Con la pioggia che si è abbattuta in giornata in città, Napoli è di nuovo chiamata a fare i conti con i mai risolti problemi di manutenzione delle strade: allagamenti continui, carreggiate che si trasformano in piscine e torrenti, tombini che saltano, valanghe di detriti che si accatastano ai lati della carreggiata. Disagi si segnalano in diversi quartieri della città, sui social molti cittadini hanno pubblicato video ripresi coi cellulari per denunciare situazioni sulle quali, spesso inutilmente, era stata già richiamata l'attenzione negli anni scorsi. Danni già annunciati, insomma, che col ritorno delle piogge si ripresentano puntuali.

A Posillipo la pioggia battente ha trasformato la strada in un torrente, le immagini che arrivano dai social sono impressionanti: le auto cercano con difficoltà di proseguire mentre tutto intorno l'acqua scorre seguendo l'inclinazione del tratto. Scene simili anche alla Riviera di Chiaia, dove la strada è però pianeggiante e quindi non si è formato un fiume ma una sorta di piscina. E la situazione è ancora più drammatica ad Agnano, poco dopo l'uscita della Tangenziale, in direzione Bagnoli: nella "piscina di via Agnano agli Astroni" l'acqua raggiunge quasi l'altezza del pianale, arginata ai lati da marciapiede e spartitraffico, e rischia di bloccare le automobili che, una volta imboccata quella direzione, non hanno altra scelta che proseguire sperando di riuscire a superare l'allagamento.

Allagamenti segnalati anche in piazza Bagnoli, ennesimo punto critico di Napoli: come già denunciato molte volte dai residenti, bastano pochi minuti di forte pioggia per rendere inagibile uno dei punti più importanti per la viabilità del quartiere. Anche stasera l'acqua ha superato il livello del marciapiede e il passaggio delle automobili ha creato "onde" che sono arrivate fin dentro le attività commerciali della piazza.