15 CONDIVISIONI
video suggerito
Omicidio Giulia Cecchettin

Filippo Turetta atterrato in Italia, le ultime notizie sull’omicidio di Giulia Cecchettin: consegnato dalla Germania ammanettato mani e piedi

15 CONDIVISIONI

Gli aggiornamenti e le notizie in tempo reale sull'omicidio di Giulia Cecchettin: barba incolta e silenzioso, Filippo Turetta è atterrato intorno alle 11.30 in Italia, dopo la detenzione in Germania nel carcere di Halle, con un volo militare. Dopo l'arrivo all'aeroporto di Venezia intorno alle 12.30, ammanettato mani e piedi, è stato trasferito nel carcere di Verona; Italia sarà in cella sorvegliato 24 ore su 24, ma non in isolamento probabilmente per evitare possibili gesti autolesionistici.

Il 22enne veneto era stato fermato domenica scorso, dopo una settimana di fuga. Lo stesso giorno, nei pressi del lago di Barcis, in provincia di Pordenone, veniva ritrovato il corpo della sua ex fidanzata. Turetta è accusato di omicidio volontario aggravato e sequestro, ma si valuta anche la premeditazione. I due ragazzi erano scomparsi dallo scorso 11 novembre, a quella sera risale il video, ripreso dalle telecamere della zona industriale di Fossò, in cui lo si vede colpire Giulia e caricarla in macchina.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
20:53

L'avvocato Emanuele Compagno rinuncia alla difesa di Turetta

L'avvocato Compagno, ex difensore di Filippo Turetta
L'avvocato Compagno, ex difensore di Filippo Turetta

L'avvocato Emanuele Compagno, legale nominato d'ufficio di Filippo Turetta, ha rinunciato ieri pomeriggio alla difesa del 22enne, accusato del sequestro e dell'omicidio volontario aggravato di Giulia Cecchettin. Lo comunica lo stesso legale a Fanpage.it, precisando di aver avvisato fin da subito la famiglia del giovane della necessità di avere un legale di fiducia.

"Con l'arrivo in Italia di Filippo Turetta considero concluso il mio incarico d'ufficio. Oggi, infatti, egli ha potuto nominare difensori di fiducia, tra cui anche me. Ho depositato, però, rinuncia nel pomeriggio a tale nomina", ha dichiarato Compagno.

"Fin dall'inizio avevo rappresentato ai genitori, che mi avevano espresso stima, l'opportunità di una nomina di fiducia, pertanto non vi è alcun legame con le polemiche che qualcuno ha sollevato recentemente. Resto umanamente vicino al dolore delle famiglie. Il legale precisa che "la rinuncia non ha nulla a che fare con le polemiche nate dai miei video pubblicati su Youtube".

A cura di Eleonora Panseri
19:47

L'avvocato di Filippo Turetta: "Adeguatamente assistito in carcere, c'è stato primo incontro di conoscenza"

Il nuovo avvocato di Filippo Turetta, Giovanni Caruso, ha parlato con i giornalisti all’esterno del carcere di Verona dopo il primo incontro con il suo assistito.

Il 22enne, accusato dell’omicidio dell’ex fidanzata Giulia Cecchettin, è rientrato in Italia nella mattinata di sabato 25 novembre. “È disorientato e in condizioni di salute accettabili”, ha fatto sapere il legale.

A cura di Eleonora Panseri
17:09

La direttrice del carcere di Verona a Fanpage.it: "Applicate normali procedure, Turetta non è isolamento" 

Visita medica e psicologica, normale procedura prevista per tutti i nuovi detenuti. Queste le disposizioni che il carcere di Verona ha adottato nei confronti di Filippo Turetta, come ha spiegato la direttrice dello stesso penitenziario di Spini di Gardolo, Francesca Gioieni, a Fanpage.it. Il 22enne accusato dell'omicidio di Giulia Cecchettin non sarà dunque in isolamento. ”È un detenuto normale, è tranquillo", è stato definito dalla donna.

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
16:15

Turetta nello stesso carcere di Benno Neumair, condannato per l'omicidio dei genitori

Nel carcere di Montorio che da oggi ospita Filippo Turetta, è rinchiuso da alcuni mesi anche il protagonista di un altro caso di cronaca degli ultimi anni: Benno Neumair, il 33enne bolzanino condannato dalla Corte d'Appello di Bolzano all'ergastolo per il duplice omicidio e l'occultamento dei cadaveri dei genitori Laura Perselli e Peter Neumair.

A cura di Eleonora Panseri
15:26

Turetta in carcere: non ci sarà l'isolamento in cella

Filippo Turetta non dovrebbe essere messo in isolamento nel carcere di Montorio, a Verona, dove è da poco arrivato. Stando all'agenzia di stampa AGI, dovrebbe trascorrere i primi giorni nel reparto infermeria e l'opzione dell'isolamento parrebbe esclusa, anche per ridurre il più possibile l'eventualità di gesti autolesionistici. Turetta dovrebbe quindi condividere con un altro recluso questo suo primo periodo in carcere.

A cura di Biagio Chiariello
15:08

Per Turetta visite psichiatriche in carcere, poi in sezione 'protetti'

Filippo Turetta, appena arrivato nel carcere di Verona, farà un primo passaggio nel reparto infermeria dell'istituto penitenziario di Montorio per valutazioni da parte dell'equipe psicologica e psichiatrica. Reparto dove potrebbe stare qualche giorno prima di essere trasferito nella sezione "protetti", dedicata ai detenuti accusati di reati a "forte riprovazione sociale", come i "sexoffender" che prevede che non abbiano alcun contatto, a loro tutela, con detenuti per altre tipologie di reati. Turetta sarà anche sorvegliato a vista 24 ore su 24 in cella singola, per evitare gesti autolesionistici

A cura di Biagio Chiariello
14:35

Il momento dell'arrivo di Turetta nel carcere di Verona 

Una folla di reporter ha atteso l'arrivo di Filippo Turetta al carcere di Verona, dove il 22enne veneto accusato dell'omicidio di Giulia Cecchettin, sarà rinchiuso. Il ragazzo indossava un giubbotto blu, una tuta sportiva e scarpe da ginnastica. Abiti che aveva addosso quando è stato fermato in Germania.

Secondo le prime indiscrezioni, Turetta sull’aereo non avrebbe detto nulla e si sarebbe mostrato "tranquillo", ma "rassegnato" e "senza fare riferimento a quanto successo" durante tutte le fasi di volo.

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
14:26

Lunedì l'interrogatorio di garanzia di Turetta

Ad attendere Turetta a Verona0 ci sono anche i suoi legali. L'interrogatorio di garanzia del ventunenne potrebbe essere previsto già per lunedì, se Filippo vorrà parlare di quanto avvenuto.

L'ingresso del carcere di Verona
L'ingresso del carcere di Verona
A cura di Biagio Chiariello
13:39

Turetta ha lasciato l'aeroporto di Venezia: è scortato da tre auto e due moto

Filippo Turetta è uscito poco fa da un'uscita secondaria dell'aeroporto di Venezia, con destinazione Verona. Il giovane accusato dell'omicidio di Giulia Cecchettin è trasportato a bordo di una Lancia Delta con i vetri oscurati, preceduta da due motociclette e tre automobili di scorta.

A cura di Davide Falcioni
13:23

L'avvocato di Filippo Turetta: "Lui rassegnato? Valutazioni premature"

Giovanni Caruso, legale di Filippo Turetta, è appena giunto nel carcere di Verona, dove si attende anche l'arrivo del suo assistito, accusato dell'omicidio di Giulia Cecchettin.  Rispondendo ai cronisti, l'avvocato ha spiegato che non ha ancora avuto modo di parlare con il giovane. A chi gli ha fatto presente che Turetta è apparso rassegnato durante la consegna alle autorità italiane, Caruso ha risposto: "Sono valutazioni premature". Sarà soltanto lui come legale a incontrare oggi Turetta, appena arriverà.

A cura di Davide Falcioni
12:48

Il Ministro Tajani ringrazia la Germania per collaborazione su Turetta

"Oggi Filippo Turetta è in Italia per essere giudicato dalla magistratura del nostro Paese. Lo avevo detto domenica scorsa, in Sicilia, che era una questione di pochissimi giorni e così è stato grazie alla collaborazione con le autorità tedesche": lo ha detto il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, parlando oggi a Perugia a margine del congresso provinciale di Forza Italia.

A cura di Biagio Chiariello
12:29

Il momento dell'arrivo di Filippo Turetta in Italia, l'aereo atterrato con un'ora di anticipo

Il Falcon 900Ex con a bordo Filippo Turetta è atterrato a Venezia. L'aereo era partito dall'aeroporto di Francoforte regolarmente intorno alle 10:45. Era atteso alle 12:30 ma, secondo quanto riferiscono fonti accreditate, grazie al favore del vento è arrivato prima del previsto.

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
12:21

A Filippo Turetta sarà notificata ordinanza in aeroporto

Dopo essere atterrato in anticipo di un'ora rispetto al previsto  a bordo del Falcon 900 dell'Aeronautica militare, Filippo Turetta verrà portato negli uffici della polizia aeroportuale per la notifica dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Quindi, accompagnato dai carabinieri, lo attende un viaggio di circa un'ora fino al carcere Montorio di Verona. Dietro le sbarre lo aspetta un primo passaggio in infermeria, per verificare le condizioni generali di salute, e tutte quelle procedure  burocratiche dell'ufficio matricole prima di essere portato in una cella del reparto protetti, una precauzione che si prende per motivi  di sicurezza per evitare possibili ritorsioni o disordini all'interno  del carcere data anche l'attenzione della stampa sul caso. Il 21enne  sarà in isolamento, sorvegliato 24 ore su 24 per evitare gesti  autolesivi, in una cella spoglia di due metri per tre. I primi a  poterlo incontrare saranno i suoi difensori, gli avvocati Giovanni  Caruso ed Emanuele Compagno. I genitori, papà Nicola e mamma  Elisabetta, invece, dovranno essere autorizzati prima di varcare l'ingresso della casa circondariale, il che avverrà probabilmente dopo l'interrogatorio di garanzia in programma all'inizio della prossima  settimana.

A cura di Biagio Chiariello
12:12

Barba incolta e silenzioso, così Filippo Turetta sull'aereo che l'ha portato in Italia

Tuta e scarpe da ginnastica, giubbotto blu e barba incolta. Silenzioso, rassegnato e dimesso, completamente disinteressato a quello che gli stava accadendo intorno. Nessun riferimento a quanto accaduto. Così è apparso Filippo Turetta sul Falcon che lo ha portato a Venezia, scortato dagli uomini del servizio Scip che hanno curato il trasporto del giovane

A cura di Biagio Chiariello
11:59

"Ti faccio fare la fine di Giulia", diciottenne arrestato ad Aosta

I Carabinieri di Aosta hanno arrestato un diciottenne aostano che si trova ora nel carcere di Brissogne. L’ex fidanzata, minorenne, ha denunciato pedinamenti e minacce. “Ti faccio fare la fine di quella là”, le avrebbe detto dopo la fine della loro relazione, in riferimento all’omicidio di Giulia Cecchettin.

A cura di Biagio Chiariello
11:29

L'aereo con a bordo Filippo Turetta è atterrato a Venezia

L'aereo con a bordo Filippo Turetta è atterrato all'aeroporto Marco Polo Tessera (VCE). Ora il 22enne accusato per l'omicidio di Giulia Cecchettin dovrebbe essere trasferito nel carcere di Verona

A cura di Biagio Chiariello
10:27

Quando arriverà Filippo Turetta in Italia

Dovrebbe arrivare all'aeroporto di Venezia intorno alle 12, il volo dalla Germania che porterà Turetta in Italia.

Il giovane sarà scortato dagli agenti dello Scip fino agli uffici della Polizia di frontiera, dove gli sarà il notificata l'ordinanza di custodia cautelare, quindi sara' preso in consegna dai Carabinieri, che lo porteranno fino al carcere di Verona.

Sta procedendo secondo i piani la consegna di Filippo Turetta all'Italia: lo ha detto all'ANSA un portavoce della polizia tedesca confermando che il giovane accusato dell'omicidio di Giulia Cecchettin è arrivato "all'aeroporto" di Francoforte e il decollo dell'aereo militare che lo deve portare "a Venezia" è previsto sempre alle 10:45.

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
10:11

Potenza, installata panchina in ricordo di Elisa Claps: c'è anche una foto di Giulia Cecchettin

Nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne a Potenza è stata dedicata una panchina rossa a Elisa Claps. L’idea nasce dall’iniziativa del Presidio di Libera Potenza, intitolato proprio ad Elisa e a Francesco Tammone, dell’Associazione Penelope, dell’ Associazione Telefono Donna e Articolo21. Dalle 9:00 ci sarà un corteo che, partendo dal Presidio Legalità in Via Sinni, raggiungerà la Chiesa della Trinità, la stessa dove Elisa morì il 12 settembre del 1993.

Sulla panchina oltre ad una foto di Elisa, ce n'è anche una di Giulia Cecchettin, la 22enne uccisa dall’ex fidanzato Filippo Turetta

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
10:06

Roma, la protesta di Non Una Di Meno davanti alla sede della Rai

2Sabato 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza di genere, Non Una di Meno sanziona la contro la violenza mediatica, una delle molteplici forme della violenza patriarcale. Colpiamo la Sede Rai in quanto simbolo governativo, in opposizione al governo Meloni che pensa di poter rispondere alla violenza di genere con atti securitari, razzisti e sessuofobici", inizia così il post di Non Una Di Meno_Roma relativo alla protesta dell'associazione davanti alla sede della Rai nella capitale

A cura di Biagio Chiariello
10:02

Germania, l'aereo che porterà in Italia Turetta è atterrato a Francoforte

È atterrato a Francoforte il Falcon 900 che porterà Filippo Turetta in Italia. Dovrebbe poi arrivare intorno alle 10.45 nel nostro Paese, per poi essere recluso in un carcere con una struttura per protetti, forse a Verona.

A cura di Biagio Chiariello
09:55

Polizia tedesca: "La consegna di Turetta sta procedendo secondo i piani"

– Sta procedendo secondo i piani la consegna di Filippo Turetta all'Italia: lo ha detto all'ANSA un portavoce della polizia tedesca confermando che il giovane accusato dell'omicidio di Giulia Cecchettin è arrivato "all'aeroporto" di Francoforte e il decollo dell'aereo militare che lo deve portare "a Venezia" è previsto sempre alle 10:45

A cura di Biagio Chiariello
09:50

Il presidente Mattarella sulle violenza contro le donne: "Società non può accettare stillicidio aggressioni"

"Drammatici fatti di cronaca scuotono le coscienze del Paese. Una società umana, ispirata a criteri di civiltà, non può accettare, non può sopportare lo stillicidio di aggressioni alle donne, quando non il loro assassinio. La pena e il dolore insanabili di famiglie e di comunità ferite sono lo strazio di tutti". Lo dichiara il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. "Quando ci troviamo di fronte a una donna uccisa, alla vita spezzata di una giovane, a una persona umiliata verbalmente o nei gesti della vita di ogni giorno, in famiglia, nei luoghi di lavoro, a scuola, avvertiamo che dietro queste violenze c'è il fallimento di una società che non riesce a promuovere reali rapporti paritari tra donne e uomini", prosegue il Capo dello Stato nel suo messaggio.

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
09:42

Filippo Turetta, il padre: "Un mostro in casa"

"Siamo ancora sotto shock per tutto quello che è successo, che ha combinato nostro figlio. Giulia l'avevamo conosciuta bene, veniva qua con Filippo, sembrava una coppia perfetta e non riusciamo a capire come possa avere fatto una cosa così". Nicola, il padre di Filippo Turetta, risponde alle domande di Quarto Grado, su Rete4, venerdì 24 novembre. Una intervista in cui l'uomo ribadisce che il figlio 22enne "è un ragazzo a cui abbiamo cercato di dare tutto quello che potevamo dare, e fino a quel maledetto sabato abbiamo pensato che fosse un figlio perfetto perché non mi aveva dato mai nessun problema".

A cura di Biagio Chiariello
09:32

Il legale della sorella di Giulia: "Per Turetta aggravante motivi abietti"

Filippo Turetta "è un uomo senza empatia", che ha "lucidamente eliminato la sua ex", Giulia Cecchettin, "per punirla da quello che lui ha considerato un atto di insubordinazione subito, poiché, ormai, la nostra Giulia non rispondeva più alle sue aspettative". Per questo l'avvocato Nicodemo Gentile, legale di Elena, sorella della 22enne, spiega che "lavoreremo affinché la Procura prima e i Giudici poi riconoscano a carico del Turetta l'aggravante del ‘motivo abietto'". Un'altra aggravante assieme a quelle della premeditazione e della crudeltà che potrebbero essere contestate a Turetta, che oggi sarà portato in carcere a Verona. "Nessuna gelosia ma solo spirito punitivo", chiarisce il legale Gentile, anche presidente dell'associazione Penelope che si occupa di persone scomparse.

Turpe è la causale dell'omicidio e spregevole è tutta la condotta complessiva – aggiunge l'avvocato anche in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne -. La laurea di Giulia ha costituito il punto di rottura, di non ritorno. Infatti, questo traguardo della ragazza avrebbe reso Filippo sempre più piccolo e comportato il definitivo distacco della giovane, pronta a voltare pagina anche nel mondo delle sue relazioni".

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
09:21

Il papà di Giulia Cecchettin su Facebook: "Parlate, denunciate, fidatevi!"

"Parlate, denunciate, fidatevi!". È l'esortazione pubblicata da Gino Cecchettin, papà di Giulia, su Facebook, accompagnata da un fiocco rosso, simbolo della ‘Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne'

A cura di Biagio Chiariello
09:08

Giulia Cecchettin, l'audio alle amiche: "Non sopporto più Filippo, vorrei sparire ma ho paura che possa farsi del male"

L’audio inviato da Giulia Cecchettin alle amiche mandato in onda dal Tg1: “Io vorrei non vederlo più Filippo, vorrei sparire dalla sua vita ma non so come farlo. Mi sento in colpa, ho paura che possa farsi del male in qualche modo”.

A cura di Biagio Chiariello
08:53

Filippo Turetta arrestato in Germania ed estradato in Italia

Filippo Turetta è stato fermato domenica scorsa in Germania grazie a un mandato di arresto internazionale. Il Tribunale regionale superiore di Naumburg ha dato il via libera all'estradizione di  in Italia. Il 22enne, fino ad oggi al momento rinchiuso nel carcere di Halle e  accusato dell'omicidio dell'ex fidanzata Giulia Cecchettin, ha dato il proprio consenso a venire consegnato alle autorità italiane. L'arrivo prima a Roma, poi il trasferimento a Venezia con un volo militare. Turetta dovrà essere interrogato dal Gip della Procura di Venezia per la conferma dell'arresto.

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
08:39

La storia dell'omicidio di Giulia Cecchettin

La storia di Giulia Cecchettin, la 22enne scomparsa in Veneto insieme all’ex fidanzato Filippo Turetta e trovata cadavere 7 giorni dopo: ultimi avvistamenti, ricerche e analisi. Il ragazzo è stato arrestato ed è indagato per omicidio volontario e sequestro di persona.

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
08:33

Giornata contro la violenza sulle donne, oggi cortei e manifestazioni a Roma e Messina

Filippo Turetta sarà consegnato alle autorità italiane oggi sabato 25 novembre, proprio quando sarà celebrata la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

Due saranno le sedi principali delle manifestazioni: una al Circo Massimo alle 14 a Roma e l'altra a Messina. Entrambe scelte per protestare contro "la violenza patriarcale".

"Torniamo in piazza contro il governo, le sue politiche e le sue retoriche – scrivono gli organizzatori -, che dietro una misera facciata di contrarietà alla violenza nei fatti ne riproduce e anzi consolida le fondamenta in tutti gli ambiti della vita: dalla scuola, alla famiglia, alle relazioni interpersonali, agli ospedali, ai tribunali, alle politiche pubbliche

Sono previsti cortei e presidi in diverse città d’Italia tra cui Trieste, Torino, Milano, Reggio Emilia, Udine, Monza, Bari poi giù fino a Palermo.

Anche il Senato della Repubblica apre le porte di Palazzo Madama nella giornata di oggi, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, nonché per l'iniziativa "Musei in Musica"

A cura di Biagio Chiariello
08:27

Le notizie su Filippo Turetta, oggi l'omicida di Giulia Cecchettin arriva in Italia

In mattinata un volo militare porterà Filippo Turetta dalla Germania, dove è in carcere, all'aeroporto di Venezia. Non su un aereo di linea, per evitare contatti con altri passeggeri "anche per la sua sicurezza". Poi sarà recluso in carcere a Verona, sarà in cella da solo, sorvegliato a vista 24 ore su 24 poiché avrebbe espresso intenti suicidari.

Verrà consegnato alle autorità italiane proprio oggi, 25 novembre, quando sarà celebrata la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

L'interrogatorio di garanzia avverrà non prima di lunedì. Dalle indagini, intanto, si fa strada l'ipotesi della premeditazione: Turetta avrebbe acquistato in anticipo lo scotch trovato nella zona dove avvenne l'ultima aggressione a Giulia Cecchettin. È la Procura di Venezia titolare dell’inchiesta sulla morte di Giulia Cecchettin.

Immagine
A cura di Biagio Chiariello
15 CONDIVISIONI
234 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views