Tetti divelti e portati via dal vento, alberi sradicati e caduti sulle strade. Caselli autostradali chiusi e danni all'aeroporto di Orio al Serio. È il bilancio della violenta tempesta che si è abbattuta nelle prime ore della giornata di oggi, venerdì 24 luglio, sulla provincia di Bergamo e su gran parte della Lombardia.

Maltempo, danni all'aeroporto di Orio al Serio

Il maltempo ha causato disagi e allagamenti a Milano, dove è esondato il Seveso, ma ha colpito anche Bergamo. La situazione più delicata è quella dell'aeroporto di Orio al Serio. Il nubifragio ha causato alcuni allagamenti all'esterno, ma anche danni alla copertura e di conseguenza anche una serie di infiltrazioni in alcune aree interne del terminal. I tecnici di Sacbo, la società che gestisce lo scalo bergamasco, sono intervenute per consentire lo svolgimento delle operazione di imbarco e arrivo dei passeggeri e riparare i guasti. I voli sono rimasti quindi regolari senza particolari disservizi per i viaggiatori.

Vento e grandine su tutta la provincia, sottopassi allagati

Vento, pioggia e grandine hanno colpito con violenza tutta la provincia di Bergamo. Sono stati oltre quaranta gli interventi dei vigili del fuoco in un paio d'ore. A Romano di Lombardia le coperture di alcune abitazioni sono state scoperchiate. A Bergamo si è allagato il quartiere di Colognola si sono completamente allagate, così come molti sottopassi.

Caselli chiusi sull'autostrada A4

Problemi anche sull'autostrada A4 Torino-Venezia. La pioggia incessante ha provocato la chiusura dei caselli di Dalmine e Bergamo per allagamenti e straripamenti. Alcuni incidenti, per fortuna non gravi, hanno rallentato il traffico. Tra Bergamo e Seriate, poi, un tir ha perso il proprio carico, mandando in tilt la circolazione già nelle prime ore della giornata.