114 CONDIVISIONI

Il Casatiello dolce di Monte di Procida, specialità da tutelare: nasce una certificazione

A Monte di Procida, le attività commerciali che utilizzano la ricetta tradizionale per produrre il casatiello dolce potranno esporre il riconoscimento De.Co.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Federica Grieco
114 CONDIVISIONI
Immagine

Un impasto a doppia lievitazione preparato con il criscito a cui si aggiunge un bicchierino di liquore, la spremuta di arance. A decorare il tutto una glassa bianca con una pioggia di confettini colorati, noti nel dialetto napoletano come diavulilli. È la ricetta tradizionale del casatiello di Monte di Procida. Nel comune a nord di Napoli, la specialità partenopea tipicamente salata si trasforma in un dolce. Nel casatiello montese, infatti, glassa, aroma di arance e liquore, prendono il posto di salumi, formaggi e uova.

Si tratta di uno dei dolci tipici della tradizione gastronomica di Monte di Procida, preparato e servito soprattutto durante il periodo pasquale, ma apprezzato tutto l'anno. Proprio perché imitato e rivisitato in numerosi modi, il consorzio Re Casatiello, insieme con l'amministrazione cittadina, ha deciso di trovare una soluzione per tutelare la ricetta tradizionale di questo dolce tanto apprezzato non solo in questa zona della Campania.

Una certificazione per tutelare il casatiello dolce

Su iniziativa del consorzio nato per valorizzare il dolce tipico montese, sono stati varati a cura della commissione comunale preposta con il contributo di Vincenzo Peretti, docente dell'università degli Studi di Napoli "Federico II" ed esperto di valorizzazione dei prodotti tipici, un regolamento e una disciplinare di produzione, volti proprio a salvaguardare la ricetta originale del casatiello di Monte di Procida.

«Da oggi – annuncia il consorzio in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook – i produttori che hanno prima sostenuto questo percorso e poi aderito al disciplinare di produzione possono esibire con orgoglio il riconoscimento De.Co. (Denominazione Comunale) sintetizzato in una tabella esposta nei loro esercizi commerciali». Tutte le attività commerciali che mettono in vendita il casatiello montese, quindi, esporranno all'esterno dei loro locali un attestato di riconoscimento grazie al quale i clienti potranno individuarli ed acquistare il dolce realizzato con la ricetta tradizionale.

114 CONDIVISIONI
Di nuovo spari contro gli autobus EAV: colpo di pistola distrugge il finestrino a Torregaveta
Di nuovo spari contro gli autobus EAV: colpo di pistola distrugge il finestrino a Torregaveta
Papiro di Ercolano carbonizzato di 2mila anni fa letto con l'IA: premio da 700mila dollari a tre studenti
Papiro di Ercolano carbonizzato di 2mila anni fa letto con l'IA: premio da 700mila dollari a tre studenti
Napoli, migliaia di studenti al Career Day Federico II per trovare lavoro: "Non svendetevi"
Napoli, migliaia di studenti al Career Day Federico II per trovare lavoro: "Non svendetevi"
Sequestrata "La Baita", la braceria frequentata da vip e calciatori: è del genero del boss dei Belforte
Sequestrata "La Baita", la braceria frequentata da vip e calciatori: è del genero del boss dei Belforte
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni