Sono 5.762 i nuovi casi positivi al Coronavirus in Lombardia, secondo quanto comunicato dalla regione nell'ultimo bollettino di oggi, domenica 25 ottobre. Ieri erano stati registrati 4.956 contagi a fronte di 32.749 tamponi, con una percentuale di positivi su tamponi arrivata al 15,1 per cento, mentre oggi la percentuale è salita al 16,3 per cento. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono infatti 35.285.

Aumentano sia i ricoveri in ospedale che le terapie intensive

I decessi nelle ultime 24 ore sono stati 25 contro i 51 registrati ieri, per un totale di 17.235 vittime dall'inizio della pandemia nella sola Lombardia. Aumentano anche le persone ricoverate in ospedale così come quelle in terapia intensiva: sono 18 i nuovi pazienti giunti nei reparti di rianimazione dei nosocomi milanesi, mentre sono 173 quelli ricoverati nelle ultime 24 ore nei reparti Covid. Al momento dunque sono 2.326 le persone ricoverate in ospedale mentre sono 231 quelle che necessitano della terapia intensiva.

I dati nelle province lombarde: 2.589 contagi nella provincia di Milano

Per quanto riguarda la distribuzione dei contagi nelle province lombarde, quella che vede il più forte aumento dei positivi è Milano, con 2.589 nuovi casi di cui 1.217 a Milano città. Segue Varese, dal cui territorio vengono segnalati 907 casi. Sono 588 i nuovi contagi nella provincia di Monza e Brianza, mentre nella vicina Como sono 398. I nuovi casi di Coronavirus nel territorio di Brescia sono 246, mentre in quella di Pavia sono 254, sono 182 nella provincia di Bergamo e 96 in quella di Lecco. Nella provincia di Cremona ci sono 80 nuovi contagi mentre in quella di Lodi sono 98, seguono Mantova con 44 nuovi contagi e Sondrio con 11.

Da domani le nuove misure previste dal Dpcm: cosa cambia a Milano e in Lombardia

Intanto da domani, lunedì 26 ottobre, entreranno in vigore anche a Milano e in Lombardia le nuove restrizioni previste dall'ultimo Dpcm firmato nella notte dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Rispetto all'ultima ordinanza regionale, nel capoluogo lombardo e in tutta la Lombardia si anticipa alle 18 (rispetto alle 23) l'orario di chiusura di bar, ristoranti e pasticcerie e saranno chiuse palestre, piscine, cinema e teatri. A differenza dal resto d'Italia, in Lombardia restano chiusi nel weekend i centri commerciali.