Covid 19
27 Dicembre 2021
12:30

Omicron fa saltare il Capodanno, gli eventi annullati a Milano

Omicron fa saltare il Capodanno di Milano. Con discoteche chiuse, feste e concerti annullati, la città si appresta a entrare nel nuovo anno senza festeggiamenti e celebrazioni.
A cura di Filippo M. Capra
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La variante Omicron del Coronavirus fa saltare il Capodanno milanese. Dopo il decreto festività del governo Draghi, e la conseguente chiusura di sale da ballo e discoteche, con l'annullamento di feste e concerti all'aperto per evitare pericolosi assembramenti, Milano si avvicina all'ultimo giorno dell'anno con la coscienza che da festeggiare c'è poco e non si potrà nemmeno celebrare il 2022 all'insegna del divertimento.

Data rimandata per Gue, Michele Bravi suona agli Arcimboldi

L'ultima, in ordine di tempo, a comunicare l'annullamento di tutti gli eventi, è stata la direzione dei Magazzini Generali che tramite un post su Instagram ha scritto: "L’evento in programma il 31 dicembre 2021 ai Magazzini Generali è stato annullato. La cancellazione è da intendere sia della cena sia del party “90 WONDERLAND”". La direzione ha comunicato che "i biglietti acquistati tramite Ciaotickets saranno rimborsati automaticamente". Di recente, Gue Pequeno, rapper milanese che ha pubblicato il suo ultimo lavoro "Guesus", ha dovuto posticipare l'unica data del 2021 al Fabrique fissata per il 20 dicembre al prossimo febbraio. Sorte diversa per Michele Bravi. Il cantautore vincitore di un'edizione di X Factor sotto la guida di Morgan è stato "dirottato" al Teatro degli Arcimboldi dove ha potuto esibirsi nel giorno del suo compleanno. Qualche settimana fa il sindaco di Milano Beppe Sala aveva comunicato l'annullamento del consueto concerto di Capodanno in piazza Duomo. Troppo preoccupanti i dati sul contagio. Il 31 dicembre, allo scoccare della mezzanotte, non ci saranno feste organizzate in piazza o in discoteca. Non ci saranno fuochi artificiali in giro per la città realizzati da associazioni o Comune. E l'invito rivolto alla cittadinanza è sempre il solito: prudenza.

31047 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni