Anche quella di oggi sarà una domenica che avrà ben poco di primaverile. Diverse zone della penisola devono fare i conti col maltempo, che ieri ha provocato anche due vittime in Lombardia. Due pescatori di origini rumene sono morti a Urago d’Oglio, nel Bresciano, travolti da alberi caduti mentre una forte grandinata, sempre nel tardo pomeriggio di sabato, ha bloccato per 40 minuti l’aeroporto di Malpensa. Oggi, domenica 12 maggio, sono attesi venti forti e temporali, in particolare sul Nord e sulle regioni centro-meridionali. La Protezione civile ha diramato un’allerta arancione in Emilia-Romagna e Marche. Mentre è allerta gialla su Veneto, Toscana meridionale, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabra e Sicilia. Secondo gli esperti meteo non andrà meglio nelle prossime ore: oltre a piogge e temporali è in arrivo anche un deciso rinforzo dei venti e un forte calo delle temperature.

Allerta arancione in Emilia-Romagna e Marche – Da questa mattina è atteso un deciso peggioramento delle condizioni meteorologiche. Come detto, l’allerta arancione riguarda Marche ed Emilia-Romagna. In quest’ultima regione, l’allarme durerà fino a mezzanotte e riguarda larga parte del territorio. Nei dettagli, l'allerta è di colore arancione per criticità idraulica e idrogeologica e temporali sulla Romagna, sull'Emilia orientale, sulla pianura emiliana centrale e sull'Emilia occidentale, oltre che per vento sulla costa romagnola e ferrarese e sull'intero crinale appenninico. Si prevede su tutto il territorio regionale un aumento dell'instabilità atmosferica, associata a fenomeni temporaleschi diffusi. È prevista anche una intensificazione dei venti con raffiche che potrebbero superare nel pomeriggio e verso la sera la soglia di 40 nodi. Sulla costa sono previste onde, nella seconda parte della giornata, con una altezza superiore a due metri e mezzo.