Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Tragedia nelle acque di Malta, dove un peschereccio italiano è affondato a mezzo miglio al largo dell'isola nella mattinata di oggi, sabato 4 maggio, intorno alle 4. Si tratta di un motopesca a strascico di Siracusa. Al momento, il bilancio è di 1 morto e di 1 disperso. I soccorsi sono coordinati dall'autorità marittima maltese. A bordo dell'imbarcazione "Zaira" c'erano quattro persone, tutte siciliane. Tre sono state salvate e portate in ospedale alla Valletta, dove però una è deceduta. Si tratterebbe di un ragazzo di 29 anni, come riporta The Times of Malta. Le altre due avrebbero nuotato fino a riva dove avrebbero chiesto aiuto. La quarta persona risulta attualmente dispersa. Dalle informazioni che dà la stampa locale, il suo nome sarebbe Luciano Sapienza, padre di uno dei ricoverati. Le loro famiglie raggiungeranno presto l'isola in aereo.

Ciò che è certo che forti venti hanno soffiato durante tutta la notte da sud-est, rendendo il mare molto agitato e che ha avuto la meglio sul motopesca che ha finito col colpire uno scoglio. Di lì a poco ha iniziato a imbarcare acqua, per poi capovolgersi. Questa, per altro, è una zona tristemente nota per i suoi naufragi, tra cui il più noto è quello in cui perse la vita il petroliere Angel Gabriel, che rimase ucciso durante una violenta tempesta nel settembre del 1969.