993 CONDIVISIONI
25 Ottobre 2022
21:59

Uccide la figlia disabile e poi si suicida: “Aveva paura che nessuno potesse più accudire Rossana”

L’ottantenne che ha ucciso la figlia disabile e poi si è tolto la vita potrebbe aver deciso di compiere il gesto perché spaventato dall’idea che, considerata la sua età avanzata, nessuno potesse più prendersi cura di lei.
A cura di Ilaria Quattrone
993 CONDIVISIONI

Aveva paura che con il tempo e considerata la sua età, nessuno avrebbe potuto prendersi cura della figlia disabile. Sarebbe questo il movente che ha spinto Francesco Iantorno, un pensionato di ottant'anni, a uccidere nella mattinata di oggi, martedì 25 ottobre, la figlia di 45 anni. Dopo averla ammazzata, si sarebbe tolto la vita.

La possibile dinamica

L'episodio è avvenuto a Osnago, comune in provincia di Lecco. In base alle prime informazioni, sembrerebbe che l'uomo prima di ucciderla con un coltello da cucina, le avrebbe somministrato alcuni farmaci. Dopo averla accoltellata, si è tagliato le vene. Vigile urbano e messo comunale, l'80enne era vedovo da alcuni anni.

È stato l'altro figlio e fratello di Rossana a lanciare l'allarme, preoccupato perché i volontari di un centro d'aiuto che frequentava la donna non avevano ricevuto alcuna risposta e stavano ancora aspettando fuori casa. L'uomo ha telefonato a una collaboratrice che si occupava delle faccende di casa e poi ha scoperto i cadaveri. 

Disposta l'autopsia su entrambi i cadaveri

Sul posto, oltre ai carabinieri, c'era il procuratore capo di Lecco Ezio Domenico. Come sostenuto dallo stesso, la casa è stata trovata in ordine senza alcun segno di intervento di terze persone. Bisognerà attendere l'esito dell'autopsia per capire esattamente cosa sia accaduto e quali siano le cause della morte.

In paese, le autorità e il primo cittadino hanno raccontato che la donna era seguita dall'assistente sociale. Nonostante questo però, la paura che la figlia potesse essere abbandonata potrebbe aver spinto Francesco ad attuare il piano.

993 CONDIVISIONI
Litiga con il marito davanti al figlio 15enne e lo uccide a coltellate, arrestata
Litiga con il marito davanti al figlio 15enne e lo uccide a coltellate, arrestata
Uccide il marito con un coltello davanti al figlio 15enne, si indaga sul passato della coppia
Uccide il marito con un coltello davanti al figlio 15enne, si indaga sul passato della coppia
Uccide moglie e figlia con un martello, Alessandro Maja sarà sottoposto a perizia psichiatrica
Uccide moglie e figlia con un martello, Alessandro Maja sarà sottoposto a perizia psichiatrica
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni