In tempi di Coronavirus e di lockdown, c'è chi teme che anche il lavoro di Babbo Natale, quest'anno, possa essere molto difficoltoso. Da qui l'idea di Tommaso, un bimbo di 5 anni di Cesano Maderno, in provincia di Monza e Brianza: ha scritto una lettera al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per chiedergli di rilasciare un'autocertificazione speciale per Babbo Natale, in maniera che possa muoversi senza problemi per consegnare i regali "a tutti i bambini del mondo", senza curarsi del "colore" delle varie zone né dei lockdown vari in diversi Paesi del mondo.

Nella sua ingenuità, la lettera del piccolo Tommaso a Conte fa sorridere e intenerire, specie quando il bimbo si mostra consapevole dei rischi a cui anche Santa Claus va incontro: "So che Babbo Natale è anziano ed è pericoloso andare nelle case, ma lui è bravo e metterà sicuramente la mascherina per proteggersi", scrive nella lettera pubblicata dalla testata "MonzaToday". Ma non è solo il piccolo Tommaso ad essere preoccupato: il pensiero di come potrà essere il prossimo Natale, il primo "ai tempi del Coronavirus" – formula abusata, ma che purtroppo descrive bene la nuova quotidianità che ormai viviamo da fine febbraio – accompagna la mente di tanti italiani. E lo stesso presidente del Consiglio ha anticipato che quello di quest'anno sarà un Natale anomalo: "Non immagino feste natalizie con baci e abbracci, cenoni e tombolate. Spero ci guadagneremo un po’ di serenità e che l’economia potrà marciare a pieno regime". Chissà se, almeno Babbo Natale, potrà viaggiare sereno per il mondo per portare i doni ai bimbi che, pandemia o no, lo aspettano impazienti.

La lettera di Tommaso, 5 anni, a Conte

Caro Presidente Conte, mi chiamo Tommaso Z., abito a Cesano Maderno (MB), ho 5 anni e frequento la Scuola dell’infanzia Sant’Anna. In famiglia e a scuola seguiamo tutte le regole e le sue disposizioni. Igienizziamo sempre le manine, stiamo a distanza dalle altre persone e gli adulti mettono la mascherina. Questa mattina ho chiesto alla mamma quanti giorni mancano a Natale perché sono preoccupato per Babbo Natale. Volevo chiederLe se può fare una autocertificazione speciale per consentirgli di consegnare i doni a tutti i bambini del mondo. So che Babbo Natale è anziano ed è pericoloso andare nelle case, ma lui è bravo e metterà sicuramente la mascherina per proteggersi. Le prometto che, oltre al lattino caldo ed ai biscotti, metterò sotto l’albero anche l’igienizzante. Le auguro buon lavoro e spero che potrà fare questa eccezione solo per lui. Aspetto la Sua riposta almeno lo posso dire ai miei amici.

Grazie,
Tommaso