(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Insultato e schiaffeggiato in mezzo alla strada. Il motivo? Il colore della sua pelle. Un ragazzo di 15 anni, di origini brasiliane, nato e cresciuto in Italia e residente in un paesino vicino a Pavia, ha raccontato ai suoi genitori di essere stato vittima di un episodio di razzismo. La vicenda è avvenuta diverse settimane fa, ma se n'è avuta notizia solo ora dopo che la famiglia del ragazzo ha deciso di rivolgersi allo sportello anti discriminazioni del comune di Pavia. 

Gli insulti per l'andatura lenta e poi lo schiaffo

Secondo quanto raccontato dall'adolescente, l'aggressione è scattata per futili motivi. Il ragazzo infatti stava attraversando la strada in compagnia di alcuni amici. A un certo punto, un automobilista di circa 60 anni si sarebbe innervosito per la sua andatura lenta. Avrebbe quindi abbassato il finestrino della sua macchina mandando a quel paese il ragazzino, che gli ha risposto per le rime. A quel punto il 60enne sarebbe sceso dalla macchina e avrebbe tirato uno schiaffo in pieno volto al ragazzo, urlandogli in faccia: "Neg.. di m…". Il 15enne è rimasto pietrificato dall'azione dell'uomo e con lui anche i suoi amici. Traumatizzato, è tornato a casa e si è chiuso in camera. I suoi genitori, preoccupati, hanno quindi iniziato a chiedere cosa fosse successo facendosi raccontare l'episodio.

La famiglia pronta a denunciare alle forze dell'ordine

La famiglia ha deciso così di denunciare il tutto allo sportello anti discriminazioni del comune di Pavia, che l'accompagnerà nei prossimi passi: i genitori del giovane sono infatti intenzionati a denunciare l'accaduto alle forze dell'ordine sperando che gesti del genere non vengano replicati. Purtroppo però sarà difficile individuare l'uomo. Il 15enne infatti, considerato lo choc, non ha avuto la prontezza di scrivere il numero della targa dell'auto o chiamare fin da subito le forze dell'ordine.