Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Una litigata su chi doveva contendersi un parcheggio è stata fatale a un uomo di 70 anni, morto d'infarto pochi minuti dopo la lite. La tragedia è accaduta fuori dal supermercato di via Alle Fonti a Sant’Omobono Terme in Valle Imagna, in provincia di Bergamo, attorno alle 10 di lunedì 5 ottobre. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il 70enne, residente a Berbenno, avrebbe iniziato una discussione con un 54enne per questioni legate a un parcheggio. A un certo punto però l'uomo avrebbe iniziato a sentirsi male cadendo a terra: probabilmente il forte stress e la tensione della litigata hanno provocato l'infarto.

Intervenuti i soccorsi, per l'uomo non c'è stato nulla da fare

Allertati i soccorsi, sul posto sono intervenuti i paramedici dell'ambulanza e i medici dell'elisoccorso che hanno cercato disperatamente di rianimare il 70enne, ma senza successo. Per l'uomo, già in arresto cardio-circolatorio al momento dell'arrivo dell'équipe medica, non c'è stato nulla da fare. Ora i carabinieri, intervenuti anche loro sul posto, sono al lavoro per capire l'esatta dinamica dei fatti e se la causa del decesso sia legata proprio alla tensione della lite.

Lo scorso agosto un agente di polizia aveva salvato un uomo colpito da infarto

Non si sa se un intervento più tempestivo da parte dei presenti avrebbe potuto salvare la vita all'uomo. Di certo, in presenza di un infarto, il tempo è fondamentale: la riprova è in quanto avvenne a Milano lo scorso 24 agosto, quando un agente della polizia ferroviaria alla stazione Centrale era riuscito a salvare la vita a un uomo di 76 anni. In quel caso l'anziano si era accasciato sulle scale mentre stava cercando di raggiungere il binario: in pochi minuti l'agente lo ha raggiunto e gli ha iniziato a praticare un massaggio cardiaco, salvandolo.