La diretta Facebook del venerdì del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca è  come al solito un attacco frontale a molti soggetti di governo locale e nazionale. Questo venerdì il governatore ha lanciato fra le altre un'accusa molto grave che riguarda i tamponi Covid. "Abbiamo chiesto ripetutamente – ha detto –  al ministero della Salute di sapere il numero dei tamponi. La Regione Campania comunica il numero vero di tamponi siamo sotto i 25mila al giorno, questo fa aumentare il numero dei positivi. Ci sono Regioni  che comunicano un numero altissimo di tamponi non molecolari per far abbassare il numero di positivi. Non abbiamo avuto dal ministero nessuna risposta certa, mi pare scandaloso, sia portato tutto alla luce del sole", ha aggiunto.

Sulla zona rossa Covid prevista dal Dpcm il governatore lamenta mancanza di controlli: "È tutto aperto e il livello dei controlli è uguale a zero. Parlare di zona rossa mi fa innervosire, indignare. Cari cittadini ve lo dico, noi siamo nelle mani del Padreterno e quindi della Regione Campania. Tutto il resto è fumo, ipocrisia e finzioni, non è zona rossa e non so cosa sia, evitiamo di prenderci in giro.