortuna, poi, è stato ritrovato e soccorso.

A lanciare l'allarme è stato un familiare dell'agricoltore, che si è insospettito quando non l'ha visto tornare per 48 ore di fila. A quel punto ha chiamato le autorità per cercare di rintracciare il parente scomparso. Sono subito intervenuti i vigili del fuoco di Vallo della Lucania. E sono cominciate le ricerche a partire dai campi. Quando hanno avvistato il trattore ribaltato, i soccorritori sono potuti finalmente intervenire. L'agricoltore era incastrato sotto il pesante mezzo, bloccato all'altezza dello sterno. Era ferito, ma cosciente, anche se in stato di choc e molto provato, ovviamente, per i due giorni trascorsi al diaccio senza mangiare né bere.