Secondo morto sul lavoro in Lombardia in due giorni. Oggi giovedì 6 maggio verso le 10 un uomo di 46 anni ha perso la vita in un cantiere a Pagazzano, in provincia di Bergamo. Dalle primissime informazioni, l'operaio è morto schiacciato da un carico che sarebbe caduto dall'alto, probabilmente una lastra di metallo. Subito sono scattati i soccorsi: i paramedici e i medici dell'ambulanza e di un'automedica purtroppo però non hanno potuto far altro che accertare il decesso. Inutile la corsa d'urgenza in ospedale. Ora i carabinieri di Treviglio e i tecnici dell'Ats di Bergamo sono al lavoro per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente e individuare eventuali responsabilità. Certo è che in Lombardia si tratta del secondo decesso sul lavoro negli ultimi due giorni.

A Busto Arsizio l'incidente che è costato la vita a Christian Martinelli

La notizia di un nuovo decesso infatti arriva a poche ore di distanza dalla morte di Christian Martinelli, l'operaio che ieri mattina in un'azienda a Busto Arsizio, in provincia di Varese, è rimasto schiacciato da una fresa proprio mentre stava lavorando: nonostante il tempestivo intervento dei medici e il trasferimento in codice rosso all'ospedale di Legnano, non è stato possibile salvarlo. L'uomo era ancora cosciente quando è stato soccorso dai colleghi ma sarebbe andato in arresto cardiaco poco dopo. La Procura di Busto Arsizio ha quindi aperto un'indagine per omicidio colposo a carico di ignoti: il pubblico ministero di turno ha inoltre disposto l'autopsia e il sequestro del macchinario. A poche ore dall'incidente la moglie ha spiegato che il marito i giorni prima si lamentava perché in azienda erano pochi operai a dividersi il lavoro.