Una cena tra amici a base di vino e tartufo, con tredici persone riunite a tavola in compagnia. Una serata normale, ma non in tempo di pandemia e con le norme anti Coronavirus che vietano l'apertura serale dei ristoranti. Per questo nella serata di giovedì 4 febbraio, alle 21 circa, i carabinieri di Monza hanno multato tutti.

Cena clandestina scoperta dai carabinieri in un ristorante di Meda

I militari hanno fatto ingresso nel noto ristorante di Meda per controllare cosa stesse accadendo, dopo avere visto le luci accese e molte macchine parcheggiate, per una verifica sulle misure anti-contagio covid-19 e sul contenimento delle forme di assembramento pubblico. Quando hanno visto arrivare i militari per il controllo, i commensali sono fuggiti precipitosamente lasciando però la tavola imbandita.

I militari hanno trovato tutti nascosti in uno stanzino

Una volta all’interno, i carabinieri hanno quindi trovato solo il titolare. Dall'ispezione del locale hanno però scoperto in una sala al piano superiore una tavolata imbandita e apparecchiata di tutto punto, con numerose giacche appese alle sedie. Intuendo cosa fosse successo, hanno controllato il resto della struttura, trovando le altre dodici persone rintanate in religioso silenzio in uno stanzino adiacente.

I presenti sono stati identificati: età media 55 anni, originari di vari comuni della zona. Per tutti sono scattate le previste sanzioni amministrative per violazione delle norme anti-contagio. Disposta anche l’immediata chiusura del locale e contestuale segnalazione all’autorità prefettizia (ex art 4 d.l. 25 mar 2020 n. 19).