Tetti scoperchiati, allagamenti e alberi, anche grossi, caduti in strada. Sono le conseguenze di una violenta ondata di maltempo che si è abbattuta in particolare sulla provincia di Varese nella mattinata di oggi, venerdì 25 settembre. Particolarmente colpite Tradate e la sua frazione Ceppine, interessate da una vera e propria tromba d'aria. Le forti raffiche di vento e la pioggia hanno scoperchiato parte del tetto della chiesa di Santo Stefano: la copertura è poi andata a finire su alcune macchine parcheggiate nei dintorni, danneggiandole. Per fortuna non si sono registrati feriti. Scoperchiata anche una parte del tetto dell'ospedale di Tradate, il Galmarini: l'attività chirurgica è stata sospesa in via precauzionale. Sempre a Tradate, in via Rossini nella frazione delle Ceppine, grossi alberi sono stati sradicati dalla forza del vento e sono caduti per strada: anche in questo caso non si sono verificate per fortuna vittime. La forza degli elementi ha causato la caduta di alberi anche sulla strada dell'ospedale, che è rimasta bloccata per diverso tempo ed è stata poi liberata dai vigili del fuoco dopo le 13.

Maltempo anche a Gerenzano: sradicati alberi vicino al centro sportivo

Il maltempo ha colpito anche altri paesi del Varesotto: a Gerenzano sono caduti alcuni alberi vicini al centro sportivo. A Castelveccana, piccolo comune sulle sponde del lago Maggiore sempre in provincia di Varese, una coppia di anziani rimasti intrappolati nella loro abitazione invasa da fango e detriti è stata tratta in salvo dai vigili del fuoco in località Battistone. Entrambi, per fortuna, starebbero bene. Danneggiate dal maltempo anche due scuole a Castelseprio e Venegono Inferiore: gli studenti sono stati portati in salvo.

Maltempo: un morto a Luvinate

Già dalla serata di ieri, giovedì 24 settembre, una parte del Varesotto era stata sferzata dal maltempo. Un violento nubifragio aveva provocato disagi e allagamenti nella zona di Luino, sulle rive del lago Maggiore, e soprattutto nell'area di Luvinate, dove le strade sono state invase da acqua e fango per l'esondazione del torrente Tinella. In paese si era verificato un blackout, alcune famiglie erano state evacuate dalle loro case invase dall'acqua e nella giornata di oggi le scuole sono rimaste chiuse. Purtroppo si è registrata anche una vittima: un uomo di 61 anni che risultava disperso da ieri e il cui cadavere è stato ritrovato nella mattinata odierna.