Quella appena iniziata sarà per l'Italia una settimana caratterizzata da strane temperature miti e un caldo decisamente anomalo per questa stagione. Tutta colpa dell’alta pressione di origine nord africana che insisterà sulla Penisola per gran parte della settimana portando condizioni meteo prevalentemente stabili che faranno vivere agli italiani un vero e proprio anticipo di primavera. Una situazione inconsueta che però porta a due conseguenze molto negative: da un lato la formazione di fitte nebbie, soprattutto nelle pianure del nord, e dall'altro un marcato peggioramento della qualità dell'aria che in alcune regioni porterà a raggiungere livelli di Pm10 più che doppi rispetto alla soglia limite. Fortunatamente secondo le previsioni meteo, si tratta di una condizione destinata a estinguersi tra gli ultimi giorni della settimana e l'inizio del weekend.

Nel dettaglio, per la giornata di lunedì dunque atteso un generale rialzo delle temperature che si attesteranno su valori oltre la norma su quasi tutte le regioni anche se il sole non sarà presente ovunque. Banchi di  nubi infatti interesseranno tutto il settore tirrenico della Penisola da nord a sud anche se il clima rimarrà asciutto e senza piogge. Il sole prevarrà fin dal mattino nel resto dell'Italia e in estensione dal pomeriggio anche a tutto il sud. Annuvolamenti potrebbero insistere solo su Liguria e Toscana.

La stabilità atmosferica non darà nessun segnale di cedimento nemmeno per martedì quando a parte le solite nubi notturne e mattutine in Val Padana centrale e valli del Centro la giornata sarà cataratte rizzata da sole prevalente quasi ovunque. Annuvolamenti più intensi saranno possibili ancora solo su Liguria e Toscana. Temperature massime stazionarie ma sempre alte per il periodo e venti generalmente deboli.