Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Avrebbe pedinato e tamponato più volte l'auto dell'ex fidanzato che stava andando a denunciarla per stalking dai carabinieri. Protagonista del gesto è una donna di 35 anni residente a Milano ma originaria del Marocco, che da tempo minaccia e seguiva l'ex convivente, un connazionale di 28 anni. Stando alle informazioni dei carabinieri della stazione Barriera di Milano, la donna aveva l'abitudine di seguire il ragazzo per capire dove andasse e chi vedesse tanto che il 28enne era stato costretto a cambiare orario e posti per cercare di seminarla. Dopo però l'ennesima minaccia e pedinamento è salito in macchina diretto verso la stazione dei carabinieri: la donna, dunque, per evitare la denuncia ha cercato di tamponare la macchina dell'ex convinte. Il ragazzo però è riuscito a raggiungere la caserma: dai primi accertamenti dei carabinieri è emerso che l'uomo è vittima di stalking dallo scorso giugno quando ha deciso di lasciare la ex. Così per la donna è scattato l'arresto.

Arrestato per stalking anche un ragazzo di 24 anni

Solo pochi mesi fa un ragazzo di 24 anni è finito in manette per stalking. Le forze dell'ordine lo scorso novembre erano riusciti ad accertare oltre 60 profili social che il 24enne usava per molestare una ragazza di cui a suo dire si era innamorato, ma che non ricambiava le sue attenzioni. È durato quasi due anni l'incubo per una giovane milanese, ex receptionist di una palestra in zona Comasina, molestata proprio da uno dei frequentatori del centro fitness per cui la ragazza era diventata un'ossessione. Lo stalker, un 24enne egiziano, si trova adesso in carcere dopo che era scattato l'arresto in flagranza di reato mentre, nel cortile del condominio in cui abita la ragazza, stava urlando il suo "amore" decisamente malato.