Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Paura nella serata di ieri, 2 novembre, al Porto di Ischia: un principio d'incendio ha interessato il traghetto "Quirino", della compagnia di navigazione Medmar, che si trovava ormeggiato dal momento che aveva terminato il servizio. Come riporta Repubblica, l'incendio si sarebbe generato dagli apparati elettrici: le fiamme hanno sprigionato un'alta nuvola di fumo, visibile da molti punti dell'isola, che ha reso l'aria irrespirabile. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno domato il principio d'incendio con poche difficoltà, oltre agli uomini della Capitaneria di Porto, ai carabinieri e alla polizia. Uno dei membri dell'equipaggio che si trovava a bordo del traghetto è rimasto intossicato dal fumo: soccorso da un'ambulanza del 118, è stato portato in ospedale.

Qualche settimana fa, l'altra isola flegrea che sorge nel Golfo di Napoli, Procida, è stata interessata da un incendio: il rogo si è sviluppato alle spalle di Palazzo Merlato, lo storico edificio che si trova nella zona di Marina Grande. Per la precisione, le fiamme hanno interessato un'abitazione retrostante l'iconico edificio: con ogni probabilità, le fiamme sono state generate da una piastra per capelli dimenticata in funzione. Sul posto i vigili del fuoco e i volontari della Protezione Civile, che hanno domato il rogo dopo circa un paio d'ore: fortunatamente non si registrano feriti, dal momento che l'unica persona che vive nell'appartamento è riuscita a mettersi in salvo. Il rogo ha comunque generato un'alta colonna di fumo nero, ben visibile anche a parecchia distanza, tanto che molti procidani hanno immortalato l'incendio.