35 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Uccise Emanuel Rroku sparando in un bar nel Milanese, chiesto l’ergastolo per un 34enne

La Procura ha chiesto l’ergastolo per Gjinaj Rigels, il 34enne che la sera del 16 settembre 2022 uccise Emanuel Rroku in un bar di Turbigo (Milano). Secondo i Ris di Parma, il 34enne sparò a meno di 45 cm di distanza.
A cura di Enrico Spaccini
35 CONDIVISIONI
Emanuel Roku (foto da Facebook)
Emanuel Roku (foto da Facebook)

Rischia l'ergastolo Gjinaj Rigels, il 34enne che la sera del 16 settembre dell'anno scorso ha sparato con la sua Beretta 6,75 uccidendo Emanuel Rroku in un bar di Turbigo (nella Città Metropolitana di Milano). Il pubblico ministero Ciro Caramore si è opposto all'istanza di giustizia riparativa avanzata dalla difesa dell'imputato, chiedendo invece per lui la massima pena alla Corte d'Assise del Tribunale di Busto Arsizio.

La ricostruzione dell'omicidio

La sera del 16 settembre 2022 Rroku si trovava seduto ai tavolini esterni di un bar lungo via Allea Comunale di Turbigo. Con Rigels sarebbe nata una lite, culminata con il 34enne albanese che ha estratto la propria pistola semiautomatica sparando almeno tre volte: un proiettile ha colpito il connazionale 23enne e gli altri due hanno ferito altrettante persone, tra cui un ragazzo di 20 anni.

Secondo quanto ricostruito, all'interno del bar un uomo aveva colpito una donna. Alcuni dei presenti sarebbero intervenuti per fermarlo, mentre Rigels per difendere l'amico da quella folla. Nella rissa, dalla pistola del 34enne sarebbe partita una raffica di proiettili e uno di questi ha centrato Rroku alla carotide. Il 23enne è morto poco dopo il suo arrivo all'ospedale di Legnano, mentre il 34enne è stato ricoverato per diverso tempo a Gallarate per le percosse subite quella sera.

La perizia balistica

Nei mesi scorsi si è svolta proprio in quel bar la perizia balistica. I Ris di Parma hanno ricostruito la scena, in modo da stabilire se si sia trattato o meno di omicidio volontario. L'esame ha stabilito che il colpo mortale è stato esploso da una distanza tra i 25 e i 45 centimetri, ha centrato la collana di Rroku ed è stato deviato verso il collo.

"Non volevo ammazzare nessuno, vorrei tornare indietro e cancellare tutto questo dolore", aveva dichiarato Rigels finito in carcere per omicidio. Il suo legale ha chiesto la giustizia riparativa, alla quale il pm titolare dell'inchiesta Caramore si è opposto contestando l'aggravante dei futili motivi. La pubblica accusa ha chiesto alla Corte d'Assise del Tribunale di Busto Arsizio la condanna all'ergastolo per il 34enne con isolamento diurno.

35 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views