Torna a preoccupare la diffusione del Coronavirus a Milano e in tutta la Lombardia. La seconda ondata non è mai terminata davvero e il miglioramento negli indicatori ottenuto con la zona rossa di novembre rischia di essere vanificato dalle riaperture del periodo pre natalizio. Lo dimostrano i dati del monitoraggio quotidiano di Ats Milano, come si può vedere dal bollettino aggiornato a venerdì 8 gennaio. Indicatori in aumento e un timore: la "battaglia di Milano" contro il Covid sta per riprendere?

Indice Rt in crescita a Milano e in tutta la Lombardia

Nel capoluogo lombardo l'indice Rt, che rappresenta la velocità di diffusione del virus, relativo alla data di tampone si attestava a 1.08 stando all'ultimo dato disponibile. A livello regionale l'indice, come riferito ieri dalla cabina di regia Covid nazionale, è pari a 1.27. Valori al di sopra della soglia di guardia di 1, che hanno fatto scattare di nuovo la zona arancione dalla prossima settimana.

Aumentano casi e ricoveri giornalieri

A preoccupare sono anche le curve dei tamponi positivi e dei nuovi ricoveri. La prima era schizzata ai massimi livelli all'inizio del mese di novembre, quando si erano sfiorati i tremila casi giornalieri. Poi la rapida discesa grazie al lockdown fino ai poco più di 500 casi giornalieri di metà dicembre. Dopo Natale, però, il calo si è arrestato e nei primi giorni di gennaio è visibile un nuovo inizio di risalita.

In risalita anche i decessi

L'ultimo grafico che fa risuonare un campanello d'allarme è quello relativo ai decessi giornalieri. Anche in questo caso dopo il picco di novembre (inferiore a quello della scorsa primavera ma comunque molto significativo), c'era stata una discesa significativa. Ma già nell'ultima settimana di dicembre la curva ha invertito la rotta e iniziato una risalita.