1.054 CONDIVISIONI
Coronavirus
16 Giugno 2021
12:33

A Napoli solo il 61% dei residenti ha aderito alla campagna di vaccinazione anti-Covid19

A Napoli solo il 61% della popolazione residente ha aderito alla campagna dei vaccini contro il Coronavirus. Ma restano quartieri dove le adesioni sono addirittura sotto il 40%. Lo rivela uno studio dell’Asl Napoli 1 Centro sull’andamento della campagna in questi mesi. Difficile così raggiungere l’immunità di gregge, si rischia nuova ondata.
A cura di Pierluigi Frattasi
1.054 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

A Napoli solo il 61% della popolazione residente ha aderito alla campagna dei vaccini contro il Coronavirus. Ma restano quartieri dove le adesioni sono addirittura sotto il 40%. Lo rivela uno studio dell’Asl Napoli 1 Centro sull’andamento della campagna in questi mesi, a partire dal 27 dicembre scorso, con il Vaccine Day, durante i quali sono state somministrate 741.612 dosi, di cui 533.773 prime iniezioni. Con una copertura al di sotto del 60% è molto difficile che si possa raggiungere l’immunità di gregge, con il rischio che il prossimo autunno possa ripresentarsi una nuova ondata di Covid19 e tornino le zone rosse, arancioni e gialle e i mini-lockdown. In alcuni quartieri, come Scampia e a Napoli Est solo 2 cittadini su 5 sono vaccinati con la prima dose. Per aumentare la copertura, l'Asl Napoli 1 ha deciso che andrà nei quartieri dove le adesioni sono sotto il 40%. L'azienda sanitaria ha disegnato una mappa delle vaccinazioni con prime dosi per quartieri e fasce d'età, a 6 mesi di avvio della campagna vaccinale.

I dati delle vaccinazioni tra chi si è prenotato

Per coloro che hanno aderito alla campagna, invece, l’Asl ha raggiunto ottimi risultati di copertura delle vaccinazioni, che per alcune fasce arrivano al 100%. “Ai dati estremamente positivi che riguardano la vaccinazione di quanti volontariamente hanno aderito alla campagna – scrive l’Asl Napoli 1 nel dossier – si aggiungono però i dati che mettono in luce come a Napoli solo il 61% dei residenti (popolazione residente al gennaio 2021) abbia scelto di aderire alla campagna vaccinale.

In poco meno di sei mesi, l’enorme sforzo messo in campo dall’ASL Napoli 1 Centro ha consentito di somministrare 741.612 dosi (prime dosi 533.773, seconde dosi 208.839). Un dato importante, con ottimi risultati di copertura in relazione alla popolazione che ha scelto di aderire alla campagna. In modo particolare alle ore 22,00 del 14.06.2021:

  • fascia d’età “over 80” la somministrazione raggiunta è del 100% deambulanti e dell’80% non deambulanti;
  • fascia d’età 70/79 la somministrazione raggiunta è del 100% deambulanti e del 79% non deambulanti;
  • fascia d’età 60/69 la somministrazione raggiunta è del 100%;
  • fascia d’età 50/59 la somministrazione raggiunta è del 97%;
  • fascia d’età 40/49 la somministrazione raggiunta è del 93%;
  • fascia d’età 30/39 la somministrazione raggiunta è del 93%;
  • fascia d'età 20/29 la somministrazione raggiunta è del 93%;
  • fascia d’età 12/19 la somministrazione raggiunta è del 87%;

Sono significativi secondo l'Asl anche i dati di somministrazione per alcune categorie previste dal piano vaccinale:

  • fragili 100% deambulanti, 48% non deambulanti;
  • disabili/vulnerabili 98% deambulanti, 75% non deambulanti;
  • care-giver/conviventi 100%.
1.054 CONDIVISIONI
25849 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni