Il dottor Roberto Stella, primo medico italiano vittima del Covid
in foto: Il dottor Roberto Stella, primo medico italiano vittima del Covid

Un anno fa, lo scorso 11 marzo, moriva all'ospedale di Como il dottor Roberto Stella, presidente dell'Ordine dei medici di Varese. Stella, 67 anni, è stato il primo camice bianco in Italia a perire a causa del Covid-19: un triste destino che purtroppo è poi toccato a oltre 330 colleghi, secondo l'elenco che viene tenuto dalla Fnomceo (Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e odontoiatri) sul proprio sito.

L'evento in ricordo del dottor Stella online su Youtube

A un anno di distanza da quel lutto che ha colpito una delle categorie in prima linea nella lotta al virus, Regione Lombardia ha deciso di ricordare il dottor Stella con un evento online che potrà essere seguito in streaming. Domani, dalle 18 in poi, collegandosi sul canale Youtube della Regione (www.youtube.com/watch?v=Kfx3e3dPAbo) si potrà partecipare a distanza all'evento: in programma alcuni brani musicali e di lettura, con brevissimi interventi di amici, colleghi, docenti, tirocinanti ed ex alunni del Corso dell'Accademia sanitaria di PoliS-Lombardia, alla presenza anche della moglie del dottor Stella, la signora Daniela. All'evento parteciperà anche il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, che si collegherà alle 18.15. Durante l'iniziativa saranno presentate anche due importanti iniziative in memoria del medico: il "premio Roberto Stella", per le migliori tesi di diploma e l'Associazione ex alunni Roberto Stella.

Chi era il dottor Stella

Il dottor Stella era un medico molto stimato dai suoi pazienti, dai colleghi e dai suoi alunni. Svolgeva la sua attività professionale a Busto Arsizio. Oltre a ricoprire il ruolo di presidente dell'ordine dei medici di Varese, era inoltre coordinatore didattico della scuola di medicina generale della Lombardia ed era impegnato a livello istituzionale anche col Ministero e la Regione. "I suoi pazienti hanno perso un amico ed un uomo capace di curare e prendersi cura senza limiti", aveva scritto l’Ordine dei medici di Varese commentando la notizia della scomparsa di Stella.