Si chiamava Luigi Ciaramella l'uomo deceduto nell'incidente avvenuto ieri sera, 4 febbraio, sulla statale Domitiana, nel territorio di Mondragone, in provincia di Caserta. Stava tornando a casa quando si è schiantato con la sua auto contro un tir; nel tremendo impatto la vettura si è accartocciata, è stato necessario un delicato intervento dei Vigili del Fuoco per estrarre il corpo, purtroppo già senza vita. L'uomo, 41 anni, lavorava come geometra nel nuovo cimitero di Mondragone; lascia due figli piccoli.

Lo schianto è avvenuto intorno alle 20 di ieri in prossimità di un bar tabacchi. L'uomo, alla guida di una Fiat Bravo, si è scontrato con un tir. La dinamica dell'incidente in fase di definizione; stando a quanto ricostruito l'automobile ha colpito l'autoarticolato con la parte anteriore ed è finita nella cunetta che costeggia la carreggiata; nell'impatto l'abitacolo è rimasto pesantemente danneggiato, tanto che per estrarre il corpo della vittima i Vigili del Fuoco del distaccamento di Mondragone hanno dovuto farsi spazio tra le lamiere usando gli specifici attrezzi da taglio. Ai sanitari del 118, intervenuti pochi minuti dopo sul luogo dell'incidente, non è rimasto altro che constatare il decesso. Sono in corso accertamenti per ricostruire la dinamica dell'incidente e accertare le eventuali responsabilità.

La sera precedente, quella del 3 febbraio, un altro grave incidente c'era stato nel Casertano: a Pignataro Maggiore era deceduto un uomo di 61 anni, originario di Mondragone. La sua automobile era stata colpita da un'altra vettura in fase di sorpasso; l'altro automobilista, dopo aver provocato l'incidente, aveva lasciato la sua Alfa Romeo sulla carreggiata ed era scappato a piedi.