Ha chiamato i carabinieri perché voleva consumare all'interno del locale anche se la barista non glielo permetteva. Quando però i militari sono arrivati sul posto hanno trovato alcuni clienti intenti a consumare dentro il bar e altri appostati fuori. Assembramenti e violazioni che hanno quindi costretto i carabinieri di Viadana, in provincia di Mantova, a sanzionare i presenti.

Trovate cinque persone a consumare all'interno del locale

Nella giornata di ieri, mercoledì 6 gennaio, è infatti arrivata una telefonata alla stazione locale dei carabinieri. Un uomo – in evidente stato di ubriachezza – richiedeva il loro intervento perché la barista non gli consentiva di consumare dentro la struttura del circolo "Barracuda". Una volta arrivati, hanno però trovato alcune persone assembrate fuori dal circolo e altre che consumavano bevande all'interno del locale. Gli assembramenti e le violazioni delle disposizioni anti-Covid hanno fatto scattare le sanzioni. Ieri infatti la Lombardia, come tutte le altre Regioni, era nel suo ultimo giorno di zona rossa. Decisione che impediva ai bar e ai ristoranti di tenere aperto al pubblico e che consentiva solo l'asporto e il servizio a domicilio. Per questo motivo i carabinieri hanno infatti multato i cinque clienti che si trovavano dentro il bar e il gestore del circolo. L'uomo che invece aveva chiamato il numero unico delle emergenze è stato sanzionato per manifesta ubriachezza.

Ponte Legno, multati otto giovani che cenavano all'interno di un ristorante

Una situazione simile è avvenuta anche nel Bresciano. A Ponte Legno, sempre nella serata di ieri, sono state trovate otto persone impegnate a cenare all'interno di un ristorante. I giovani, tutti residenti nel comune, sono stati multati con una sanzione di quattrocento euro. Oltre loro, anche il gestore del ristorante è stato sanzionato. Inoltre, i carabinieri della stazione locale hanno richiesto l'emissione di un provvedimento di chiusura del locale.