(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Doveva essere svolta in presenza, ma visto l'aumento dei contagi da Coronavirus che sta interessando la Lombardia e in particolare tutta la provincia di Milano, la venticinquesima edizione di Artigiano in Fiera, che si svolgerà dal 28 novembre al 20 dicembre, assumerà una nuova veste: non più fisica, ma digitale.

I visitatori potranno acquistare online i prodotti

Viste le ultime disposizioni contenute nel decreto ministeriale approvato dal governo guidato da Giuseppe Conte, Ge.Fi. comunica in una nota stampa che gli artigiani potranno comunque presentare le loro opere al pubblico solo che per farlo dovranno utilizzare una piattaforma creata dall'associazione. Ai visitatori virtuali sarà inoltre possibile ammirare i lavori e volendo acquistarli online: "Ci sarà un forte appello – spiega il presidente Antonio Intiglietta – affinché i visitatori possano ritrovare, riconoscere e valorizzare il lavoro degli artigiani acquistando la bellezza e l'unicità dei prodotti così da rendere Artigiano in Fiera Live una straordinaria opportunità per le aziende e per il pubblico affezionato alla manifestazione”.

Le spese di spedizioni saranno a carico di Ge.Fi.

La piattaforma consentirà a ogni artigiano di avere uno spazio con il quale connettersi con il pubblico. Sarà infatti possibile aprire dei laboratori virtuali dove mostrare le produzioni più significative: "Artigiano in Fiera Live  – si legge nel comunicato – rappresenta quindi una grande opportunità per le imprese, che si presenteranno attraverso un’esperienza digitale avanzata per raccontare il loro lavoro fatto di bellezza, creatività e bontà". Visto il cambio di rotta nell'organizzazione dell'evento, Ge.Fi. ha comunicato che sarà essa stessa a farsi carico delle spese di spedizione in caso di acquisto.