1.291 CONDIVISIONI
Elezioni comunali Milano 2021
8 Settembre 2021
21:02

Giuseppe Conte contestato a Desio: era in Lombardia a sostegno dei candidati del M5s

Il leader del M5s Giuseppe Conte è stato impegnato oggi in un tour serrato in Lombardia per sostenere i candidati del M5s alle prossime elezioni amministrative. Cominciato questa mattina in provincia di Bergamo il giro è proseguito in Brianza per concludersi poi a Milano. Non solo applausi ma anche alcune contestazioni: a Desio un gruppo di No Vax ha insultato l’ex presidente del Consiglio. Sono intervenute le forze dell’ordine per contenere il gruppo di circa una quindicina di persone.
A cura di Simona Buscaglia
1.291 CONDIVISIONI
Giuseppe Conte in una delle tappe del tour in Lombardia (Fonte foto Facebook)
Giuseppe Conte in una delle tappe del tour in Lombardia (Fonte foto Facebook)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni comunali Milano 2021

Tanti cittadini in piazza durante il tour in Lombardia di Giuseppe Conte, leader del Movimento Cinque Stelle, ma anche alcune contestazioni. A Desio, in Brianza, un gruppo di persone ha iniziato a urlare insulti e cori contro l'ex presidente del Consiglio. Il capogruppo del M5s in consiglio regionale, Massimo De Rosa, che era insieme a Conte durante il tour, raggiunto da Fanpage.it al telefono, ha dichiarato: "Erano un piccolo gruppo di una quindicina di persone, avevano un megafono e hanno iniziato a gridare insulti. Le forze dell'ordine sono intervenute e hanno contenuto il gruppetto. La tappa a Desio era comunque finita e dovevamo già spostarci verso quella successiva".

Conte in Lombardia a sostegno dei candidati del M5s

Giuseppe Conte in una delle tappe del tour in Lombardia (Fonte Facebook)
Giuseppe Conte in una delle tappe del tour in Lombardia (Fonte Facebook)

Le tappe lombarde del tour di Conte a sostegno dei candidati del M5s sono partite questa mattina da Treviglio in provincia di Bergamo, per proseguire poi a Cassina de' Pecchi e Pioltello, nel Milanese, per arrivare poi in Brianza, a Desio, Varedo e Limbiate, e concludersi per la giornata di oggi a Milano, in piazza XXIV Maggio, insieme alla candidata Layla Pavone. De Rosa ha aggiunto: "Siamo stati piacevolmente sorpresi di vedere tanta gente in piazza anche in orari un po' proibitivi per il lavoro. Tanti cittadini erano presenti per poter salutare Conte e potergli stringere la mano. Con Conte è un Movimento Cinque Stelle più pacato nei toni ma deciso e fermo sui programmi e gli obiettivi. Siamo diventati una forza moderata".

La gaffe di Conte che sbaglia il cognome della candidata Pavone. De Rosa: "Solo stanchezza"

Il capogruppo del M5s a Palazzo Pirelli minimizza poi la "gaffe" dell'ex presidente del Consiglio, che arrivato nell'ultima tappa del tour di oggi a Milano, ha chiamato con il cognome sbagliato la candidata sindaca del Movimento: Layla "Romano" al posto di Pavone. "Probabilmente c'è stato un lapsus ma credo che sia dovuto al fatto che non abbiamo fatto una sosta da questa mattina, quindi può capitare. La candidata Pavone è fortemente appoggiata da Conte, si conoscono e hanno parlato più volte, quindi è solo un lapsus dovuto alla stanchezza". Il leader del M5s durante i comizi ha ribadito che sul reddito di cittadinanza "non si arretra", posizione condivisa anche da De Rosa: "È incosciente da parte delle altre forze politiche usare il reddito di cittadinanza per fare campagna elettorale – ha concluso – ricordo poi che la Lombardia è tra le Regioni che hanno usufruito di più del reddito di cittadinanza, quindi dire che è una misura per il sud Italia è assurdo".

1.291 CONDIVISIONI
56 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni