Resta isolato il centro abitato di Chiareggio, la frazione di Chiesa in Valmalenco dove ieri sera una frana ha travolto la strada, provocando la morte di tre persone, tra cui una bambina, e il ferimento di altre due.

Frana in Valmalenco, centro abitato di Chiareggio ancora isolato

All'indomani della tragedia si continua a lavorare per liberare la strada. "Ho poco fa il geologo, mi ha detto che hanno dovuto interrompere i lavori perché sta piovendo forte", spiega a Fanpage.it la sindaca di Chiesa in Valmalenco, Renata Petrella, parlando al telefono dopo una notte trascorsa senza dormire. "Se diminuisce pioggia riprenderanno, per il paese è ancora isolato ed è indispensabile aprire un varco per fare sì che possano almeno passare le ambulanze".

Sindaca a Fanpage: "Continua a piovere, evacuati i turisti che erano saliti ieri in giornata"

Dalla tarda serata di ieri sono state avviate le operazioni di evacuazione, per quanto possibile, di alcuni dei turisti presenti sul posto al momento del disastro. "Sono stati evacuati i turisti che erano saliti a Chiareggio in giornata. Chi era in albergo è rimasto, c’è presidio medico permanente che funziona in attesa apertura varco", sottolinea la prima cittadina. Al lavoro protezione civile, vigili del fuoco e forze dell'ordine. Nelle prossime ore si teme un ulteriore peggioramento delle condizioni meteo in Valmalenco. Il prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, ha reso noto che l'area della tragedia è stata sottoposta a sequestro da parte della Procura della Repubblica di Sondrio

La tragedia costata la vita a tre persone, tra cui una bambina di 10 anni

Mercoledì sera, a causa di un violento temporale, si è verificata una frana che travolto la strada trascinando via un'automobile su cui viaggiavano Gian Luca Pasqualone e Silvia Brocca, con il figlio Leo di 5 anni e un'amica di famiglia di dieci. I genitori e la ragazzina sono stati uccisi dal fiume di fango, mentre il bimbo più piccolo è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. La bambina, Alabama Guizzardi, compiva 10 anni proprio ieri, aveva deciso di salire in macchina per viaggiare insieme all'amichetto. Le vittime erano residenti a Comabbio, in provincia di Varese.