immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Un incendio è improvvisamente divampato in una abitazione di Torre Annunziata, in provincia di Napoli, a seguito dello scoppio di una caldaia probabilmente malfunzionante. Non risultano feriti, un bimbo di un anno e mezzo che si trovava all'interno dell'appartamento è stato tratto in salvo dai carabinieri ed è stato visitato sul posto dai sanitari del 118, che hanno escluso conseguenze. Per motivi precauzionali durante l'intervento è stato necessario evacuare parte dei residenti, ma lo stabile non sarebbe stato danneggiato.

L'allarme è scattato intorno alle 12:30 di oggi, 15 gennaio, in via Fusco, una delle perpendicolari del corso Umberto I che vanno verso il mare, costellata di edifici residenziali. Le fiamme si sono sviluppate nella parte esterna dell'abitazione, al terzo piano di un edificio di dieci, minacciando la famiglia che si trovava all'interno. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione locale, la Pulizia Municipale e i Vigili del Fuoco con tre automezzi.

Uno dei militari, raggiunto l'appartamento dell'incendio, ha preso in braccio il bambino e lo ha portato velocemente all'esterno prima che la casa venisse invasa dal fumo; il piccolo è stato visitato sul posto dal 118. Illesi anche i genitori. Per consentire le operazioni sono stati fatti uscire diversi residenti, tra cui anziani e disabili. Dopo aver spento l'incendio i Vigili del Fuoco hanno effettuato il sopralluogo; è stato accertato che a causare le fiamme era stato lo scoppio della caldaia e che il terrazzo dell'appartamento ha riportato danni ingenti ma non ci sarebbero problemi per il resto dell'edificio.