Conflitto in Ucraina
16 Aprile 2022
07:01
AGGIORNATO16 Aprile

Le notizie del 16 aprile 2022 sulla guerra in Ucraina

Cos'è successo nel 51esimo giorno di guerra- Zelensky: “Fine dei negoziati se Mariupol sarà distrutta”. Kiev teme escalation dei bombardamenti a Sud dopo affondamento dell'incrociatore Moskva.  Finlandia chiede adesione alla Nato "più rapida possibile". Via Crucis al Colosseo con la croce portata insieme anche da due donne, una ucraina e una russa. Da domani porti italiani off limits a navi russe.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina
16 Aprile
22:58

Zelensky: "La Russia può usare armi nucleari, prepariamoci"

"Non dobbiamo aspettare il momento in cui la Russia deciderà di usare le sue armi nucleari, dobbiamo prepararci per questo". A dirlo il presidente Volodymyr Zelensky parlando ai media ucraini e sul canale Telegram della presidenza ucraina. "C'è bisogno di farmaci contro le radiazioni, di rifugi antiaerei – ha detto – bisogna parlare con loro, firmare accordi, colpirli economicamente: perché i russi possono utilizzare qualsiasi arma, ne sono convinto", ha concluso.

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
22:09

Il cancelliere austriaco: "Putin collaborerà alle indagini su Bucha"

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha detto al cancelliere austriaco, Karl Nehammer, "che coopererà con un'indagine internazionale sui crimini di guerra, dei quali sono accusate le forze russe in Ucraina: come l'uccisione di decine di civili a Bucha". Così Nehammer alla Nbc: "Mi ha detto che da un lato collaborerà ad un'indagine internazionale, e dall'altro che non si fida del mondo occidentale". "Quindi questo sarà il problema in futuro".

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
21:54

Zelensky: "Pronti a stare fuori dalla Nato e a discutere su status Crimea"

"L'Ucraina è pronta a discutere con la Russia la permanenza fuori dalla Nato, e lo status della Crimea, ma solo dopo la cessazione delle ostilità ed il ritiro delle truppe russe dal territorio ucraino". A dirlo il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un'intervista ai media ucraini. "Non si può chiedere di accettare prima lo stato di neutralità per poi ritirare l'equipaggiamento – ha spiegato Zelensky – quale dei garanti della sicurezza, firmerà se qua c'è l'equipaggiamento militare?".

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
21:38

Mosca accusa Kiev: "Soldati ucraini hanno sparato ai corridoi umanitari"

Il capo del Centro di controllo della difesa nazionale della Federazione Russa, il colonnello generale Mikhail Mizintsev, ha accusato l'esercito ucraino di aver sparato nelle aree designate come corridoi umanitari verso Kharkiv e Zaporizhzhia, impedendo l'evacuazione dei civili. "I sistemi di controllo hanno registrato violazioni nelle aree dei corridoi umanitari aperti", ha affermato Mizintsev, secondo quanto riporta Tass, "i militanti dei battaglioni territoriali hanno sparato con armi leggere e mortai nelle direzioni di Kharkiv e Zaporizhzhia, impedendo così l'evacuazione dei cittadini dagli insediamenti bloccati".

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
21:23

Johnson chiama Zelensky: "Kiev prevarrà e Putin fallirà"

Il primo ministro inglese Boris Johnson ha parlato al telefono con il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, al quale ha ribadito la sua convinzione che "Kiev prevarrà e Putin fallirà". Lo riferisce un portavoce di Downing Street, secondo il quale "il premier ha reso omaggio al coraggio delle forze ucraine che continuano a difendere valorosamente la libertà del loro Paese", mentre Zelensky ha aggiornato Johnson sulla situazione a Mariupol". "I due leader hanno discusso della necessità di una soluzione di sicurezza a lungo termine per l'Ucraina. Il premier britannico ha affermato che continuerà a lavorare a stretto contatto con alleati e partner, per garantire che l'Ucraina possa difendere la sua sovranità nelle settimane e nei mesi a venire".

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
21:15

Zelensky: "Pronto a incontrare subito Putin"

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, si è detto pronto a incontrare "il prima possibile" il presidente russo, Vladimir Putin, anche perché "non credo che un solo incontro basterà". "Non credo sia possibile incontrarsi una volta e concordare su tutto perché ci sono ancora molte questioni aperte", ha dichiarato Zelensky in un'intervista ai media online ucraini rilanciata da Ukrainska Pravda, "non so ancora per quali questioni i russi sceglieranno la nostra opzione e per quali noi sceglieremo la loro opzione".

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
21:08

Ministro tedesco: "Fornire armi all'Ucraina non vuol dire essere in guerra con la Russia"

Per  Marco Buschmann, ministro della Giustizia tedesco, "fornire armi all'Ucraina – anche armamenti pesanti – non vuol dire che la Germania sia entrata in guerra contro la Russia: a stabilirlo è il diritto internazionale, che non associa la fornitura di armi ad un altro Paese in guerra allo stato di belligeranza". I commenti del ministro seguono la decisione di Berlino di sbloccare oltre 1 milione di euro in aiuti militari a Kiev.

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
20:42

Russia: "Abbattuto aereo che trasportava armi occidentali"

"Le forze di difesa aerea russe hanno abbattuto vicino a Odessa un aereo militare ucraino che trasportava armi fornite dagli occidentali". A dirlo il ministero della Difesa russo, secondo quanto riporta la Tass.

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
20:29

La Russia: "Mariupol completamente ripulita dai militari del battaglione Azov"

Il ministero della Difesa russo afferma di avere "ripulito completamente l'area della città di Mariupol da tutti i miliziani del battaglione Azov, dei mercenari stranieri e delle truppe ucraine". A dirlo il ministero della Difesa di Mosca citato dalla Tass. Sempre secondo il ministero della Difesa di Mosca, 1.464 militari ucraini si sono arresi a Mariupol, mentre dall'inizio dell'attacco alla città oltre 4.000 membri delle forze che la difendevano sono stati uccisi. Le autorità di Mosca affermano che tra i mercenari fatti prigionieri a Mariupol ci sono due cittadini britannici. "Rimangono solo non più di 2.500 combattenti che resistono nell'acciaieria Azovstal, la cui unica chance di sopravvivenza è deporre le armi".

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
19:53

Dall'inizio della guerra in Ucraina uccisi 21 giornalisti

Dall'inizio della guerra in Ucraina sono morti 21 giornalisti. A rivelarlo la commissione per la libertà di stampa del parlamento ucraino, secondo quanto riporta l'Ukrainska Pravda  "Esprimiamo le nostre sincere condoglianze alle famiglie delle vittime. Chiediamo una risposta globale ai crimini commessi dagli occupanti russi in Ucraina, inclusa la distruzione dei media liberi. Chiediamo alle forze dell'ordine di documentare attentamente i crimini contro i giornalisti", ha sottolineato citando tutti i nomi dei 21 reporter che sono rimasti uccisi dall'inizio del conflitto.

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
19:32

Zelensky: "Nel trattato di pace due documenti: uno su sicurezza Ucraina, l'altro sulle relazioni con la Russia"

"Il trattato di pace con la Russia dovrebbe prevedere due diversi documenti: uno sulle garanzie di sicurezza per l'Ucraina, l'altro sulle sue relazioni con la Federazione Russa". A dirlo il presidente ucraino Vlodymyr Zelensky in un'intervista ad alcuni media ucraini, sottolineando che la Russia vorrebbe invece un unico documento. Ma – ha aggiunto – "abbiamo visto cosa è successo a Bucha, le circostanze stanno cambiando", riporta l'Ukrainska Pravda.

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
18:38

Zelensky: "In caso di neutralità dell'Ucraina l'Italia si è offerta come garante per la sicurezza"

L'Italia è tra i Paesi che si sono offerti per garantire la sicurezza dell'Ucraina, nell'eventualità di un accordo con Mosca sullo status neutrale di Kiev. A dirlo all'Ukrainska Pravda il leader ucraino, Volodymyr Zelensky, spiegando che manifestazioni di disponibilità sono giunte inoltre da Gran Bretagna, Stati Uniti e Turchia. "Al momento non abbiamo ancora firmatari ma c'è una dimostrazione (di interesse, nda) da Johnson, dalla Gran Bretagna, dagli Usa, dall'Italia, dalla Turchia", ha spiegato Zelensky, "credo che ci sarà un impegno separato dall'Unione Europea".

A cura di Davide Falcioni
16 Aprile
17:56

Zelensky: "Situazione a Mariupol molto difficile"

"La situazione è molto difficile" a Mariupol, "i nostri soldati sono bloccati, i feriti sono bloccati. C'è una crisi umanitaria in corso e nonostante questo i ragazzi si difendono", ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky a Ukrainska Pravda sottolineando che le forze russe cercano di avanzare per conquistare la prima grande città dall'inizio dell'invasione.

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
17:46

Unhcr: "Sono 4,8 milioni le persone fuggite dall'Ucraina"

Sono 4.836.445 gli ucraini fuggiti dal loro Paese dall'inizio dell'invasione russa, secondo l'ultimo aggiornamento dell'Unhcr, l'Agenzia Onu per i Rifugiati. La Polonia ne ha accolti 2.744.778; la Romania 732.473. Mentre le persone che hanno attraversato il confine cercando sicurezza in Ungheria sono 454.098. Altre si sono dirette verso la Federazione Russia, Moldavia, Slovacchia e Bielorussia. Secondo i dati di Unhcr, 94.800 rifugiati ucraini sono arrivati in Italia fino ad oggi.

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
17:34

Zelensky: “Fine dei negoziati se Mariupol sarà distrutta”

La distruzione delle forze ucraine che difendono la città di Mariupol “metterà fine ai negoziati con la Russia”. Lo ha affermato il presidente Volodymyr Zelensky, citato dal Kyiv Independent. “La distruzione del nostro esercito, dei nostri ragazzi, porrà fine a tutti i negoziati”, ha detto. In precedenza Zelensky aveva affermato che erano in corso trattative sulla sorte di Mariupol, ma che i russi chiedono la resa. Il presidente ha detto che l’Ucraina non si fida ad accettare la richiesta russa, temendo un massacro dei propri soldati se dovessero consegnare le armi.

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
17:25

Media ucraini: “Comandante separatista del Donetsk sequestrato dagli 007 russi”

Eduard Basurin, il vicecomandante delle milizie separatiste filorusse dell’autoproclamata repubblica popolare di Donetsk, è “scomparso” dopo un colloquio con agenti dell’Fsb, i servizi d’intelligence russi. La denuncia arriva da diversi media ucraini, fra cui l’Ukrainska Pravda e il sito Fakty secondo cui Basurin sia stato arrestato o sequestrato perché avrebbe rivelato, facendosi intercettare dagli ucraini, presunti piani russi di usare armi chimiche per stanare i difensori ucraini asserragliati a Mariupol fra i ruderi dell’acciaieria Azovstal.

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
17:17

Kiev: “Bombardata raffineria nel Lugansk: enorme incendio in corso”

Le truppe russe avrebbero bombardato la raffineria di Lysychansk, nel Lugansk, causando un incendio su tutti i cinquemila metri quadri dell’impianto. Nell’attacco sono state prese di mira anche alcune zone residenziali. Lo riferisce il capo dell’amministrazione statale regionale Serhiy Haidai. “Questo non è il primo bombardamento di questo impianto: lo prendono di mira sistematicamente”, ha aggiunto.

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
16:42

Raid Kharkiv, bilancio sale a 2 morti e 18 feriti

Sale a due morti e 18 feriti il bilancio dell'attacco missilistico di questa mattina contro due distretti di Kharkiv, su cui la Procura della regione ha avviato un'indagine preliminare per violazione del diritto di guerra e omicidio premeditato. "Secondo l'indagine, il 16 aprile 2022, verso le 11.45 – riporta la Procura generale sul suo canale Telegram – i militari russi hanno sparato contro i distretti Slobidsky e Osnovyansky di Kharkiv utilizzando un missile da crociera a lungo raggio. Il bombardamento ha ucciso due civili e ne ha feriti altri 18. Anche case, automobili, un mercato e negozi sono stati danneggiati e distrutti

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
16:25

Mariupol: "I russi stanno rastrellando gli uomini"

"I russi stanno raccogliendo tutti gli uomini di Mariupol e li trasferiscono a Bezimenne, un villaggio del Donetsk sotto il loro controllo". Lo affermano le autorità locali, secondo quanto riporta l’agenzia Unian, sottolineando che una volta trasferiti "gli vengono sequestrati i documenti in attesa di nuovo ordine". "Stanno compiendo una intensa `pulizia´ degli uomini, abbiamo le prime conferme", ha scritto su Telegram un consigliere del sindaco della città, Petro Andryushchenko.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
16:17

L'allarme di Medici Senza Frontiere: "Migliaia di casi di tubercolosi tra i profughi ucraini"

Sono tanti i profughi ucraini malati che necessitano di cure alle quali faticano ad accedere così come denunciato da Medici Senza Frontiere. La situazione più critica riguarda i malati di tubercolosi che sarebbero almeno 2.500.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
16:09

 Distrutta dai russi Okhtyrka, nella regione di Sumy

Lo comunica il sindaco Pavlo Kuzmenko, specificando come la quasi totalità delle case sia stata danneggiata dai bombardamenti: non ci sono porte o finestre e a causa della mancanza di fornitura di calore, batterie e tubi di alimentazione dell'acqua, non sono abitabili.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
16:02

Ucraina scansiona volti dei soldati russi morti e contatta madri 

Funzionari ucraini hanno eseguito oltre 8.600 riconoscimenti facciali di soldati russi morti o catturati dall'inizio della guerra, utilizzando le scansioni per identificare i corpi e contattare centinaia di familiari. Un vero e proprio ‘esercito informatico' di hacker e attivisti alle dipendenze del governo ucraino, ha gia' informato le famiglie della morte di 582 soldati russi, in alcuni casi inviando loro foto dei cadaveri abbandonati. Per le scansioni, gli ucraini utilizzano un software dell'azienda Usa Clearview AI per fomentare il dissenso all'interno della Russia e scoraggiare gli avversari. Ma secondo
alcuni analisti la strategia potrebbe essere un boomerang, infiammando la rabbia per una campagna shock diretta soprattutto alle madri delle vittime. "Contattare i genitori dei soldati e' una classica guerra psicologica e potrebbe diventare una prassi in conflitti futuri", ha commentato una analista britannica, Stephanie Hare.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
15:38

Nuova ordinanza di Putin: "Multe per chi paragona l'Urss alla Germania nazista"

Fino a 2mila rubli o 15 giorni di arresto per i privati cittadini. Tra i cinquemila e i ventimila rubli di ammenda e la sospensione da sei mesi a un anno per i funzionari pubblici. Fino a 50mila rubli per fondazioni e associazioni : sono le multe disposte con una ordinanza dal presidente russo Putin per quanti paragonino l'Unione Sovietica alla Germania nazista. Un provvedimento che rafforza la linea nazionalista della sua leadership mentre le azioni delle forze russe in Ucraina sono paragonate in Occidente a quelle delle truppe naziste. Il periodo sovietico è quello che ha visto la massima espansione della potenza russa e per questo è visto come positivo da molti russi.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
15:15

Kiev lamenta: "Armi arrivano tardi, da Ue non quelle che chiediamo"

Le armi necessarie all'Ucraina per resistere all'invasione russa arrivano troppo tardi e l'Europa manda quelle che Kiev non ha chiesto. A denunciarlo è il consigliere del presidente ucraino, Mikhailo Podolyak, che in un tweet puntualizza: 1) L'Ucraina chiede armi all'Europa. 2) Gli europei sostengono gli appelli ai loro governi. 3) L'Ue dà le armi all'Ucraina, non quelle che noi chiediamo. 4) Le armi ci mettono troppo ad arrivare". Conclusione: "La democrazia non vincerà giocando questo gioco. L'Ucraina ha bisogno di armi, non tra un mese. Adesso".

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
15:08

Si combatte nella zona di Zaporizhya

Nuovi combattimenti nella regione di Zaporizhya. Sempre più spesso, riportano i media locali, gli obiettivi dei russi non sono le strutture militari e le posizioni dei difensori ucraini, ma le case, gli ospedali, le scuole. Nella notte sono state bombardate le aree residenziali di Polohy. Secondo il capo dell'amministrazione del distretto di Polog, Artur Krupsky, tra le vittime anche un bambino di 12 anni che ha subito un intervento chirurgico urgente. Lo ha riferito l'amministrazione militare regionale di Zaporizhya.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
14:55

Autorità di Luhansk: escalation di combattimenti, i civili vadano via

Le autorità di Luhansk esortano i civili a lasciare l'area mentre si intensifica l'offensiva russa nel Donbass.  Sul suo account telegram, il responsabile dell'amministrazione  regionale, Sergei Haidai, ha scritto che oltre 70mila residenti non  sono ancora partiti in direzione di zone più sicure: "E' estremamente  pericoloso restare nelle città adesso, i bombardamenti si sono  intensificati".  Nella regione di Luhansk non sotto il controllo dei separatisti  filorussi prima dell'inizio dell'invasione dell'Ucraina vivevano circa 330mila persone: oltre 32mila sono state evacuate in 52 giorni con  mezzi di trasporto organizzati, mentre più di 200mila hanno lasciato  la regione con mezzi propri. Haidai ha accusato le forze russe di attaccare i civili nelle città  più colpite di Rubizhne, Popasna e Hirske, "distrutte al punto di  essere irriconoscibili".

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
14:35

Continuano a suonare le sirene a Kiev, dichiarata allerta aerea 

Ancora sirene nella capitale ucraina. A Kiev è stata appena dichiarata l'allerta aerea, a tutti viene chiesto di ripararsi nel rifugio della protezione civile.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
14:29

Da domani porti italiani chiudono alle navi russe

Da domani i porti italiani saranno off limits per le navi russe e il divieto varrà anche per le imbarcazioni che hanno cambiato bandiera dopo il 24 febbraio. La misura è contenuta in una circolare del Comando generale delle Capitanerie di Porto che recepisce la direttiva dell'Unione europea dell'8 aprile scorso con la quale sono state introdotte le ulteriori sanzioni nei confronti della Russia. Le navi che si trovano attualmente nei porti italiani, dice la circolare, dovranno lasciarli subito dopo "il completamento delle proprie attività commerciali".

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
14:22

I russi colpiscono una raffineria di petrolio a Luhansk 

"I russi hanno colpito a Lysychansk una raffineria di petrolio. l'incendio, ancora in corso, si è esteso su 5000 mq. Non è la prima volta che i russi colpiscono la raffineria sperando di distruggere il petrolio per lasciare i nostri soccorritori senza carburante. Ma lì il carburante non c'è più, ci sono soltanto scorie". Lo comunica Sergey Haidai, governatore della regione di Luhansk.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
14:11

Il miliardario ucraino Ahmetov promette di ricostruire Mariupol

Il teatro bombardato di Mariupol
Il teatro bombardato di Mariupol

L'uomo più ricco di Ucraina, Rinat Akhmetov, ha promesso di ricostruire la città di Mariupol, assediata dalle forze russe che ne rivendicano il controllo e da quasi due mesi sottoposta a pesanti bombardamenti. In un'intervista alla Reuters, il miliardario ha espresso fiducia nei "coraggiosi soldati" ucraini che "difenderanno la città, anche se capisco quando difficile e duro possa essere". Mariupol, ha aggiunto, "e' una tragedia globale e un esempio globale di eroismo. Per me e' stata e sarà sempre una città
ucraina".

Akhmetov ha visto il suo impero ridursi drasticamente dopo il 2014 con la perdita della Crimea e la guerra in Donbass, passando da 15,4 miliardi di dollari a 3,9. "Abbiamo perso i nostri affari ma ci ha reso più duri e forti", ha commentato, dicendosi "fiducioso che la System Capital Management, il gruppo privato più grande del Paese, giocherà un ruolo nella ricostruzione dell'Ucraina dopo la guerra".

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
14:02

A Mariupol le “forze russe imporrano divieto di spostamento”

Le forze russe a Mariupol si preparano a imporre dal 18 aprile il divieto di spostamento nei quartieri della città, per controllare tutti gli uomini presenti. Lo ha dichiarato il consigliere del sindaco, Petro Andryushchenko, su Telegram, aggiungendo che i russi intenderebbero arruolare a forza parte degli uomini, costringere altri a ripulire la città devastata e isolare quelli considerati inaffidabili.

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
13:56

Colloquio Putin-Bin Salman: "Rafforzare relazioni bilaterali" 

Colloquio telefonico tra il presidente russo Vladimir Putin e il principe ereditario saudita Mohammad bin Salman durante il quale i due hanno espresso l'impegno per "un ulteriore sviluppo delle relazioni bilaterali". Russia e Arabia Saudita sono i due Paesi leader nell'Opec+, organizzazione di Paesi esportatori di petrolio. Gli Stati arabi maggiori produttori di greggio fanno parte del fronte di Paesi che non hanno aderito alle sanzioni contro la Russia, di cui fanno parte Cina, India, gli Stati dell'America Latina e dell'Africa e Israele

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
13:52

Kiev: "Mille civili prigionieri, la metà sono donne. Mosca li rilasci" 

"Oltre un migliaio di civili sono stati catturati dai russi, dei quali più di 500 sono donne". Lo ha affermato la vice premier ucraina, Iryba Vereshchuk, sottolineado che Kiev "non scambierà i militari per i civili, dal momento che è proibito dalla Convenzione di Ginevra". L'Ucraina chiede "il rilascio senza condizioni dei civili", ha dichiarato.

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
13:40

Sindaco Kiev: “Un morto e diversi feriti in attacco missilistico”

“A seguito dell'attacco missilistico di questa mattina, una persona è rimasta uccisa e diversi feriti sono stati ricoverati in ospedale nel distretto di Darnytskyi”, a dirlo è il sindaco di Kiev, Vitalii Klycko, che aveva annunciato il nuovo attacco subito dalla capitale, nel quartiere Darnytsia. “Le nostre forze di difesa aerea stanno facendo tutto il possibile per proteggerci, ma il nemico è insidioso e spietato – commenta – non è un segreto che uno dei generali russi abbia recentemente dichiarato di essere pronto per attacchi missilistici contro la capitale ucraina. E, come si vede, stanno effettuando i bombardamenti”

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
13:30

Vescovo Bielorussia: "Guerra è crimine contro Dio, va condannata" 

"La guerra è un crimine contro Dio e contro l'uomo che merita una condanna decisa e immediata", così, nel messaggio di Pasqua ai cattolici bielorussi, monsignor Tadeusz Kondrusiewiczn. Il vescovo prega il Cristo Risorto con queste parole: "Abbi pietà dell'Ucraina intrisa di sangue! Scuoti i cuori pietrificati dei responsabili di questa tragedia, che ha portato a una catastrofe umanitaria e all'umiliazione della dignità umana come creazione di Dio. Ascolta le grida delle madri dei figli e delle figlie assassinati, delle persone, dei rifugiati e di tutti i feriti, compresi molti bambini, e falla cessare subito! Possa la via del dialogo, del rispetto reciproco e del perdono, rafforzata da una forte preghiera per la pace in Ucraina, indetta da Papa Francesco, porre fine alle cannonate, prevenire un'ulteriore escalation delle ostilità da entrambe le parti del confronto e portare a una pace giusta!".

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
13:20

Forze ucraine Kiev agli sfollati: “Non tornate nella capitale”

L’amministrazione militare ha esortato su Telegram i residenti di Kiev a non tornare a casa poiché le truppe russe hanno ripreso a bombardare la capitale e l’intera regione. Secondo quanto riporta Ukrinform, sarebbero migliaia le persone che ogni giorno tornano nella capitale ucraina: “Gli aiuti umanitari, i servizi di emergenza, i medici, i servizi pubblici e i militari non riescono a superare gli ingorghi” a causa delle lunghe code all'ingresso della capitale. “Non ignorate gli allarmi per i raid aerei, rimanete al sicuro“, hanno esortato i funzionari.

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
13:15

Sono 94.800 i profughi arrivati dall'Ucraina all'Italia finora  

Sono 94.800 le persone in fuga dal conflitto in Ucraina arrivate fino a oggi in Italia, delle quali 90.652 alla frontiera e 4148 controllate dal compartimento Polizia ferroviaria del Friuli Venezia Giulia. I dati sono stati diffusi dal Viminale. L'incremento, rispetto a ieri, è  di 1.024 ingressi nel territorio nazionale. Dei profughi arrivati, 48.977 sono donne, 11.053 uomini e 34.770 minori. Le principali città scelte dai profughi sono Milano, Roma, Napoli e Bologna

A cura di Chiara Ammendola
16 Aprile
12:56

Kiev, riapre l'ambasciata italiana

L'ambasciata italiana a Kiev ha riaperto, dopo settimane in cui era sostanzialmente stata spostata a Leopoli.“È un segnale di speranza”, ha detto l'ambasciatore Zazo.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
12:53

Times: "Forze speciali Regno Unito a Kiev per addestrare gli ucraini"

– Forze speciali britanniche si sono recate a Kiev nelle ultime due settimane per addestrare i militari ucraini nell'impiego di alcuni tipi di armi forniti da Londra, in particolare i razzi anti-carro Nlaw.. Lo hanno detto ufficiali ucraini al Times

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
12:44

Lugansk, russi uccidono civili: invito autorità a evacuare

Il capo dell'amministrazione militare regionale di Lugansk, Serhiy Haidai, ha invitato i residenti ad evacuare mentre la situazione sul terreno peggiora, con le forze russe che sparano sui civili: lo riporta l'Ukrayinska Pravda. "Non ritardate l'evacuazione! La regione di Lugansk sarà protetta dalle forze armate. L'evacuazione nelle città continua, ma a causa dei bombardamenti mattutini a Lysychansk potrebbero esserci dei cambiamenti", ha detto Haidai ,sottolineando che le forze russe cercano di catturare le città ancora sotto il controllo ucraino, ma vengono respinti con perdite dai soldati di Kiev. Di conseguenza, ha sottolineato, gli invasori – infuriati dalle continue sconfitte – spararono sui civili.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
12:27

Putin promulga legge che prevede multe per comparazione Urss con Germania nazista

Il presidente russo Vladimir Putin ha promulgato una legge che prevede multe per i cittadini o
l'arresto per coloro che mettono in connessione il ruolo dell'Unione sovietica e quello della Germania nazista nella
Seconda guerra mondiale. Lo si legge sul portale internet per le informazioni legali della Federazione Russa. Le
sanzioni prevedono una multa da mille a duemila rubli o l'arresto per 15 giorni per i cittadini, mentre funzionari e
persone giuridiche rischiano multe maggiori, fino a un massimo di 100 mila rubli.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
12:16

Onu: da inizio invasione registrata uccisione 1.900 civili

Le Nazioni Unite hanno registrato l'uccisione di oltre 1.900 civili dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina, ma hanno avvertito che "le cifre reali sono molto più alte".

Dei 1.982 civili uccisi tra il 24 febbraio e il 14 aprile, 162 erano bambini, ha affermato l'Ufficio dell'Alto Commissario delle
Nazioni Unite per i diritti umani (Ohchr).

Altri 2.651 civili erano rimasti feriti, 256 dei quali bambini. La maggior parte delle vittime e dei feriti è stata causata da
bombardamenti e attacchi aerei, ha affermato l'Ohchr. L'Alto Commissario per i diritti umani Michelle Bachelet ha
precedentemente espresso orrore per le notizie di civili uccisi nella città di Bucha, vicino alla capitale Kiev, dicendo che hanno sollevato "domande serie e inquietanti su possibili crimini di guerra" e chiedendo che le prove siano conservate.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
12:00

 Missili sull'aeroporto di Oleksandria, ci sono morti

Andrii Raikovych, capo dell'amministrazione militare di Kirovohrad, nel centro dell'Ucraina, ha segnalato vittime in seguito all'attacco missilistico russo sull'aeroporto di Oleksandria la scorsa notte. Lo riferisce il corrispondente di Ukrinform. "In tarda serata, missili russi hanno colpito la città di Oleksandria. Le infrastrutture dell'aeroporto sono state danneggiate. Alcune persone sono state uccise e ferite", ha detto.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
11:55

Russia vieta l'ingresso nel Paese a Boris Johnson

La Russia ha vietato l'ingresso nel paese al primo ministro britannico Boris Johnson e altri membri del suo
governo, di fronte alla posizione "ostile" di Londra nei confronti di Mosca. Lo riferisce la Bbc.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
11:36

Esperti: "L'obiettivo dei russi è bunker di Zelensky"  

Il ‘centro di controllo' di Kiev, un bunker sotto l"Ufficio del presidente Volodymyr Zelensky, potrebbe essere l'obiettivo principale delle forze russe per vendicarsi dell'affondamento dell'incrociatore Moskva. Questa l'ipotesi degli esperti militari ucraini che prevedono un aumento dei bombardamenti nella zona centrale della capitale ucraina, riporta l'Agenzia Unian. L'esperto militare Oleg Zhdanov afferma che potrebbe trattarsi di un "attacco inquietante al quartiere governativo di Kiev". Ma, spiega, "il centro decisionale, è ben protetto. È stato costruito in epoca sovietica in previsione di un possibile attacco nucleare. Anche se la tecnologia degli armamenti ha fatto da tempo un passo avanti, la struttura è ben protetta".

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
11:18

Bombardamenti a Dnipropetrovsk 

Due attacchi missilistici sono stati condotti nella regione di Dnipropetovsk, in Ucraina. Colpito un allevamento di pollame da tempo in disuso. Non ci sono feriti

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
10:50

Sindaco Kiev: "A quanti sono andati via dalla città dico di non tornare ancora"

"Questa mattina Kiev è stata attaccata nel quartiere Darnytsia. Ora soccorritori e medici sono al lavoro e le informazioni sulle possibili vittime sono in aggiornamento". Lo rende noto, sul suo canale Telegram, il sindaco di Kiev Vitalii Klychko. "Chiedo alle persone di rispettare le sirene antiaeree – aggiunge – e a quanti erano andati via dalla città di non tornare ancora".

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
10:28

Nella regione di Zaporizhzhia rapiti 30 amministratori locali tra sindaci e deputati

Dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina le forze russe hanno rapito più di 30 tra sindaci e deputati locali nella regione di Zaporizhzhia (sud): lo riferisce il capo dell’amministrazione militare regionale, Oleksandr Starukh, secondo quanto riporta Ukrinform, precisando che la maggior parte di loro sono già stati rilasciati.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
10:20

Mykolaiv, 5 morti nell'attacco di ieri: bombardamenti in corso

Nell'attacco di ieri con sistemi multipli di lanciarazzi russi, cinque persone sono state uccise e 15 sono rimaste ferite a Mykolaiv, nell'Ucraina meridionale. Lo riferisce un corrispondente di Ukrinform. Anche questa mattina la città è stata bombardata ma non ci sarebbero state vittime. Nella città di Charkiv, nell'Est, i bombardamenti sono diventati più estesi in alcuni quartieri. Ieri, più di 50 civili sono stati feriti e nove persone sono rimaste uccise nella città. Nella regione omonima sono state bombardate Derhachi, Balakliia e Zolochiv: due vittime e tre feriti. I combattimenti stanno infuriando anche in direzione di Izium.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
10:02

Colpita una fabbrica di carri armati nella periferia di Kiev

Le forze russe hanno bombardato questa mattina una fabbrica di carri armati ucraina alla periferia di Kiev: lo riporta un inviato della Afp. Dal complesso si alzano colonne di fumo. Il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, ha scritto su Facebook di non avere ancora informazioni su eventuali vittime.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
09:51

Raid russi nell'Est dell'Ucraina: 2 morti e quattro feriti

È di due morti e quattro feriti il bilancio dei raid russi condotti nella notte sull'Ucraina orientale. Una persona è rimasta uccisa e tre ferite in un bombardamento nella regione di Luhansk, ha riferito il governatore Serhiy Gaidai, esortando la popolazione ad andare via "mentre è ancora possibile". Un'altra persona è morta e una è rimasta ferita dopo un raid sul villaggio di Poltava, secondo quanto riferito dalle autorità locali.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
09:34

Kiev: "Oggi concordati nove corridoi umanitari"

Nove corridoi umanitari sono stati concordati oggi in Ucraina. Lo ha annunciato il vice primo ministro del Paese, Iryna Vereshchuk. Secondo la Reuters, i piani di evacuazione includono civili dalla città assediata di Mariupol con auto private. Cinque dei nove corridoi di evacuazione provenivano da est, nella regione ucraina di Luhansk, che secondo le autorità locali è sotto pesanti bombardamenti.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
09:30

Le sanzioni contro Putin si stanno ritorcendo contro la Cina

Pechino sta iniziando a pagare la crisi ucraina, la quale sommandosi al ritorno del Covid che blocca quasi la metà dell’economia domestica, mette a serio rischio il commercio globale e le sue previsioni di ripresa per il 2022. Perché le sanzioni contro la Russia (e il Covid) stanno mettendo in crisi la Cina

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
09:10

Polizia: giustiziati i 900 civili trovati in regione Kiev

Sarebbero stati quasi tutti giustiziati a colpi di pistola i 900 civili trovati nella regione che circonda Kiev. Lo riferisce l'Associated Press che cita la polizia locale, riportata dal Guardian.
"La presenza di ferite d'arma da fuoco indica che molti sono stati semplicemente giustiziati", hanno detto gli ufficiali di
polizia. Andriy Nebytov, il capo della polizia regionale di Kiev, ha spiegato che i corpi sono stati abbandonati nelle
strade o hanno ricevuto sepolture sommarie. Secondo la polizia il 95% è morto per ferite d'arma da fuoco.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
09:04

Guardian: "Vittime a Poltava, Severodonetsk e Lysychansk, gasdotto esploso"

Vittime a Poltava, Severodonetsk e Lysychansk a causa dei bombardamenti russi. Lo riferisce The Guardian, citando media locali e Kyiv INdependent.Il governatore della regione Serhiy Haidai- riporta The Guartdian – ha detto che una persona è stata uccisa, tre feriti e un gasdotto è esploso a causa dei bombardamenti russi durante la notte a Severodonetsk e Lysychansk

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
08:43

Kiev: "Uccisi 200 bambini e altri 360 feriti dall'inizio della guerra"

Dall'inizio della guerra russa in Ucraina, il 24 febbraio scorso, in Ucraina sono rimasti uccisi 200 bambini e altri 360 sono rimasti feriti. Lo ha denunciato l'ufficio della procura dei minori di Kiev, secondo cui il maggior numero di vittime, tra morti e feriti, si registra nella regione di Kiev (121), poi Donetsk (115), Kharkiv (88), Chernihiv (54), Mykolaiv (40), Kherson (29), Zaporizhzya (22), Sumy (16) e Zytomir (15).

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
08:34

Regno Unito: "Gravi danni a strade, ponti e porti in 50 giorni di guerra"

Gli oltre 50 giorni di guerra in Ucraina hanno provocato gravi danni alle infrastrutture dei trasporti, rendendo difficili i collegamenti nel Paese. E' quanto si legge nell'ultimo aggiornamento dell'intelligence della Difesa britannica. "Le infrastrutture stradali nelle aree dell'Ucraina interessate dal conflitto hanno subito danni significativi. Le truppe hanno accentuato i danni distruggendo porti, impiegando mine terrestri e abbandonando veicoli lungo arterie cruciali mentre si ritiravano dala nord dell'Ucraina", si legge nella nota di questa mattina. "La distruzione dei ponti sui fiumi a Chernihiv e dintorni ha lasciato solo un ponte pedonale intatto nella citta' sul fiume Desna. Prima della guerra, la citta' aveva 285mila abitanti. I danni alle infrastrutture di trasporto dell'Ucraina rappresentano ora una sfida significativa nella consegna degli aiuti umanitari alle aree precedentemente assediate dalla Russia", conclude Londra

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
08:28

Cosa farà Putin nella seconda parte della guerra in Ucraina 

I piani russi, la difesa ucraina, le possibili sorprese e le conseguenze di una vittoria di Mosca e di Kiev: tutto quello che potrebbe succedere nelle prossime settimane, nel dettaglio. L'analisi di Daniele Angrisani.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
08:19

Zelensky: "Facciamo di tutto per salvare civili a Mariupol"

Il presidente ucraino, nel suo consueto messaggio notturno, racconta di una riunione dello stato maggiore per preparare la battaglia finale a Mariupol. Intanto l’economia riparte: “Abbiamo iniziato a riempire il questionario per entrare nell’Ue”.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
08:02

Esplosioni a Kiev e Leopoli

Esplosioni sono state avvertite questa mattina a Kiev e Leopoli. Lo hanno riferito i media locali, secondo cui le sirene dell'allarme antiaereo sono suonate nella due città.

A cura di Biagio Chiariello
16 Aprile
08:02

La Russia blocca siti web di Radio France Internationale e Moscow Times

La Russia ha bloccato i siti web di Radio France Internationale e il servizio in lingua russa del Moscow Times secondo quanto riporta Reuters per continuare la repressione contro i media indipendenti.

A cura di Gabriella Mazzeo
16 Aprile
07:31

Media cattolici hanno boicottato Via Crucis: "Contro scelta di affiancare russi e ucraini"

I media cattolici online come  UGCC Live TV, la rivista CREDO, Radio Maria e EWTN Ucraina e le tv nazionali ucraine hanno deciso di non hanno trasmesso la Via Crucis in diretta dal Colosseo. E' l'agenzia di informazione Risu, rilanciata dall'agenzia della Cei, Sir, a dare la notizia aggiungendo che anche sulla sua pagina web non sarebbe stata postata la Via Crucis.  "Questi media – si legge su Risu – hanno quasi sempre coperto tutti gli eventi importanti in Vaticano. L'ultimo evento trasmesso è stata la consacrazione al Cuore Immacolato di Maria di Russia e Ucraina da parte da parte del Pontefice". La decisione è stata presa in protesta all'idea di far portare la croce alla stazione XIII da una donna ucraina e russa in segno di riconciliazione.

A cura di Gabriella Mazzeo
16 Aprile
07:21

I giornalisti Dud e Schulmann dichiarati "nemici della Russia"

La Russia dichiarato il giornalista e Youtuber Yury Dud e l'analista politica Ekaterina Schulmann "agenti stranieri e nemici del Paese". A riportarlo l'agenzia Tass. I due avevano criticato più volte l'invasione in Ucraina

A cura di Gabriella Mazzeo
16 Aprile
07:03

L'Ucraina teme escalation dei bombardamenti a Sud dopo affondamento Moskva

L'Ucraina teme una nuova escalation dei bombardamenti dopo l'attacco e l'affondamento della nave Moskva. Lo ha fatto sapere Nataliia Humeniuk, addetto stampa delle forze meridionali, affermando che si prevede che gli attacchi missilistici e di artiglieria russi nel Sud dell'Ucraina potrebbero intensificarsi per vendicare la distruzione della Moskva. Anche il portavoce dell'amministrazione della città di Odessa ha espresso gli stessi timori. La nave russa è stata colpita da alcuni missili Neptune di fabbricazione ucraina

A cura di Gabriella Mazzeo
2689 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni