Nessun ritardo e tutto come da programmi. La campagna vaccinale in Lombardia, nonostante i ritardi nelle consegne di Astrazeneca, e più in generale delle dosi di vaccino, prosegue a passo spedito come da calendario della Regione. Lo stesso presidente lombardo Attilio Fontana ha rilasciato oggi dichiarazioni positive in tal senso, sottolineando che "le prossime forniture destinate alla Lombardia riguardano soprattutto Pfizer".

Fontana: Buono l'esordio in zona gialla

Fontana ha poi ribadito come "per ora, la nostra campagna vaccinale e il nostro impegno può essere mantenuto come da programmi. Utilizzeremo AstraZeneca soprattutto per la somministrazione delle seconde dosi". La sospensione era stata anticipata ieri, domenica 25 aprile: le dosi rimanenti di Astrazeneca verranno conservate per poter essere somministrate a tutti coloro i quali hanno già ricevuto la prima inoculazione. Anche per gli over 60, dunque, si procederà con la vaccinazione di Pfizer e Moderna. Il governatore Fontana, in occasione della sua visita all'hub vaccinale dell'Hangar Bicocca di Milano, ha poi commentato anche il primo giorno di zona gialla della Lombardia, spiegando che "per quanto riguarda il trasporto pubblico ha retto sostanzialmente bene". "Possiamo dire che si è trattato di un esordio positivo", ha poi aggiunto il presidente della Regione Lombardia, e rivolgendosi infine ancora una volta ai suoi concittadini a cui, ha detto, "dobbiamo chiedere di fare un ulteriore sforzo anche in questi giorni". Fontana ha poi concluso dicendo che "bisogna rispettare le regole perché è l'unico sistema che ci consente di evitare nuovi problemi. Dobbiamo essere rispettosi per non ricadere in nuove restrizioni. La nostra gente ha bisogno di sentirsi, non oppressa e perché ciò avvenga, bisogna regolamentarsi".