500 CONDIVISIONI
14 Ottobre 2021
13:11

Incendio ad Airola, Sapa mette gli operai in cassa integrazione. Aperta inchiesta, due pompieri intossicati

La Sapa, l’azienda di Airola interessata dal devastante incendio del 13 ottobre, ha cessato la produzione e ha messo in cassa integrazione i dipendenti. Intanto, per accertare le cause del rogo, la Procura di Benevento ha aperto una inchiesta. Due vigili del fuoco, tra i primi intervenuti, sono rimasti lievemente intossicati.
A cura di Valerio Papadia
500 CONDIVISIONI

Una inchiesta giudiziaria dovrà chiarire le circostanze che hanno portato all'incendio del deposito di materiale plastico di proprietà della Sapa, azienda di accessori per automobili che ieri da Airola (Benevento) ha intossicato l'aria di mezza Campania, complice il forte vento proveniente da Nord-Est. Ancora in corso le operazioni di spegnimento: le squadre dei vigili del fuoco, giunte anche da Caserta e da Napoli, hanno contenuto le fiamme, evitando che raggiungessero zone limitrofe. I pompieri si stanno avvalendo anche dell'aiuto di un robot per domare gli ultimi focolai che ancora ardono, a causa del materiale plastico interessato dal rogo.

Con una nota la direzione della Sapa ha comunicato ai dipendenti – a eccezione di quelli impegnati nella gestione dell'emergenza – la cassa integrazione a partire da oggi fino a quando non sarà possibile ripristinare le attività:

Lo stabilimento di Airola à stato devastato da un violento incendio, oltre ai gravi danni strutturali sono andati distrutti i contenitori sussidiari, i semilavorati, gli imballaggi e le materie prime destinati allo stabilimento di Arpaia.

Incendio ad Airola, due pompieri feriti, indaga la Procura

Nel frattempo, la Procura di Benevento ha aperto una inchiesta per scoprire le esatte cause del rogo. I carabinieri del Comando Provinciale sannita hanno ascoltato soprattutto gli addetti al servizio antincendio dell'azienda e hanno effettuato sul posto i primi rilievi. Nelle operazioni di spegnimento, intanto, giunge la notizia di due vigili del fuoco intossicato: si tratta di due pompieri del distaccamento di Bonea, tra i primi a raggiungere il rogo, che sono ricoverati all'ospedale Rummo di Benevento con una lieve intossicazione.

I biologi: "Noi pronti a dare una mano"

Intanto, in una lettera inviata ai sindaci della Valle Caudina, il senatore Vincenzo D'Anna, presidente dell'Ordine nazionale dei biologi ha manifestato la disponibilità della categoria a dare una mano. "Per quanto mi riguarda – ha dichiarato D'Anna – metterò a disposizione delle pubbliche amministrazioni ‘task-force' di biologi esperti nel ramo per ogni utile consiglio e suggerimento, comunicando ufficialmente i recapiti dell'Ordine dei biologi".

 
500 CONDIVISIONI
Poggioreale, grosso incendio distrugge il campo rom di Gianturco: esplose bombole di gas
Poggioreale, grosso incendio distrugge il campo rom di Gianturco: esplose bombole di gas
Il sindaco di Benevento Clemente Mastella e la moglie Sandra Lonardo positivi al Covid-19
Il sindaco di Benevento Clemente Mastella e la moglie Sandra Lonardo positivi al Covid-19
Incendio nella fabbrica di vernici a Monterotondo: finestre chiuse e divieto di attività all'aperto
Incendio nella fabbrica di vernici a Monterotondo: finestre chiuse e divieto di attività all'aperto
18.443 di Fanpage.it Roma
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni