Nell'ambito delle indagini relative all'aggressione di alcuni agenti di polizia nei confronti due arrestati, come rivelato da un video pubblicato in esclusiva da Fanpage.it, il sostituto procuratore di Milano Giovanni Tarzia ha aperto un fascicolo, al momento a carico di ignoti, per lesioni pluriaggravate. Questa l'indiscrezione riportata dall'Ansa.

Aperto fascicolo contro ignoti per lesioni pluriaggravate

Le indagini sulla vicenda sono coordinate dal procuratore aggiunto Laura Pedio e serviranno per ricostruire esattamente come è andata la mattina del 16 settembre quando i due malviventi sono stati sorpresi a tentare una rapina in una gioielleria di via Marghera. Nel video pubblicato da Fanpage.it si vedono solo gli ultimi momenti del concitato arresto, quando uno dei due arrestati – già bloccati a terra e in procinto di essere ammanettati – viene preso a calci sulla testa (protetta da un casco) da un agente di polizia, mentre un secondo qualche minuto più tardi gli tira un paio di schiaffi, dicendogli: "T'ha detto bene oggi". Intanto, uno dei due delinquenti, entrambi italiani, nell'interrogatorio di garanzia con il giudice per le indagini preliminari, che ha convalidato l'arresto, ha dichiarato che "gli agenti ci sono venuti addosso e ci hanno colpito con calci e pugni, noi non abbiamo reagito". Anche un paio dei poliziotti intervenuti quella sera verranno ascoltati e, presumibilmente, verranno iscritti nel registro degli indagati, anche a garanzia degli stessi per effettuare tutti gli accertamenti del caso. Nel frattempo, la madre di uno dei due arrestati ha sporto denuncia contro gli agenti per quanto visto nel video. La Questura di Milano ha garantito che i poliziotti verranno "valutati con vigore". Le indagini proseguono.