25 Ottobre 23:04 Cure Covid, Rappuoli: “Farmaco con Anticorpi monoclonali arriverà a marzo”

Contro il coronavirus è allo studio anche un farmaco con anticorpi monoclonali le cui prime dosi potrebbero privare già entro il marzo del prossimo anno. A darne l'annuncio è stato il professore Rino Rappuoli. "L'anticorpo monoclonale ha due usi: una per le persone sane, gli viene dato un anticorpo oggi e da domani sono protette dall'infezione e sono immuni per 6 mesi, l'altro per guarire l'infezione già in atto" ha spiegato il professore Rino Rappuoli, aggiungendo: "Ovviamente ora dobbiamo fare le prove cliniche che inizieranno tra circa un mese però sono molto convinto che funzioneranno"

25 Ottobre 22:19 Società Italiana Malattie Infettive: “Curva epidemica fuori controllo”

I numeri relativi ai contagi da Covid-19 "evidenziano che ormai l'epidemia è fuori controllo e sono particolarmente preoccupanti sia i dati sui nuovi casi sia quelli relativi ai nuovi ricoveri nei reparti ordinari e nelle terapie intensive". Lo ha detto Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali  (Simit) e ordinario di Malattie Infettive all'Università di Roma Tor Vergata. Le misure del nuovo dpcm, ha detto, "potranno eventualmente rallentare l'epidemia ma non bloccarla" ha aggiunto Andreoni

25 Ottobre 21:40 De Luca: “Dpcm non basterà, Mondo della scuola è vettore di contagio”

Questo Dpcm "non basterà, è solo un passo in avanti. Potevamo fare due scelte: o chiudere tutto per un mese oppure prendere ancora misure intermedie. Il governo ha scelto la seconda strada", lo ha detto il governatore Vincenzo De Luca commentando il nuovo dpcm di Conte a "Che tempo che fa". "Il mondo della scuola" è un "vettore di contagi", ha osserva to poi il Governatore campano. "Sulla scuola continuiamo a balbettare, il mondo della scuola è oggi piaccia o meno uno dei vettori più grandi di contagio nelle famiglie. Abbiamo fatto un raffronto nelle due settimane prima dell’apertura dell’anno scolastico e nelle due settimane successive  Nelle due settimane successive il contagio è aumentato sulla popolazione complessiva di tre volte e sulla fascia d’età da 0 a 18 anni di 9 volte e con un dato estremamente preoccupante, la fascia di età del contagio è esattamente identica per quella 0-5 e per quella 15-18 anni".

25 Ottobre 21:07 Gualtieri: “Indennizzo alle aziende entro metà novembre e superiore a quello ricevuto la volta scorsa”

"Daremo un indennizzo superiore a quello ricevuto la volta scorsa. Perché sappiamo che anche i mesi scorsi sono stati mesi difficili e quindi sarà una quota un po’ superiore a quella dell’altra volta". Lo ha annunciato il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, specificando che il governo lavora affinché gli indennizzi "arrivino il più presto possibile". "Pensiamo che l'Agenzia delle Entrate possa erogarli già entro metà novembre, forse persino entro l'11 novembre perché ci sarà lo stesso meccanismo già autorizzato per il vecchio fondo perduto. Quindi tutti quelli che hanno già fatto domanda per questi contributi lo riceveranno in automatico" ha spiegato il Ministro al Tg1 valutando la platea complessiva sui "300mila, forse 350mila". "Sappiamo di chiedere un sacrificio importante e necessario a contenere il virus e quindi per tutti costoro ci saranno questi indennizzi che sono solo una parte delle misure. Poi avremo per tre mesi il credito di imposta sugli affitti, l'eliminazione della rata Imu e poi naturalmente la cig per i lavoratori e l'indennità di 1000 euro per i collaboratori".

25 Ottobre 20:39 In Francia nuovo record di contagi, oltre 52 mila casi in 24 ore

La Francia fa segnare un nuovo record di contagi da coronavirus. Nel Paese nelle ultime 24 ore registrati ulteriori 52.010 contagi mentre i decessi sono stati 116. Il tasso di positività è salito al 17%. Son 12.176 le persone ricoverate attualmente in Francia  per covid di cui 1.816 in terapia intensiva

25 Ottobre 20:21 Coronavirus Campania, De Luca conferma chiusura scuole elementari e medie

Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, ha confermato la chiusura delle scuole elementari e medie  in Campania. La didattica sarà esclusivamente svolta a distanza per tutti gli studenti. Questo il contenuto della nuova ordinanza in via di pubblicazione. "All'infuori di nidi e asili (0-6 anni), vengono confermate le disposizioni regionali sulla didattica a distanza nella scuola primaria e secondaria, salvi i progetti per alunni con disturbo dello spettro autistico e/o gli alunni diversamente abili, già adottate con Ordinanza n.82, nonché le disposizioni regionali vigenti per la didattica a distanza nelle Università", si legge nel testo dell'ordinanza numero 85. Il presidente De Luca ha confermato anche il coprifuoco e l'obbligo di rientrare a casa alle ore 23. Confermato anche il divieto di "mobilità interprovinciale".

25 Ottobre 19:51 Cei: con nuovo Dpcm resta invariato protocollo per le messe

Il Dpcm del 24 ottobre con le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19 "lascia invariato quanto previsto nel Protocollo del 7 maggio circa la ripresa delle celebrazioni con il popolo". Lo rende noto il direttore dell'Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana, Vincenzo Corrado che sottolinea che il protocollo per le messe "rimane altresì integrato con le successive indicazioni del Comitato tecnico-scientifico".

25 Ottobre 19:24 Coronavirus Regno Unito, 19.790 casi e 151 decessi in 24 ore

Ancora molto alti ma in leggero calo il numero dei contagi giornalieri da coronavirus nel Regno Unito dove nelle ultime 24 ore si registrano 19.790 nuovi contagi  e 151 decess legati alla pandemia. Ieri nle Paese i contagi sono stati 23.012 e i decessi 174.

25 Ottobre 19:10 L’Alto Adige posticipa la chiusura dei ristoranti alle 22

A differenza delle altre regioni, l'Alto Adige posticipa la chiusure di ristoranti sul proprio territorio alle 22 e dei bar alle 20 ma impone a tutti la chiusura entro le 24.  La Provincia Autonoma di Bolzano, in virtù della legge provinciale di maggio e dell'autonomia,  ha deciso di allentare le misure anti covid imposte dal nuovo dpcm del Premier Conte che impone la chiusura delle attività alle 18. La nuova ordinanza prevede però che dalle ore 18 cibi e bevande potranno essere serviti solo ai tavoli (massimo 4 persone per tavolo) e vigerà il divieto di consumazione in piedi anche all'aperto. Infine La didattica a distanza nelle scuole superiori potrà essere al 50%

25 Ottobre 18:44 Dpcm e Scuola, Presidi: “Non sarà possibile partire lunedì con didattica a distanza”

"L'adeguamento della didattica a distanza non sarà fatto nottetempo. Oggi è domenica e non sarà possibile partire già da domani, esattamente come prevede il decreto che parla, come il precedente, di recepimenti a livello regionale". Lo afferma il Presidente dell'Associazione Nazionale presidi Antonello Giannelli. "Dunque per le scuole da domani non cambierà nulla anche per quanto riguarda l'orario di entrata che per il Dpcm non dovrà essere prima delle nove", aggiunge Giannelli.

25 Ottobre 18:15 Coronavirus Piemonte, record di nuovi positivi nella seconda ondata: 16% di origine scolastica

Record nuovi positivi nella seconda ondata della pandemia da coronavirus in Piemonte. Nella regione infatti oggi si è tornato sopra quota duemila contagi con 2.287 casi. Dei nuovi casi, 360 (16%) sono considerati di origine scolastica, mentre 193 sono avvenuti nelle Rsa. Crescono anche i ricoverati sia in terapia intensiva (+6) che in terapia non intensiva (+118). I decessi comunicati dall'Unità di crisi della Regione Piemonte sono 11, due dei quali avvenuti oggi. Il totale è ora 4.259. I tamponi processati oggi sono stati 12.657 per un totale di 944.133.

25 Ottobre 17:52 L’Ordine dei medici sul nuovo Dpcm: “Ultimo tentativo prima di inevitabile lockdown”

"Le misure del Dpcm illustrate oggi dal premier Conte rappresentano l’ultimo tentativo del governo prima di un inevitabile lockdown totale, se non dovessero funzionare". A dichiararlo all’Ansa è il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo) Filippo Anelli. Quella del governo, rileva, "è una grande scommessa per mantenere insieme produzione e tutela della salute, ma se nel giro di 15 giorni gli indicatori peggioreranno, credo sia responsabilità del governo adottare misure ancora più drastiche".

25 Ottobre 17:44 Andreoni (Tor Vergata): “Curva epidemica fuori controllo, nuove misure potranno solo rallentarla”

I numeri di oggi relativi ai contagi da Covid-19 "evidenziano che ormai l'epidemia è fuori controllo e sono particolarmente preoccupanti sia i dati sui nuovi casi sia quelli relativi ai nuovi ricoveri nei reparti ordinari e nelle terapie intensive". Lo ha detto Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società Italiana di Malattie Infettive e tropicali (Simit) e ordinario di Malattie Infettive all'Università di Roma Tor Vergata, commentando i dati odierni del bollettino del ministero della Salute. Le misure del nuovo Dpcm, ha detto, "potranno eventualmente rallentare l'epidemia ma non bloccarla".

25 Ottobre 17:39 Nuovo record di casi in Campania: 2.590 in 24 ore

Sono 2.590 i nuovi positivi al Coronavirus in Campania su 16.906 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore. È quanto emerge dal bollettino odierno. In aumento rispetto ai 1.718 nuovi contagi registrati ieri su 12.530 tamponi processati. Attesa per l'intervento del governatore Vincenzo De Luca questa sera a Che tempo che fa su Rai3.

25 Ottobre 17:25 Oms: “Record mondiale di 465.319 nuovi casi in 24 ore, la metà è in Europa”

Record di nuovi casi nel mondo per il terzo giorno consecutivo, secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della Sanità. Sono stati 465.319 i contagi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore, più dei 449.720 di venerdì e i 437.247 di giovedì. Quasi la metà dei nuovi casi di oggi sono stati registrati in Europa, che ha segnato ben 221.898 casi in un giorno.

25 Ottobre 17:14 In Lombardia 5.762 nuovi casi di Coronavirus in 24 ore

Nuovo record per la Lombardia: nelle ultime 24 ore a livello regionale sono stati segnalati 5.762 casi di Coronavirus, con 25 morti. I pazienti ricoverati con sintomi lievi negli ospedali nelle ultime 24 ore sono stati 134, mentre aumenta anche il numero di pazienti più gravi, ricoverati in terapia intensiva: 18 in un giorno.

25 Ottobre 17:09 Coronavirus, in Italia aumentano i ricoveri (+719 in 24 ore) e le terapie intensive (+80)

Aumenta ancora il numero degli ospedalizzati e dei pazienti ricoverati in terapia intensiva affetti da Covid-19. Secondo il bollettino di oggi, nelle ultime 24 ore i ricoveri in regime ordinario sono cresciuti di 719 unità (in totale sono 12.006), mentre le terapie intensive di 80 unità in un giorno (in totale sono 1.208).

25 Ottobre 17:06 Record di casi in Italia, 21.273 contagi in 24 ore. 128 i morti

Nuovo record di casi di Coronavirus in Italia: secondo il bollettino di oggi, domenica 25 ottobre, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 21.273 contagi su 161.880 tamponi, che portano il totale a 525.782 dall'inizio dell'epidemia. 128 i morti (37.338 in totale). Boom di positivi in Lombardia, con oltre 5700 infetti, seguita da Campania, Piemonte e Toscana.

25 Ottobre 16:22 Spadafora: “Palestre e piscine chiuse, in arrivo 800 euro di indennità per novembre”

"Purtroppo palestre, piscine, competizioni dilettantistiche (a esclusione di quelle nazionali), cinema, teatri, concerti, convegni, congressi, parchi divertimento, gite scolastiche, sale gioco, sale scommesse, bingo, discoteche e molte altre attività sono sospese, mentre bar, pub e ristoranti dovranno chiudere alle 18″. Comincia così il lungo post condiviso sul proprio profilo Facebook dal ministero per lo Sport Vincenzo Spadafora, nel quale ha aggiunto: "Ho compiuto ogni sforzo possibile per evitare la sospensione delle attività, compresa l’emanazione solo tre giorni fa di un protocollo con regole ancora più stringenti. Purtroppo però non è servito a nulla perché i dati sono peggiorati e ancora una volta stavamo rischiando di andare verso il collasso del Sistema sanitario. Il numero di contagi quotidiano, di ricoveri in terapia intensiva e, purtroppo, di decessi legati al Covid 19 è arrivato a una soglia critica e allora il Governo ha dovuto assumere scelte difficili per limitare in modo significativo le occasioni di spostamento e di incontro". Spadafora ha anche annunciato aiuti economici per la categoria: "Già domani approveremo il decreto per sostenere con misure straordinarie tutto questo mondo che con la seconda chiusura rischia di non riaprire più: 800 euro indennità per novembre; 50 milioni di fondo perduto per ASD e SSD da erogare entro novembre; fondo perduto automatico per le Società Sportive Dilettantische con codici Ateco che ne avevano già usufruito. Mi auguro che il mondo dello sport possa riprendere il prima possibile perché, oltre al lato economico, è fondamentale per il benessere fisico e psicologico, e per tante ragazze e ragazzi rappresenta oltre che uno sfogo positivo e una passione anche un argine alla marginalità e all’illegalità".

25 Ottobre 16:18 Crisanti: “Misure nuovo Dpcm non risolutive, necessario piano per evitare spirale di contagi”

"Le misure messe in campo con il nuovo Dpcm sono misure ad effetto temporaneo e non risolutive". Lo afferma Andrea Crisanti, ordinario di microbiologia all'Università di Padova. Il punto, ha spiegato, è che "finché non si elaborerà un piano per consolidare i risultati eventualmente derivanti da misure più restrittive, continueremo inevitabilmente in questa spirale di contagi".

25 Ottobre 16:02 Nuovo record di contagi in Alto Adige: 339 casi su 2.753 tamponi in 24 ore

Nuovo record negativo per l'Alto Adige che fa segnare anche oggi, per il terzo giorno consecutivo, una impennata del numero dei nuovi contagi giornalieri di Covid-19. Sono, infatti, 339 i casi riscontrati nelle ultime 24 ore su 2.753 tamponi esaminati. Mai dall'inizio della pandemia i nuovi contagi in una sola giornata avevano superato quota 300. Dei nuovi positivi, 45 appartengono al comparto sanitario (83 sono i totali infetti in questo settore). Il dato complessivo di persone testate positive al Coronavirus in provincia di Bolzano è di 6.434. I soggetti testati sono in totale 113.387. I pazienti Covid ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 116 ai quali si aggiungono 11 che si trovano in terapia intensiva e 31 ricoverati nelle strutture private convenzionate. I decessi complessivi restano fermi a 296. Le persone in isolamento domiciliare sono leggermente calate rispetto al giorno prima e ora sono 6.327.

25 Ottobre 15:47 Speranza: “Giorni difficili. Ce la faremo anche stavolta, ma solo con il contributo di tutti”

"Sono giorni difficili. La curva del contagio cresce nel Mondo. E in tutta Europa l’onda è molto alta. Dobbiamo reagire subito e con determinazione se vogliamo evitare numeri insostenibili. Per questo abbiamo firmato un nuovo DPCM con misure restrittive volte a ridurre le occasioni di contagio". Lo ha scritto il ministro della Salute, Roberto Speranza, in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook ufficiale, aggiungendo che "ogni scelta comporta sacrifici e rinunce. Ne sono consapevole. Ma dobbiamo intervenire con fermezza se vogliamo contenere il virus nel tempo che manca all’arrivo di vaccini e cure efficaci e sicuri. In primavera abbiamo dimostrato di essere un grande Paese. Ce la faremo anche questa volta, ma solo con l'indispensabile contributo di tutti".

25 Ottobre 15:36 Capo staff Casa Bianca: “Non controlleremo la pandemia, ma dobbiamo fare in modo che la gente non muoia”

Il capo dello staff della Casa Bianca, Mark Meadows, ha detto alla CInn che gli Stati Uniti "non controlleranno" la pandemia da Covid-19. "Non controlleremo la pandemia – è stata la risposta alla domanda del conduttore che lo stava intervistando per l'emittente americana -, controlleremo il fatto che avremo vaccini, terapie per mitigarne gli effetti. Il virus è contagioso proprio come l'influenza – ha aggiunto Meadows – dobbiamo cercare di fare in modo che la gente non muoia".

25 Ottobre 15:32 Positivo al Coronavirus il primo ministro bulgaro Borisov

Il premier bulgaro, Bojko Borisov, ha annunciato di essere risultato positivo al Coronavirus. "Dopo due test Pcr, sono positivo al Covid-19", ha scritto su Facebook. "Sto ricevendo cure a casa, secondo i consigli dei medici", ha aggiunto, spiegando di avere sintomi lievi.

25 Ottobre 15:27 Bonomi dopo l’annuncio di Conte: “Attenti a dire ristori pronti, in 12mila ancora senza cig”

"Nell'affermazione che sono già pronti i ristori", bisogna considerare che "abbiamo ancora 12 mila persone che aspettano da maggio la cig erogata dallo Stato. È su queste cose che gli italiani perdono la fiducia. Dobbiamo ristabilire la fiducia, altrimenti questi provvedimenti perdono efficacia". Lo ha detto il presidente di Confindustria Carlo Bonomi a Mezz'ora in più su Rai 3 commentando quanto annunciato dal premier Conte nel corso della conferenza stampa di presentazione del nuovo Dpcm in vigore da mezzanotte. "Temo che i numeri saranno fortemente colpiti dalla situazione attuale: stimiamo un'ulteriore discesa tra l'uno e il 2 percento del Pil, -11/-12%, con un danno per l'economia di 216 miliardi, superiore ai fondi del Recovery Fund", ha aggiunto. L'ultima stima dell'ufficio studi di Confindustria per il 2020 era del -10%.

25 Ottobre 15:21 Rocco Casalino: “Ho il Covid, sintomi lievi”

Rocco Casalino è positivo al Coronavirus. Lo ha annunciato lo stesso portavoce e capo dell’ufficio stampa del presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte: "Ho scoperto ieri sera, dopo il sopraggiungere di sintomi lievi, di essere positivo al Covid 19. L’ultima volta che ho lavorato in Presidenza del consiglio è stato martedì".

25 Ottobre 14:54 In Toscana 1.863 casi e 14 morti nelle ultime 24 ore

In Toscana sono 31.290 i casi di positività al Coronavirus, con un aumento di 1.863 rispetto a ieri (1.569 identificati in corso di tracciamento e 294 da attività di screening). I nuovi casi sono il 6,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dell'1,7% e raggiungono quota 12.708 (40,6% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.000.835, 13.811 in più rispetto a ieri. Sono 8.781 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 21,2% è risultato positivo. I ricoverati sono 825 (98 in più rispetto a ieri), di cui 111 in terapia intensiva (24 in più). Purtroppo, oggi si registrano 14 nuovi decessi: 9 uomini e 5 donne con un'età media di 83,5 anni.

25 Ottobre 14:33 Il portavoce del presidente Mattarella positivo al Coronavirus

Il portavoce del presidente della Repubblica, Giovanni Grasso, è risultato positivo al Covid-19, dopo aver manifestato lievi sintomi si è sottoposto al tampone ed è risultato contagiato dal Coronavirus. "Da stamattina non ho febbre e sto discretamente bene. Tengo sotto controllo la saturazione dell'ossigeno e i valori sono assolutamente nella norma. Mercoledì pomeriggio avevo fatto il tampone ed ero risultato negativo", ha raccontato lo stesso Grasso. Nei giorni di potenziale contagiosità, il consigliere del Quirinale non ha avuto contatti diretti con il presidente Mattarella. Ora è in isolamento a casa, mentre i familiari sono negativi. "Al Quirinale – racconta ancora – sono già partite le previste procedure di sanificazione e controllo".

25 Ottobre 14:32 La Spagna dichiara lo stato di emergenza e impone chiusure dalle 23 alle 5

Il governo spagnolo ha dichiarato lo stato d'emergenza sanitaria in tutto il Paese per fronteggiare il nuovo picco di casi di Coronavirus. Lo ha annunciato il premier Pedro Sanchez: "La nostra proposta, che dovrà essere discussa, sarà di prolungare lo stato di allarme per sei mesi, fino al 9 maggio", ha sottolineato parlando in diretta televisiva. Inoltre, il Consiglio straordinario dei ministri ha imposto anche le chiusure delle attività dalle 23 alle 6 in tutto il Paese, con l'eccezione delle isole Canarie. "Restare a casa il più possibile – ha aggiunto -. Non siamo in lockdown, ma più restiamo a casa più saremo protetti". L'obiettivo ora è portar il numero dei contagi a meno di 25 per ogni 100.000 abitanti, ha detto Sanchez. Al momento in Spagna ci sono 400 casi di Coronavirus ogni 100.000 abitanti.

25 Ottobre 14:29 Coronavirus in Campania, dichiarate zona rossa i comuni di Marcianise e Orta di Atella

Diventano zona rossa due comuni della provincia di Caserta, Marcianise e Orta di Atella, dove nelle ultime settimane l'aumento dei contagi Covid è stato esponenziale, con incrementi rispettivamente del 448% e dell'800 per cento. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha appena firmato la relativa ordinanza, valida fino al 4 novembre, da cui è esclusa la zona industriale di Marcianise lontana dall'area urbana. È vietato entrare o uscire dai due comuni, tranne che agli operatori di attività sanitarie o di prima necessità. Scatta il divieto di allontanamento dalle proprie abitazioni se non per esigenze di approvvigionamento di beni e servizi di prima necessità.

25 Ottobre 14:23 Conte: “In arrivo nuovi indennizzi per chi sarà colpito dalle nuove misure”

Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa di presentazione del Dpcm che entrerà in vigore a mezzanotte, ha annunciato nuovi aiuti economici per le categorie più colpite dalle nuove misure: “I ristori arriveranno direttamente sul conto corrente dei diretti interessati con bonifico bancario dell’Agenzia delle Entrate. Ci saranno nuovi contributi a fondo perduto, crediti di imposta, verrà cancellata la seconda rata Imu (la cui scadenza era prevista per il 16 dicembre), verrà confermata la cassa integrazione e ci sarà una nuova indennità mensile una tantum per i lavoratori stagionali del turismo, dello spettacolo e quelli intermittenti dello sport. Offriremo, inoltre, una ulteriore mensilità del reddito di emergenza e misure di sostegno per la filiera agroalimentare. In questo modo chi dovrà sospendere la propria attività potrà giovarsi di un sostegno economico per le prossime settimane".

25 Ottobre 13:59 Conte: “Nuove misure necessarie per arrivare sereni a Natale”

"Speriamo di vivere il Natale con maggiore serenità e con il vaccino, da dare subito ai soggetti fragili e agli operatori socio-sanitari. Ce l'abbiamo fatta ad aprile, un Paese che è grande una volta deve essere grande sempre. Stringiamo i denti ora per tornare a respirare a dicembre". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa di presentazione del nuovo Dpcm che entrerà in vigore da mezzanotte fino al 24 novembre.

25 Ottobre 13:53 Conte in conferenza stampa: “Curva dei contagi in rapida ascesa, muoversi solo per necessità”

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto in conferenza stampa da Palazzo Chigi per spiegare le nuove misure anti Covid contenute del dpcm firmato nella notte. Stop a cinema, teatri, palestre e piscine. Ristoranti e bar chiudono alle 18, anche durante i festivi. Il decreto sarà in vigore da mezzanotte, e sarà valido fino al prossimo 24 novembre: "Ce l'abbiamo fatta ad aprile, un Paese che è grande una volta deve essere grande sempre. Stringiamo i denti ora per tornare a respirare a dicembre".

25 Ottobre 13:29 Puglia, focolaio in una residenza per anziani di Alberobello: 4 morti e 59 contagiati

Salgono a quattro i decessi tra gli anziani della casa di riposo di Alberobello Giovanni XXIII, dove si è sviluppato un focolaio Covid due settimane fa con 59 contagiati tra gli ospiti. È deceduto nella serata di ieri un 83enne che era ricoverato in ospedale a Bari. Due giorni fa sono decedute due donne di 94 e 98 anni, e 10 giorni fa era morto un uomo di 90 anni.

25 Ottobre 13:09 Dpcm, stop anche alle feste: vietate nei luoghi al chiuso e all’aperto

Vietate anche le feste con il nuovo Dpcm firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte con misure restrittive anti-Covid. Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose, mentre in merito alle abitazioni private è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza. Il decreto entra in vigore domani fino al 24 novembre.

25 Ottobre 12:52 Usa, Fauci: “Possibile vaccino anti-Covid prima della fine dell’anno”

Un vaccino potrebbe essere disponibile negli Stati Uniti prima della fine dell'anno, se verrà ritenuto "sicuro ed efficace". Lo ha detto in un'intervista alla Bbc l'esperto Usa Anthony Fauci. Le prime dosi limitate, ha spiegato Fauci, andrebbero ad una serie di categorie selezionate, e occorrerà attendere "molti mesi del 20121" prima che il vaccino sia distribuito su larga scala. Il vaccino non eliminerebbe tuttavia la necessità di mantenere a lungo le misure di sicurezza sanitaria adottate per impedire la diffusione del virus.

25 Ottobre 12:37 Germania, attaccata la sede del Koch Institute, istituto che traccia lo sviluppo della pandemia

Varie persone hanno attaccato la sede del Robert Koch Institute a Berlino, lanciando dispositivi incendiari. Non si registrano feriti, un inizio di incendio è stato estinto e una finestra è stata frantumata, ha fatto sapere la polizia, che sta indagando per il sospetto che l'attacco sia politicamente motivato. L'istituto traccia anche, in questo periodo, lo sviluppo della pandemia del coronavirus, consigliando il governo e le autorità su come tenerla sotto controllo. In Germania gran parte della popolazione appoggia la gestione dell'emergenza sanitaria, ma alcuni hanno tentato di sminuire i pericoli legati al virus. L'istituto ha dato notizia oggi di 11.176 nuove infezioni, circa il doppio del numero di domenica scorsa, e di 29 decesso, portando il totale di questi ultimi a 10.032.

25 Ottobre 12:22 Scuola e didattica a distanza, cosa cambia col nuovo Dpcm

Il Dpcm del 25 ottobre firmato da Conte prevede nuove regole anche per il mondo della scuola: per gli studenti delle superiori potrebbe arrivare la didattica a distanza anche oltre il 75%. Nella versione definitiva del nuovo decreto, valido da domani  26 ottobre e in vigore fino al 24 novembre, c'è stata una piccola modifica sulla Dad. Nella bozza circolata ieri era prevista "una quota pari al 75 delle attività" in didattica a distanza, poi l'articolo è stato riscritto prevedendo "una quota pari almeno al 75% delle attività". Una formula che, di fatto, va incontro alle diverse Regioni che avevano chiesto di portare la didattica a distanza al 100%. Il presidente Conte illustrerà alle 13.30 le nuove misure in una conferenza stampa.

25 Ottobre 12:11 Carabinieri chiedono a un gruppo di giovani a Parma di indossare la mascherina: aggrediti

Un gruppo di giovanissimi ha aggredito, nel pomeriggio di ieri a Parma, una pattuglia di carabinieri che li avevano avvicinati per intimare loro di indossare la mascherina. Come riporta la Gazzetta di Parma l'episodio è accaduto in piazza della Pilotta, nel centro della città, abituale luogo di ritrovo. Quando i carabinieri hanno notato che alcune decine di ragazzi, in gran parte minorenni, erano assembrati e molti di loro non indossavano la mascherina si sono avvicinati, ma la reazione è stata violenta, con lanci di bottiglie verso i militari e i loro mezzi. I carabinieri hanno chiamato i rinforzi e sono stati identificati e portati in caserma cinque giovani, dei quali quattro minorenni, per essere identificati e sentiti. Nessuno sarebbe rimasto ferito.

25 Ottobre 12:01 Volano i contagi Covid-19 in Alto Adige: 339 in un giorno

Volano i contagi in Alto Adige. I laboratori dell'Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2.753 tamponi e registrato 339 nuovi casi positivi, contro i 277 di ieri. Nei normali reparti ospedalieri si trovano 116 pazienti Covid (ieri 102), nelle cliniche private il numero resta invariato (31), mentre i ricoveri in terapia intensiva scende da 12 a 11. Le persone in isolamento domiciliare sono 6.327, in leggero calo rispetto a ieri (6.355).

25 Ottobre 11:49 Alle 13.30 la conferenza stampa di Conte

Alle 13.30 conferenza stampa in diretta da Palazzo Chigi per illustrare le misure del nuovo DPCM. Lo annuncia sui suoi canali social il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

25 Ottobre 11:44 Cosa cambia da domani per ristoranti e bar con il nuovo Dpcm

Nell’ultimo Dpcm firmato poco fa dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte ci sono delle nuove regole per il settore della ristorazione. È stata confermata la chiusura alle 18 per bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie. La ristorazione però non si ferma la domenica e nei giorni festivi. Nei dettagli, le attività dei servizi di ristorazione “sono consentite dalle 5 del mattino fino alle 18 del pomeriggio”. L’aperitivo prima della cena, quindi, non sarà più possibile. Al tavolo potranno sedersi massimo quattro clienti, salvo siano tutti conviventi. Permessa dalle 18 in poi la ristorazione con consegna a domicilio, fino alle 24, così come la ristorazione con asporto con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Resta consentita la ristorazione negli alberghi e altre strutture ricettive limitatamente ai clienti che vi alloggiano senza limiti di orario.

25 Ottobre 11:33 Franceschini: “Dolore la chiusura di teatri e cinema, ma priorità è tutelare la vita”

"Un dolore la chiusura di teatri e cinema. Ma oggi la priorità assoluta è tutelare la vita e la salute di tutti, con ogni misura possibile. Lavoreremo perché la chiusura sia più breve possibile e come e più dei mesi passati sosterremo le imprese e i lavoratori della cultura". Lo scrive su Twitter il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, poco dopo la firma de presidente del Consiglio Conte del nuovo Dpcm con misure ancora più dure per contrastare la pandemia di Coronavirus.

25 Ottobre 11:25 Croazia, nuovo record giornaliero di contagi: 2.421 casi nelle ultime 24 ore

Nuovo record giornaliero di contagi in Croazia, dove i casi di coronavirus sono stati 2.421 nelle ultime 24 ore, il dato più alto da inizio epidemia. Da ieri si sono registrati altri otto decessi. Il maggiore focolaio resta la capitale Zagabria con quasi un terzo del totale dei casi. I pazienti in ospedali sono 825, dei quali 58 in terapia intensiva. I casi attualmente attivi sono 11.144. In totale i contagi sono stati finora 36.380 e 437 vittime.

25 Ottobre 11:16 Russia supera il milione e mezzo di contagi Covid-19: 16.710 casi nelle ultime 24 ore

Con i 16.710 nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore, la Russia ha oggi superato il milione e mezzo di casi dall'inizio della pandemia di coronavirus. Dei nuovi casi, di cui oltre un quarto rilevati a Mosca, 4.456 sono asintomatici e il numero complessivo è per la precisione pari a 1.513.877. Quanto ai decessi, in tutto sono 26.050 di cui 229 solo nell'ultimo giorno. A Mosca, considerata l'epicentro della pandemia nella Federazione, sono stati ricoverati 1.072 pazienti in 24 ore. Il sindaco Sergei Sobianin auspica che il picco della seconda ondata arrivi presto, mentre il presidente Putin ha finora ritenuto che non sia necessario reimporre misure restrittive come la scorsa primavera. Al momento, a Mosca lavora da casa almeno il 30% dei dipendenti pubblici e privati mentre le persone con più di 65 anni e quelle con patologie croniche non devono uscire di casa.

25 Ottobre 11:09 Guerriglia a Napoli, Minniti: “Attacco eversivo, allarme rosso vicino”

Gli scontri di venerdì sera a Napoli sono stati "un attacco eversivo", perché "quando dei gruppi organizzati assaltano proditoriamente le forze di polizia, se questo poi avviene in una fase di emergenza estrema c'è una sola parola per descrivere l'accaduto: eversione". Così l'ex ministro dell'Interno Marco Minniti, nel corso di una intervista a Repubblica, ha parlato di Napoli e di "rischi enormi per l'ordine pubblico". Minniti si sofferma sul pericolo che a cavalcare l'onda delle proteste siano le mafie, che potrebbero inserirsi nella tensione già esistente.

25 Ottobre 11:01 Il nuovo Dpcm valido dal 26 ottobre al 24 novembre: Conte illustrerà le norme nel pomeriggio

È stato firmato da presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dopo un confronto con le regioni e i capi delegazione, il nuovo Dpcm del 25 ottobre sulle misure anti-Covid che includono una stretta per tentare di abbassare la curva dei contagi in Italia. Sarà Conte ad illustrare nel pomeriggio le norme che saranno valide a partire da domani, lunedì 26 ottobre, e fino al prossimo 24 novembre.

25 Ottobre 10:53 Calcio, Di Maio: “Chiudere il campionato di Serie A? Valuteremo, priorità sono altre”

"Il calcio è una grande industria ma in questa fase sono altre le priorità. Chiudere il campionato di Serie A? Ascolteremo con attenzione le valutazioni del CTS". A dirlo il ministro Luigi Di Maio, che come fatto dal collega Spadafora alcuni giorni fa, ha messo in discussione il proseguimento del massimo torneo calcistico italiano. I contagi da Coronavirus in Italia sono in aumento e proprio oggi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato un nuovo dpcm con misure più dure.

25 Ottobre 10:45 L’appello dei lavoratori stagionali: “Stiamo morendo di fame, fate presto con l’indennità”

Antonino Miano, 36 anni, è un lavoratore stagionale del turismo e la struttura in cui è impiegato non ha riaperto i battenti dopo il lockdown. Così dopo l’indennità Covid-19 di maggio erogata dall’Inps non ha più ricevuto alcun aiuto. “Avevano promesso un altro contributo di mille euro per i mesi di giugno, luglio e agosto – spiega a Fanpage.it – Ma siamo alla fine di ottobre e ancora non si è visto nulla. Stiamo morendo di fame”.

25 Ottobre 10:35 La Spagna si prepara allo stato di emergenza 

Il premier spagnolo Pedro Sanchez ha convocato per le 10 un consiglio dei ministri in cui dovrebbe decretare lo stato di emergenza, come chiesto dalla maggior parte delle comunità autonome di fronte all'aumento dei contagi da coronavirus. Oltre al coprifuoco – già applicato da alcune regioni – la novità è che dopo i 15 giorni di validità del decreto l'eventuale proroga che andrà decisa dal Parlamento dovrebbe arrivare fino a dicembre se non a fine anno, e non venire rinnovata ogni due settimane come nel periodo del primo lockdown.

25 Ottobre 10:24 Firmato il nuovo Dpcm: confermata chiusura alle 18 di bar e ristoranti

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm in vigore fino al prossimo 24 novembre. Confermata la chiusura di bar e ristoranti alle 18. Il provvedimento entra in vigore domani, lunedì 26 ottobre.

25 Ottobre 10:09 Veneto, Zaia: “Serve buonsenso, la chiusura dei ristoranti alle 23 è ragionevole”

"Penso che il punto di caduta proposto come Regioni (chiusura ristoranti alle 23) sia assolutamente ragionevole. Il tema vero sono gli assembramenti in vie e piazze, il non utilizzo degli strumenti di protezione individuale, il non rispetto del distanziamento sociale". Lo dice all'Ansa il governatore del Veneto, Luca Zaia. "Il Covid è fra di noi – dice Zaia – il momento è di estrema difficoltà e alcune misure di sanità pubblica vanno pur adottate. Tuttavia ci vuole equilibrio e non si può pensare che la partita si risolva scaricando tutto su poche categorie produttive. Peraltro, come nel caso dei ristoratori, categoria che ha sempre rispettato le linee guida e si è dimostrata assolutamente rispettosa".

25 Ottobre 09:58 Coronavirus Veneto, 1.468 nuovi contagi e 12 morti

Sono 1.468 i contagi registrati in Veneto nelle ultime 24 ore secondo quanto riportato dal bollettino della Regione. In calo rispetto ai 1.729 positivi di ieri. Complessivamente il totale dei casi è pari a 44.337. I morti sono 12 (contro i 9 di ieri), cifra che porta il totale dei deceduti a 2.329.

25 Ottobre 09:48 Coronavirus Campania, Marcianise diventa zona rossa

Dopo il consistente aumento di contagi la città di Marcianise, nella provincia di Caserta, si appresta a diventare zona rossa: la decisione verrà presa in queste ore, il provvedimento entrerà in vigore entro domani, lunedì 26 ottobre. Ad annunciarlo è il sindaco Antonello Velardi. La nuova zona rossa riguarderà soltanto l'area urbana, non ci saranno quindi ripercussioni sull'area industriale; sarà vietato entrare o uscire dal territorio comunale se non per esigenze lavorativi o motivi di necessità. Il modello, che sarà definito in accordo con la Prefettura di Caserta, dovrebbe ricalcare quello già visto nei giorni scorsi ad Arzano (Napoli).

25 Ottobre 09:39 Di Maio: “Senza la salute non c’è nemmeno il lavoro, servono misure drastiche”

"Oggi l'Italia è chiamata a difendere prima di tutto la vita. E a fare qualsiasi cosa per riuscirci. Perché senza la salute non c'è nemmeno il lavoro". Così in una intervista a Avvenire il ministro Luigi Di Maio, nel giorno in cui Conte si prepara alla nuova stretta, conferma la durezza dei nuovi provvedimenti: "Servono misure dure, misure drastiche. Nettamente più drastiche. E soprattutto servono subito. È un obbligo anche morale adottarle senza perdere nemmeno un'ora. Per salvare le vite e per lasciare così intatto il sistema produttivo che con un nuovo lockdown non reggerebbe". Il ministro degli Esteri capisce le difficoltà del momento ma prova a essere ottimista: "Il governo c'è e io ho fiducia. Abbiamo resistito alla prima ondata, siamo rimasti in piedi davanti a un primo terribile attacco. Ora abbiamo preso le misure e fronteggeremo meglio questo seconda fase. Anche io ho sofferto in questi mesi. Meno emozioni, meno empatia, tutto più distanziato. Non è stato e non è facile. Ma stringere ora è la sola strada possibile per salvare il Natale ed evitare un lockdown più doloroso di quello di marzo. Questo è  l'obiettivo che va centrato con ogni sforzo e ogni sacrificio".

25 Ottobre 09:29 Regno Unito, prime dosi del vaccino a dicembre per i medici

Nel Regno Unito un vaccino contro il Coronavirus potrebbe arrivare in poche settimane per gli operatori sanitari del Nhs, il sistema sanitario nazionale britannico. I medici saranno i primi a ricevere il farmaco e ciò potrebbe accadere prima di Natale. I media britannici, citando il Mail on Sunday, scrivono che l’amministratore delegato del George Eliot Hospital nel Warwickshire, Glen Burley, ha comunicato al suo staff di aver confermato la disponibilità della sua struttura per ricevere il vaccino contro il Coronavirus entro Natale. I medici saranno i primi a ricevere il farmaco già prima di Natale in due dosi a 28 giorni di distanza, in preparazione di una distribuzione di massa che il Servizio sanitario nazionale dovrebbe quindi cominciare a partire dalle prime settimane del nuovo anno.

25 Ottobre 09:18 Ricciardi: “Il coprifuoco non funziona, servono chiusure locali e regionali”

"Cosa abbiamo sbagliato? Molte Regioni non hanno fatto ciò che dovevano fare quest'estate per adeguare il sistema, oggi ne paghiamo le conseguenze. Abbiamo poche settimane per intervenire. Servono chiusure locali, anche regionali, perché il coprifuoco non funziona, lo abbiamo visto con gli scarsi risultati della Francia". Così il professor Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute e professore di igiene alla Cattolica, al Messaggero. "Quanto dobbiamo essere preoccupati? Mettiamola in questo modo: in una scala da 1 a 10 il mio livello di preoccupazione arriva a 9. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, aveva preparato un piano in cinque punti sulle cose che dopo la prima fase andavano fatte per mettere in sicurezza il sistema sanitario italiano. Questo piano è stato ampiamente sottovalutato, in particolare alcune Regioni lo hanno assolutamente ignorato". "A cosa serviva il piano? Era il piano del ministro per la ripresa. Era, come detto, sviluppato in cinque punti. Si parlava dei comportamenti da rispettare; c'erano i finanziamenti per i Covid Hospital, dunque per strutture esclusivamente dedicata ai pazienti con questa patologia; c'erano risorse per ristrutturare i pronto soccorso, in modo che vi fossero percorsi differenti per i casi Covid; parliamo anche dei finanziamenti per rafforzare la medicina territoriale, dunque per i medici di medicina generale e per i servizi di tracciamento e per l'assistenza domiciliare; infine, si doveva puntare sul tracciamento tecnologico, per una maggiore diffusione della app Immuni. Tutte queste cose spesso non sono state fatte e oggi ne paghiamo le conseguenze". "Servono lockdown mirati ad alcune province o anche regioni. In altri termini: se non facciamo tempestivamente chiusure mirate, poi presto saremo costretti a ricorrere a chiusure generalizzate", ha detto Ricciardi. "Le misure legate agli orari non hanno alcuna evidenza scientifica. Dove sono state applicate, non hanno avuto effetto nel contenimento. La Francia applica il coprifuoco da una settimana, ma l'incremento dei contagi è ancora molto sostenuto. Per questo dico che è più importante intervenire tempestivamente nelle aree dove il virus è fuori controllo".

25 Ottobre 09:06 Atteso nuovo Dpcm, ipotesi ristoranti aperti la domenica a pranzo

È attesa nelle prossime ore la conferenza stampa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte che illustrerà le misure contenute nel nuovo dpcm. Sembra confermata la chiusura di teatri, sale da concerto, cinema, palestre e piscine. Il decreto sarà in vigore da domani 26 ottobre fino al 24 novembre. Al termine della riunione tra il capo del governo, i capi delegazione e il ministro Francesco Boccia un'intesa nella maggioranza sembra essere raggiunta, anche se sarà possibile apportare delle modifiche alla bozza che è circolata ieri: confermata la misura che obbliga la chiusura di ristoranti, bar, gelaterie e pasticcerie alle ore 18 nei giorni feriali, una stretta a cui si oppongono le Regioni. I governatori hanno scritto una lettera all'esecutivo per opporsi alla chiusura di ristoranti, bar pasticcerie e gelaterie alle 18, proponendo la chiusura per i ristoranti alle 23 e alle 20 per i bar. Il governo sta valutando la possibilità di consentire ai ristoranti di restare aperti la domenica a pranzo.

25 Ottobre 08:56 Locatelli (Css): “Non siamo vicini alla perdita di controllo, il Paese è preparato”

"Non siamo vicini alla perdita di controllo. C’è stata una marcata accelerazione di casi. Però l’impatto in termini di ricoveri nelle terapie intensive e di numeri di persone che perdono la vita non è certamente paragonabile a quello osservato nei mesi di marzo-aprile. Evitiamo, quindi, di farci prendere dal panico". Lo dice in una intervista al Corriere il professor Franco Locatelli, componente del Comitato tecnico scientifico e presidente del Consiglio superiore di sanità. "È tempo di mantenere i nervi saldi ed evitate divisioni e polemiche – aggiunge -. Il Paese è molto più preparato in termini di disponibilità di mascherine, tamponi, posti letto attivati o attivabili nelle unità di terapia intensiva e sub-intensiva". "I respiratori distribuiti dal commissario straordinario per l’emergenza alle Regioni sono un’ulteriore evidenza che la situazione, per quanto meritevole di massima attenzione e richiamo a comportamenti responsabili, non è vicina alla perdita di controllo – ha spiegato ancora Locatelli -. E non dimentichiamo che solo un terzo dei soggetti infettati ha sintomatologia, in larga parte di limitata severità".

25 Ottobre 08:43 Coronavirus Germania, 11.176 nuovi casi e 29 morti

Sono 11.176 i nuovi casi confermati di coronavirus in Germania, un dato che porta il totale a 429.181. Lo riporta il Robert Koch Institute. Le nuove vittime sono state 29 per un totale di 10.032.

25 Ottobre 08:36 Usa, positivo collaboratore del vice presidente Mike Pence

Un collaboratore del vice presidente americano Mike Pence è risultato positivo al coronavirus. Lo riferisce il Wall Street Journal. A contrarre il virus è stato Marc Short, chief of staff del vice presidente. Positivo anche un consulente per la campagna elettorale per la rielezione del ticket Trump-Pence. Un portavoce ha detto che, in vista dell'Election Day tra meno di dieci giorni, Pence non modificherà la sua agenda.

25 Ottobre 08:30 Coronavirus Usa, nuovo record: 88.973 contagi in un giorno

La seconda ondata della pandemia da Covid-19 sta colpendo anche gli Stati Uniti, che per il secondo giorno consecutivo registrano un numero record di contagi. Sono 88.973 i casi ufficiali, contro i 79.963 del giorno precedente, registrati nelle ultime 24 ore. Il totale dall'inizio dell'emergenza è superiore agli 8,575 milioni di casi confermati, che ne fanno il Paese più colpito al mondo. La situazione più critica riguarda ora il nord e il Midwest degli Usa; un aumento di casi è segnalato da 35 dei 50 Stati. Anche il numero dei decessi giornalieri è elevato, con 906 vittime nelle ultime 24 ore; il totale sfiora ormai i 225 mila, secondo i dati della Johns Hopkins University.

25 Ottobre 08:21 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid 19 di oggi, 25 ottobre

Secondo il bollettino del ministero della Salute sono 19.644 i nuovi casi individuati nelle ultime 24 ore, per un totale dall'inizio dell'emergenza che ha superato i 500mila contagiati. I tamponi effettuati sono 177.669, circa 4.300 meno del giorno precedente. In aumento l'incremento delle vittime, 151 in un giorno che portano il totale a 37.210. Per ritrovare un incremento delle vittime così alto bisogna tornare indietro di cinque mesi, al 21 maggio, quando furono 156. I dati relativi agli incrementi relativi alle ultime 24 ore Regione per Regione:

Lombardia: +4.956 (casi totali 148.601)

Piemonte: +1.548 (53.248)

Emilia-Romagna: +1.180 (45.542)

Veneto: +1.729 (42.869)

Campania: +1.718 (36.023)

Lazio: +1.687 (32.697)

Toscana: +1.526 (29.427)

Liguria: +1.035 (22.394)

Sicilia: +886 (16.202)

Puglia: +631 (14.031)

Marche: +274 (10.919)

Friuli Venezia Giulia: +412 (7.827)

Abruzzo: + 375 (7.700)

P.A. Trento: +162 (7.688)

Sardegna: +329 (7.564)

Umbria: +525 (6.832)

P.A. Bolzano: +277 (6.095)

Calabria: +166 (3.611)

Valle d'Aosta: + 112 (2.428)

Basilicata: +50 (1.619)

Molise: +66 (1.192)

Attesa oggi la firma del nuovo Dpcm: "A decorrere dal 26 ottobre 2020, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono sospese la domenica e i giorni festivi; negli altri giorni sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00", è quanto prevede, tra le altre cose, la bozza diffusa sabato. Stop a teatri, cinema, casinò e secondo quanto prevede la bozza è fortemente raccomandato alle persone di non spostarsi dal proprio comune. Le scuole, fino alle medie, restano in presenza. Da sciogliere il nodo degli spostamenti.