Era ricercato da quattro anni, si era reso latitante dopo essere stato accusato ormai diverso tempo fa di un crimine odioso e grave. Ma seppur in ritardo, è stato rintracciato e adesso probabilmente sarà punito per quel crimine. Protagonista della vicenda un uomo di 56 anni, arrestato dai carabinieri della compagnia di Vigevano, in provincia di Pavese, con la pesante accusa di atti sessuali con minorenni. Il suo arresto è stato rocambolesco: l'uomo, di nazionalità peruviana, stava viaggiando da solo all'interno della sua auto quando si è imbattuto in un posto di blocco dei carabinieri. Alla vista delle divise ha cercato di cambiare senso di marcia, ma la sua manovra non è passata inosservata ai militari dell'Arma, che sono così riusciti a raggiungerlo e fermarlo per un controllo.

Una verifica alla banca dati ha svelato l'oscuro passato dell'uomo

Dalla verifica alla banca dati è emerso l'oscuro passato dell'uomo: il 56enne era infatti ricercato da ben quattro anni in quanto su di lui pendeva, dal 2016, un provvedimento di cattura emesso dalla procura di Livorno con l'accusa di atti sessuali con minorenni. I reati contestati al 56enne sarebbero stati commessi proprio nella provincia di Livorno quattro anni fa, anche se non sono noti al momento ulteriori dettagli sulle vicende. A seguito della verifica condotta dai militari dell'Arma il 56enne è stato comunque fermato e portato prima in caserma per espletare le formalità di rito e poi in carcere a Vigevano. L'uomo resterà adesso nel penitenziario della cittadina pavese a disposizione dell'autorità giudiziaria che ha emesso il provvedimento restrittivo.