Foto: Vigili del fuoco
in foto: Foto: Vigili del fuoco

Il cadavere del runner scomparso ieri sera a Luvinate, paese della provincia di Varese colpito da una forte ondata di maltempo, che ha provocato allagamenti e indotto le autorità ad evacuare diverse abitazioni, è stato ritrovato nella prima mattinata di oggi. Verso le 7.30, il corpo ormai senza vita dell'uomo è stato individuato in un torrente dopo una notte di ricerche che non avevano dato esiti positivi. L'uomo era uscito ieri pomeriggio per andare a fare una corsa nei boschi quando è stato preso di sorpresa da un violento temporale che si è abbattuto nella zona in cui si trovava. Aveva 61 anni. Sul posto hanno operato gli specialisti del Saf (Speleo alpino fluviale).

Ondata di maltempo nel Varesotto, scuole chiuse a Luvinate

Il violento nubifragio che ha interessato il Varesotto si è abbattuto nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 24 settembre, nelle zone di Luino e sulle sponde del lago Maggiore. A patire le peggiori conseguenze della bomba d'acqua però è stata Luvinate, dove il runner 61enne si era recato nei boschi per fare una corsa e dove il torrente Tinella è esondato, provocando un blackout generale in tutto il territorio. Il temporale ha poi causato danni in diverse altre zone della cittadina. A causa dei disagi, il Comune di Luvinate aveva fatto sapere che oggi le scuole sarebbero rimaste chiuse. L'Amministrazione aveva poi allertato il Centro operativo comunale (Coc) per valutare lo stato di sicurezza di alcuni edifici. Sul posto, a operare c'era la Protezione civile. Anche a Casale Litta sono stati numerosi i disagi: come riportato da Varesenews, sono stati molti gli alberi caduti a causa del vento. Non si registrano però fortunatamente feriti.