Covid 19
16 Gennaio 2022
08:07
AGGIORNATO17 Gennaio

Le notizie sul Coronavirus del 16 gennaio

Le ultime notizie e gli aggiornamenti sul Covid in Italia e nel mondo di oggi, domenica 16 gennaio 2022.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
16 Gennaio
22:54

Speranza dice che i tamponi Covid fai da te deve valutarli la comunità scientifica

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha spiegato a Controcorrente su Rete 4 che sui tamponi Covid fai da te deve decidere la comunità scientifica, perché "non sono valutazioni di natura politica". C'è chi propone di equipararli ai test fatti in farmacia. "In questa fase in cui abbiamo ancora un numero altissimo di contagiati – ha ricordato il ministro – la nostra comunità scientifica ci sta dicendo che se una persona è positiva deve stare in isolamento perché può contagiare anche se è senza sintomi, ed è giusto che al momento dell'uscita si possa fare una verifica attraverso un tampone".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
22:47

Burioni: "Omicron continuerà a circolare, tutti incontreremo il virus"

Roberto Burioni ha spiegato a Che tempo che fa le caratteristiche della variante Omicron, definita come "un nuovo virus". Secondo il virologo "con la forma originale potevamo pensare di liberarci del virus". L'arrivo della variante Omicron, però, ha cambiato e non di poco le carte in tavola: "Continuerà a circolare e ognuno di noi lo incontrerà – ha ammonito Burioni – La scelta è se incontrarlo da vaccinati o da non vaccinati".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
22:22

La quarta dose di vaccino contro il Covid per i fragili è un'ipotesi, dice Locatelli

"Fare il booster ogni 4 mesi? Io non lo darei così per scontato". Il professor Locatelli, intervenuto a Che tempo che fa, ha spiegato che "solo i tempi di osservazioni e indagini ben condotte ci diranno se ci sarà questa necessità". Poi il coordinatore del Comitato tecnico scientifico ha aggiunto: "Semmai il discorso sulla quarta dose potrebbe riguardare i fragili".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
22:07

Locatelli (Cts): "Il sistema Regioni a colori è di un'epoca diversa, si può riconsiderare"

"Il sistema di colorazione delle Regioni è stato elaborato dal ministero della Salute in accordo con le Regioni in un'epoca diversa – ha spiegato a Che tempo che fa il presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli – Che si possa arrivare a una riconsiderazione è nella logica delle cose".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
21:52

Covid, Fauci dice che potrebbero arrivare nuove varianti

Il virologo americano, Anthony Fauci, intervenuto a Che tempo che fa, sottolinea che il vaccino contro il Covid "è stato sviluppato per un ceppo d’origine, e funziona contro tutte le varianti". Ovviamente Omicron compresa. E proprio sulle varianti, però, lancia l’allarme: "Dobbiamo prepararci se ne insorgono di nuove, non ci sono garanzie".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
21:24

Il ministro Bianchi: "In arrivo oltre 9 milioni di mascherine Ffp2 nelle scuole"

Sulle mascherine Ffp2 "abbiamo fatto delle scelte individuando delle priorità" destinandole innanzitutto alle scuole dell'infanzia e i nidi. Il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, ha spiegato che "il commissario Figliuolo ha già distribuito 800mila mascherine e altre 9 milioni e 400mila arriveranno nei prossimi quindici giorni". Poi ha precisato: "Si dice ‘mascherine per tutti', va bene, ma poi bisogna fare i conti con la realtà".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
21:00

Speranza: "I contagiati Covid devono stare in isolamento, non è banale influenza"

"In questa fase con tanti contagi la comunità scientifica ci dice che la persona contagiata deve stare in isolamento – ha ricordato il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Controcorrente su Rete 4 – Penso che dobbiamo guardare al domani ma con piedi radicati nell'oggi, siamo in un picco e l'auspicio è che nei prossimi giorni ci sia ulteriore raffreddamento della curva, di cui si è visto già qualche primissimo segnale". Poi, però, ha ammonito: "Ho sentito spesso banalizzazioni, come Covid pari a influenza, ma con tre dosi di vaccino penso che Omicron è molto più debole e ci sono poche possibilità di intensiva". Il Covid "non è né un raffreddore né un'influenza, ma il vaccino ci consente di fare cose che prima non potevamo fare".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
20:50

Speranza annuncia tavolo con Regioni per la revisione del conteggio dei positivi al Covid

"La vita della grande maggioranza degli italiani in questi mesi è stata senza grandi limitazioni", ha ricordato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenuto a Controcorrente su Rete 4. "È chiaro che nelle prossime settimane dovremo aprire un confronto con le regioni e nelle prossime ore apriremo un tavolo tenico per affrontare le questioni che hanno proposto".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
20:19

Covid, l'immunologo Abrignani (Cts): "Siamo vicini al picco, è questione di giorni"

"I dati ci dicono che siamo vicini al picco, sarà questione di giorni ma già c'è un appiattimento della curva", ha spiegato Sergio Abrignani, immunologo dell'Università Statale di Milano e membro del Comitato tecnico scientifico, al Tg1. "E dopo ci aspetta una convivenza con il virus e con la variante che fino a marzo-aprile avrà una coda che speriamo non sia troppo lunga. Ma confidiamo in nuovi farmaci, in nuovi vaccini contro le varianti". Insomma, "avremo un lento ritorno alla normalità".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
19:52

Vaccino Covid, somministrate oltre 120 milioni di dosi in Italia

Sono 120.106.684 le dosi di vaccino contro il Covid somministrate ad oggi in Italia. L'89,93% della popolazione over 12 ha ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre l'86,80% ha completato il ciclo primario e ricevuto anche la seconda. Per quanto riguarda la terza dose, invece, il 67,87% degli aventi diritto l'ha ricevuta.

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
19:25

Covid, la Francia ha approvato il pass vaccinale

Dopo due settimane di discussioni, la Francia ha dato il via libera definitivo al pass vaccinale. Oggi pomeriggio l'Assemblea nazionale ha approvato definitivamente il disegno di legge che rafforza gli strumenti per gestire la crisi sanitaria dovuta alla pandemia di Covid, tra cui – appunto – quello del pass vaccinale. Lo strumento, che sostituisce il pass sanitario, dovrebbe essere implementato questa settimana.

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
19:06

Le regole contro il Covid cambieranno presto, dice il sottosegretario Sileri

Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ha annunciato a Domenica In che le regole contro il Covid "verranno ulteriormente modificate e alleggerite molto presto". Ora "vediamo come vanno i contagi e facciamo una distinzione tra positivi e malati, considerando che i positivi non sono malati", ha spiegato.

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
18:55

Covid, in Irpinia il tasso di positività schizza al 34,7%

Continuano a crescere i contagi in Irpinia. La Provincia di Avellino, infatti, è tra le più colpite dal Covid in Italia. Il tasso di positività sale al 34,7%, con 58 ricoverati negli ospedali per infezione da coronavirus. Ci sono anche dei cluster attivi ad Avellino, Solofra e Montoro.

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
18:36

Toti: "È un bene che si consideri nuova modalità di conteggio dei casi Covid"

"Finalmente viene presa in considerazione una nuova modalità di conteggio più coerente con la situazione reale, come avevamo già suggerito come Regione Liguria – ha spiegato il governatore ligure, Giovanni Toti – è evidente che i pazienti Covid sottraggono posti alle altre patologie, pertanto è opportuno, come si sta facendo strada, che i pazienti risultati positivi al Covid ma arrivati al pronto soccorso per altri problemi vengano conteggiati in atro modo e non tra i ricoveri Covid".

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
18:17

Covid, calano i casi nel Regno Unito: oggi 70mila, è il minimo da un mese

Boris Johnson
Boris Johnson

Nel Regno Unito continuano a calare i casi quotidiani di persone positive al Covid: sono 70.924 nelle ultime ventiquattro ore, ovvero il minimo da oltre un mese. Calano anche le vittime giornaliere – oggi sono 88 – e il totale dei ricoveri negli ospedali. Nel Paese guidato da Boris Johnson prosegue la discesa dei nuovi casi, dopo il picco dovuto alla variante Omicron. L'inversione di tendenza è dovuta a un'accelerazione record in Europa delle terze dosi booster dei vaccini.

A cura di Tommaso Coluzzi
16 Gennaio
17:49

In Italia superati i 2,5 milioni di attualmente positivi al Covid

In Italia superati i 2,5 milioni di attualmente positivi al Covid. Secondo il bollettino di oggi 16 gennaio 2022 son infatti 2.548.857 gli attualmente positivi nel nostroPaese di cui 2.528.447 in isolamento domiciliare perché asintomatici o con pochi sintomi. Sono 18.719 invece i ricoverati e 1.691 quelli in terapia intensiva.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
17:43

Covid Lombardia, oggi 26.733 contagi e 57 morti

Sono 26.773 i nuovi casi di Coronavirus registrati oggi in Lombardia a fronte di 186.577 tamponi eseguiti, con purtroppo altri 57 decessi covid. I dati del bollettino Covid di domenica 16 gennaio 2022 indicano che il livello di ricoveri continua ad aumentare, sia per quanto riguarda quelli nei reparti d'area medica degli ospedali sia per i ricoveri in terapia intensiva.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
17:35

Covid Lazio, oggi 12.994 casi e 6 morti

Sono 12.994 i nuovi casi di coronavirus registrati nel Lazio nelle ultime 24 ore. Lo ha dichiarato la Regione nel bollettino di oggi, domenica 16 gennaio 2022. Sono stati processati 22.651 molecolari e 71.035 antigenici per un totale di 93.686 test. Le persone decedute sono sei, le guarite 4.225. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 13,8%. I casi nella città di Roma sono 6.406, nelle province 3.083.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
17:31

In Italia otre 350 pazienti covid in più in 24 ore

In Italia otre 350 pazienti covid in più in 24 ore negli ospedali. Secondo i dati del bollettino di oggi aumentano i numeri riguardanti i ricoveri per Covid-19 sia in area medica che in terapia intensiva. Nella giornata di oggi infatti si registrano 349 pazienti in più nei reparti ordinari, per un totale di 18.719 persone ricoverate. Per quanto riguarda le terapie intensive, si registrano 14 pazienti in più nelle ultime 24 ore, per un totale di 1.691 con 128 ingressi del giorno.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
17:24

Covid Italia, oggi 149.512 contagi e 248 morti: il bollettino

Oggi i nuovi casi di Covid-19 in Italia sono 149.512, in calo rispetto a ieri ma con tasso di positività in aumento al 16,1%. I morti sono 248. È quanto emerge dal bollettino di domenica 16 gennaio.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
17:23

In Gran Bretagna 70.924 nuovi casi e 88 morti covid in 24 ore

Sono 70.924 i nuovi casi di positività al coronavirus In Gran Bretagna oggi domenica 16 gennaio. Dato in calo rispetto a quello di sabato (81.713). I decessi legati al Covid-19 invece sono 88, in drastico calo nel confronto con la performance del giorno precedente (287).

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
17:15

Covid Campania, oggi 17.667 contagi e 5 morti

Sono 17.667 i nuovi positivi Covid in Campania, dei quali 6.879 risultati tali col tampone molecolare e 10.788 con quello antigenico rapido. I nuovi contagi sono emersi dall'analisi di 104.906 test complessivi (38.338 molecolari e 66.568 rapidi). La percentuale di positività è quindi del 16,84%. In ospedale risultano ricoverate 1.365 persone complessivamente. Di queste, 1.278 (+32) sono in degenza ordinaria o area non critica e 87 (-1) in Terapia Intensiva Covid. Il tasso di occupazione registrato oggi è quindi 29,05% per la degenza ordinaria e 12,45% per la Terapia Intensiva. I dati sono stati comunicati dalla Regione Campania col bollettino ordinario quotidiano Covid di oggi, 16 gennaio 2022.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
17:09

Minacce e proiettili a Immunologa Viola: "Non smetterò di dire che i bambini devono essere vaccinati"

"Mi è stato chiesto di smettere di dire che i bambini devono essere vaccinati. La pallottola mi è arrivata per questo. Ma io non posso smettere di dirlo". Lo ha spiegato l'immunologa Antonella Viola intervenuta a In mezz'ora su Rai3, finita sotto scorta per le sue posizioni. "Le minacce -mi sono arrivate perché ho detto che bisogna vaccinare i bambini, ma se non dicessi questo non sarei un buon scienziato. I no vax  Sono una piccola minoranza, il loro è comunque un mondo variegato" ha aggiunto l'immunologa, spiegando: "Di fronte a una pandemia come questa l'unica strada per tornare alla normalità è quello di trasformare questo virus in influenza. Per far questo dobbiamo essere tutti vaccinati, se noi abbiamo delle sacche di centinaia di migliaia di non vaccinati quando il virus circola in inverno, queste persone andranno ad affollare gli ospedali mettendo sotto stress il sistema sanitario. Quindi ci ritroveremo di anno in anno con il problema degli ospedali sotto pressione, del mancato accesso per le altre cure e operazioni e con la necessità di imporre delle restrizioni. L'unico modo per uscirne è proteggerci tutti e a quel punto iniziare una gestione normale di convivenza con il virus" aggiunge Viola, che sulle minacce di morte dice: "La mia vita sotto scorta è molto complicata. Vuol dire vivere senza libertà, mi dispiace per i carabinieri che devono stare dietro di me e cerco di adeguare le mie giornate per non pesare su di loro"

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
17:05

Covid Piemonte, oggi 8.857 contagi e 24 decessi 

Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 8.857 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 7.713 dopo test antigenico), pari al 14,8% di 60.004 tamponi eseguiti, di cui 50.759 antigenici. Degli 8.857 nuovi casi gli asintomatici sono 7.157 (80,8%). I casi sono così ripartiti: 7.363 screening, 1.097 contatti di caso, 397 con indagine in corso. Il totale dei casi positivi diventa 697.936. I ricoverati in terapia intensiva sono 143 (-3 rispetto a ieri), non in terapia intensiva sono 2.016 (+78 rispetto a ieri).

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
16:41

Marche, 4.923 casi nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore nelle Marche sono stati individuati 4.923 casi di Covid-19 con 14.184 tamponi processati nel percorso per le nuove diagnosi e un tasso di positività al 34,7% (ieri era al 25,6% con 5.766 casi); la metà dei nuovi positivi si riscontrano nelle fasce d'età 25-44 anni e 45-59 anni.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
16:10

Quirinale, i non vaccinati votano con tampone, per i positivi si cerca ancora una soluzione

Il presidente della Camera Roberto Fico spiega che i grandi elettori che voteranno per il Quirinale se vaccinati non dovranno fare il tampone. La questione del voto dei positivi è un tema ancora "sul tavolo".

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
15:58

In Emilia Romagna 17.360 casi

In Emilia Romagna sono stati registrati 16.408 nuovi casi di positività al Covid nelle ultime 24 ore a fronte di 59.188 tamponi eseguiti. A questi numeri comunicati al ministero della Salute, spiega la Regione, vanno aggiunti 952 nuovi casi registrati a Piacenza e provincia da ieri, che per un problema di rilevamento non è stato possibile caricare e che verranno recuperati nei prossimi giorni: il totale complessivo odierno sarebbe di 17.360 casi. Quanto ai pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive, questi sono 149, tre in meno rispetto a ieri:  sul totale, 94 non sono vaccinati, il 63,1%, mentre 55 sono vaccinati con ciclo completo. I pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono invece 2.394, 61 in più rispetto a ieri.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
15:37

OMS: "Nessuno può sfuggire al Covid, importante vaccinarsi"

"In base a quello che vediamo nessuno può sfuggire al Covid, l'immunità l'avremo con il vaccino o con il contagio a causa della veloce trasmissibilità di omicron. L'importante è vaccinarsi, le persone vaccinate hanno minori possibilità di sviluppare malattie gravi. Vedremo cosa succederà quando omicron colpirà i non vaccinati". Lo ha detto Hans Kluge, direttore regionale Oms Europa.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
15:15

Sileri: "Omicron raggiungerà tutti, non c'è scampo. Il vaccino farà la differenza"

La variante Omicron del Covid-19 "raggiungerà tutti, non c'è scampo", poi "c'è chi avrà il vaccino, e chi no, che avrà dei problemi, ma entro la fine del 2022 quasi tutta la popolazione bene o male avrà incontrato questa variante". Così il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, secondo cui "sicuramente dovremo convivere con quella che sarà poi la variante dominante, non so se sarà la Omicron. Noi dobbiamo vaccinarsi, ma al momento non si sa ogni quanto".

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
14:44

Il sindaco di Messina contro il Super Green Pass: "Persone bloccate qui, è sequestro di Stato"

Cateno De Luca, sindaco di Messina, ha occupato l'area degli imbarcaderi, dove approdano i traghetti che fanno la spola tra la sponda calabra e quella siciliana dello Stretto, per protestare contro le norme sul Green pass rafforzato che ora regolano i trasporti. "Oggi occupo lo Stretto di Messina – ha detto – per protestare contro un vero e proprio sequestro di Stato, a tutti gli effetti. Abbiamo ricevuto decine di segnalazioni di persone giunte in Sicilia con le vecchie regole e che ora, con l'obbligo di Green pass rafforzato sui trasporti, non possono lasciare l'Isola. Tanti anche i casi di persone che avevano programmato degli interventi chirurgici al Nord e che ora non possono andare".

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
14:23

Sileri: "Covid simile a un'influenza solo per chi è vaccinato"

Il covid "non è una semplice influenza, è più simile all'influenza per chi è vaccinato, perché è più  protetto". A dirlo il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervenendo a Domenica In su Rai Uno.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
14:14

Friuli Venezia Giulia, 2.993 nuovi casi e 9 morti

Nelle ultime 4 ore in Friuli Venezia Giulia su 3.594 tamponi molecolari sono stati rilevati 552 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 15,36%. Sono inoltre 15.908 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 2.441 casi (15,34%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 41 e i pazienti ospedalizzati in altri reparti a 373. Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Per quanto riguarda l'andamento della diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d'età più colpita è quella da 0 a 19 anni (22,45%) seguita da 50-59 anni (18,38%), 40 a 49 anni (17,11%), 30-39 anni (14,17%) e 20-29 (12,09%).

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
14:00

Da obbligo vaccinale covid per 50enni, in Italia 685mila prime dosi

Da quando, lo scorso 7 gennaio, è stato annunciato l'obbligo di vaccino covid per gli over 50 e del super pass per lavorare , sono state fatte in Italia quasi 685mila prime dosi. Prima del record stabilito ieri con quasi 92mila somministrazioni, il giorno con più vaccinazioni è stato l'8 gennaio, quando il decreto è stato pubblicato in gazzetta: poco più di 82mila prime dosi in 24 ore. La media delle somministrazioni dal 7 gennaio è di circa 76mila dosi al giorno

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
13:50

In Germania incidenza settimanale del contagio a livelli record

In Germania è stato registrato un nuovo record relativo al dato di incidenza settimanale dei contagi da Covid. Secondo i dati diffusi dal Robert Koch Institute (Rki), negli ultimi sette giorni sono stati registrati 515,7 nuovi casi ogni 100mila abitanti. È la prima volta che viene superata la soglia dei 500 casi dall’inizio della pandemia. Il giorno precedente il dato si era attestato su 497,1 casi ogni 100mila abitanti, mentre sette giorni fa era 362,7. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 52.50 nuovi contagi, rispetto ai 36.552 di sette giorni fa. I nuovi decessi legati al Covid sono stati 47, in calo rispetto ai 77 di una settimana fa.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
13:36

Covid Puglia, oggi 8.384 nuovi casi e 4 decessi  

Oggi in Puglia sono stati registrati 8.384 nuovi casi di contagio da Covid-19 su 54.677 test effettuati nelle ultime 24 ore. Inoltre sono stati registrati 4 decessi per covid. Attualmente sono 118.307 le persone positive, 593 sono ricoverate in area non critica e 61 in terapia intensiva. Complessivamente dall'inizio dell'emergenza i casi totali sono 433.751 a fronte di 6.796.808 test eseguiti, 308.381 sono le persone guarite e 7.063 quelle decedute.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
13:29

Vaccino covid : ieri quasi 92mila prime dosi, record da 4 mesi 

Nella giornata di sabato 15 gennaio sono state somministrate in Italia quasi 92mila prime dosi di vaccino anti-Covid, record da 4 mesi. Per risalire ad un numero maggiore di prime somministrazioni giornaliere bisogna andare indietro  al 6 settembre quando erano state 96mila. In totale le dosi sono quasi 120 milioni dall'inizio della campagna vaccinale. Sono 46 milioni e 867mila gli italiani over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale e 26 milioni e 626mila quelli che hanno fatto il booster.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
13:09

Covid Toscana, oggi 10.287 nuovi contagi e 32 morti

Sono 10.287 i nuovi contagi da coronavirus registrati oggi in Toscana  a fronte di 64.007 test  analizzati nelle ultime 24 ore. Ad elencare i dati del bollettino covid si oggi domenica 16 gennaio è il presidente della regione ToscanaEugenio Giani. “I nuovi casi registrati in Toscana sono 10.287 su 64.007 test di cui 20.600 tamponi molecolari e 43.407 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 16,07% (70,3% sulle prime diagnosi)” ha spiegato infatti il governatore attraverso i suoi canali social. Oggi sono stati eseguiti 20.600 tamponi molecolari e 43.407 tamponi antigenici rapidi, di questi il 16,1% è risultato positivo. Sono invece 14.633 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 70,3% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 178.444, -0,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.368 (19 in più rispetto a ieri), di cui 127 in terapia intensiva (4 in più). Oggi si registrano 32 nuovi decessi: 12 uomini e 20 donne con un'età media di 81,9 anni.

A cura di Antonio Palma
16 Gennaio
12:54

Sebastiani: "28 province italiane hanno raggiunto il picco dei contagi"

L'epidemia di Covid-19 segue andamenti diversi nelle 107 province italiane, 7 delle quali sono al picco e 28 lo hanno già raggiunto, mentre in 40 si registra una crescita frenata; in altre 13 province si rileva ancora una crescita di tipo lineare e in 19 l'incidenza è rapidamente aumentata: è quanto indicano le analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo ‘M.Picone', del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), basate sulle differenze settimanali della curva dell'incidenza dei positivi totali nelle 107 province. Le province che hanno raggiunto il picco si trovano soprattutto in Toscana e Umbria, "che anche a livello regionale mostrano di aver da poco superato il picco", assieme a  Lombardia e Abruzzo, che sono attualmente al picco. Sebastiani rileva che "queste regioni sono 4 delle 7 dove nelle ultime settimane del 2021 c'è stata una crescita esponenziale, con tempi di raddoppio degli incrementi piccoli, probabilmente a causa della diffusione della variante Omicron".

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
12:11

Vaccini, ieri quasi 92mila prime dosi, mai così da 4 mesi

Nella giornata di ieri sono state effettuate quasi 92mila prime dosi di vaccino anti Covid, il dato più alto dall'inizio della quarta ondata. Per risalire ad un numero maggiore di prime somministrazioni giornaliere bisogna andare indietro di 4 mesi, al 6 settembre, quando furono oltre 96mila. Complessivamente sono state somministrate quasi 120 milioni di dosi dall'inizio della campagna e sono 49 milioni (49.095.966) gli italiani over 12 anni che hanno fatto una dose o sono guariti da al massimo 6 mesi. Sono invece 46.867.461 gli italiani over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale e 26.626.304 quelli che hanno fatto il booster.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
12:09

Covax ha distribuito un miliardo di vaccini in 144 Paesi

Un miliardo di vaccini distribuito in 144 Paesi: questo l'obiettivo raggiunto e superato da Covax, il programma internazionale lanciato nel 2020 dall'Organizzazione mondiale per la sanità per assicurare una diffusione più equa e vasta possibile dei vaccini anti-Covid specie nei Paesi più poveri. I responsabili del programma hanno comunque sottolineato che c'è ancora molta strada da fare sul fronte della battaglia contro la pandemia che deve essere condotta su scala mondiale. Il 49% della popolazione del Pianeta non ha infatti ancora ricevuto neanche una dose. L'obiettivo di Covax è di arrivare a vaccinare entro metà anno almeno la metà della popolazione mondiale

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
11:48

Sileri: "La comunicazione dei dati deve essere aggiornata"

La pandemia "non è ancora finita ma il progressivo emergere della variante Omicron sulla Delta ne sta cambiando i connotati, rendendo opportuno un aggiustamento delle nostre strategie. La comunicazione dei dati deve essere aggiornata" e "la nuova fase dell'epidemia deve portarci entro breve a rivedere le regole soprattutto per la gestione degli ospedali". A dirlo il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri a Rai Radio1. La comunicazione dei dati, ha aggiunto, "deve essere aggiornata, visto che il semplice dato del numero dei contagiati in sé è poco significativo in presenza di un virus diventato molto più contagioso ma meno aggressivo, soprattutto con i vaccinati. Altrettanto e forse più importante è sapere chi entra oggi in ospedale, qual è la sua età, quale il suo status vaccinale e le sue eventuali comorbidità: queste informazioni possono aiutarci a far capire meglio a chi ancora esita a vaccinarsi che il Covid non è diventato un'influenza". "La nuova fase dell'epidemia – ha concluso – deve portarci entro breve a rivedere le regole soprattutto per la gestione degli ospedali, da un lato recuperando spazi di relazioni umane tra i pazienti ed i loro parenti, dall'altro riprendendo a dare la giusta attenzione a tutte le patologie che l'emergenza Covid ci ha costretto a mettere in secondo piano. È un altro di quei passaggi che dovranno segnare il transito dalla pandemia all'endemia, dall'emergenza alla convivenza con il virus".

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
11:14

Scuola, Bianchi: "Non è vero che le regole non sono chiare"

Le regole per la quarantena in classe potrebbero cambiare ancora. Il ministro Bianchi: "Non è vero che le regole non sono chiare. Allo stesso tempo si sta ragionando per semplificarle".

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
11:02

Veneto, 13.094 nuovi casi e 15 morti nelle ultime 24 ore

I nuovi casi di Covid in Veneto nelle ultime 24 ore sono 13.094, mentre sono 15 le vittime. Secondo il report della Regione Veneto dall'inizio della pandemia il totale dei contagi è pari a 881.507 quello dei deceduti 12.725. Il totale degli attualmente positivi si attesta su 252.942 unità. Nei reparti medici sono ricoverati 1.735 pazienti Covid (-18), nelle terapie intensive 198 (-7).

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
10:32

In Emilia-Romagna test fai da te per inizio e fine quarantena: le nuove regole dal 19 gennaio

In Emilia-Romagna sarà sufficiente un test fai da te per entrare o uscire dalla quarantena Covid. La nuova piattaforma operativa dal 19 gennaio.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
10:22

Galli: "Prescrivere l'antibiotico azitromicina a un positivo Covid è da incompetenti"

Il professore Massimo Galli
Il professore Massimo Galli

Da giorni scarseggiano in tutta Italia dosi dell'azitromicina, farmaco diventato introvabile soprattutto nelle farmacie romane. A tal proposito non si è fatta attendere una strigliata del professor Massimo Galli ai medici di base: "Prescrivere un antibiotico a un positivo? Da incompetenti. Stiamo parlando di un medicinale che non serve assolutamente a nulla in questa malattia. E che rischia di far mancare il farmaco a chi ne ha veramente bisogno", spiega all’Adnkronos, "C’è il pericolo di buttare alle ortiche l’utilità di una molecola importante".

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
10:05

Morto di Covid leader No Green Pass abruzzese. L’amico ai No Vax: “Lo avete sulla coscienza”

Luigi Marilli, uno dei punti di riferimento per i No Green Pass abruzzesi, è morto a 63 anni dopo aver contratto il Covid-19. L’amico sulle pagine No Vax: “Si sarebbe salvato se non avesse seguito le vostre ideologie anziché i consigli della sua famiglia e dei suoi amici”.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
09:47

Omicron, primo caso a Pechino a 3 settimane dall'inizio delle Olimpiadi

A Pechino è stato riscontrato il primo caso di variante Omicron del coronavirus. La conferma ieri da parte delle autorità sanitarie cinesi a meno di tre settimane dall'inizio dei Giochi Olimpici invernali, mentre numerosi focolai di contagi sono stati dichiarati nelle ultime settimane nelle zona adiacenti. Poche ore prima le autorità hanno anche confermato la presenza della variante nella città di Shanghai.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
09:12

Brusaferro: "L'endemizzazione del virus è uno scenario possibile, ma non attuale"

Siamo ancora in pandemia, "in una fase di crescita molto significativa dei contagi di cui non si prevede il picco e l'endemizzazione del virus è uno scenario possibile, ma non attuale". A dirlo in un'intervista a ‘La Stampa' Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto superiore di sanità e membro del Cts. "Invece di discutere su cosa succederà bisogna guardare i dati e prepararsi a eventuali novità con coperture vaccinali, farmaci e monitoraggio" aggiunge. La terza dose, intanto, "protegge molto bene dalla malattia grave, se ne sta studiando la durata ed è presto per parlare della quarta". Siamo "in una nuova fase caratterizzata dalla variante Omicron arrivata all'80 per cento dei contagi e da quasi il 90 per cento della popolazione vaccinata. Questa combinazione, nonostante la crescita dell'infezione molto significativa e l'impatto notevole sul servizio sanitario, rende il quadro meno grave di quanto sarebbe stato senza vaccini e misure in atto" precisa. C'è un rallentamento della crescita della curva "su cui essere cauti e da confermare, perché molte Regioni hanno segnalato difficoltà a riportare i dati". Le terapie intensive "sono piene al 17 per cento di pazienti Covid e i reparti ordinari al 27. Dati in crescita, che indicano la necessità di riorganizzare gli ospedali dilazionando altre prestazioni". Per convivere più serenamente "col virus dobbiamo anche occuparci del resto del mondo, supportando i Paesi più fragili nella produzione e nella logistica dei vaccini".

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
08:56

Guterres: "Si dia la priorità alla fornitura di vaccini in tutto il mondo"

"Omicron ci ricorda che fermare la pandemia deve essere in cima all'agenda ovunque. Abbiamo bisogno che tutti i paesi e tutti i produttori diano priorità alla fornitura di vaccini e sostengano la produzione locale di test, vaccini e trattamenti in tutto il mondo". Lo afferma in un tweet il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
08:35

In Italia sono state somministrate quasi 120 milioni di dosi di vaccino

Sono 119.840.779 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 98,8% del totale di quelle consegnate pari finora a 121.151.538 ( nel dettaglio 82.086.319 Pfizer/BioNtech, 22.560.260 Moderna, 11.544.698 Vaxzevria-AstraZeneca, 3.114.000 Pfizer pediatrico e 1.846.249 Janssen). È quanto emerge nel report del Commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle ore 6.13. In particolare, sono state somministrate 26.626.304 dosi addizionali/richiamo (booster) al 67,34% della popolazione potenzialmente oggetto di tali somministrazioni che hanno ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi. Le persone che hanno avuto almeno una prima dose sono 48.559.112, l'89,91% della popolazione over 12 mentre quelle che hanno completato il ciclo vaccinale sono 46.867.461 pari all'86,78% della popolazione over 12. I guariti in totale sono 536.854, lo 0,99% della popolazione over 12 guarita da al massimo 6 mesi. In totale la somma di chi ha avuto almeno una dose e di chi è  guarito da almeno sei mesi è pari a 49.095.966 ossia l'90,9% della popolazione over 12.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
08:31

Viola la quarantena: denunciato 34enne di Spoleto

Gli agenti di polizia del Commissariato di Spoleto, durante un servizio di monitoraggio del territorio, hanno fermato un'auto il cui conducente, a seguito di controllo, è risultato essere positivo al COVID-19 e sottoposto a quarantena obbligatoria. L'uomo, un 34enne extracomunitario, pluripregiudicato, è stato deferito all'autorità giudiziaria per il reato di epidemia.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
08:29

Djokovic perde il ricorso, espulso dall’Australia: non giocherà gli Australian Open

Niente da fare per Novak Djokovic. La Corte Federale si è pronunciata all’unanimità e ha confermato la decisione del governo australiano: il tennista sarà espulso, e non giocherà gli Australian Open.

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
08:20

Locatelli: "La curva epidemica sta rallentando anche in Italia"

Secondo Franco Locatelli, coordinatore del Cts, "siamo in una situazione delicata e con numeri ancora crescenti per quel che riguarda l’incidenza d’infezioni. Tuttavia, la crescita percentuale dell’ultima settimana è stata inferiore alla precedente e, negli ultimi giorni, vi sono evidenze di chiara decelerazione della curva epidemica in linea con quanto osservato in altri Paesi. Nel Regno Unito si sta assistendo alla riduzione dei ricoveri". Intervistato dal Corriere, il professore ha comunque spiegato che "la pressione sulle strutture sanitarie nelle ultime settimane è decisamente aumentata. Il rischio da scongiurare è di danneggiare i pazienti con patologie differenti dal Covid riducendo il numero di procedure mediche o chirurgiche. A questo rischio può contribuire anche un elevato numero di contagi tra gli operatori sanitari che è certamente non trascurabile. Non possiamo parlare però di ospedali vicino al collasso".

A cura di Davide Falcioni
16 Gennaio
08:10

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, domenica 16 gennaio

In Italia ieri sono stati registrati 180.426 casi di Covid, in leggero calo rispetto ai 186.253 contagi di venerdì. È quanto emerge dal bollettino del Ministero della Salute. Sono stati effettuati 1.217.830 tamponi tra test molecolari e antigenici. Il tasso di positività si attesta al 14,8% (-1,6%). Il numero di infezioni da inizio pandemia sale a 8.549.450. Nell'ultima giornata si contano anche altri 308 decessi per Covid e il totale delle vittime da inizio pandemia sale a 140.856. Gli attualmente positivi sono 2.470.847 (+72.019), mentre i guariti sono 5.937.747 (+120.609). Questa la situazione regione per regione:

  • Lombardia: +33.249
  • Veneto: +19.539
  • Campania: +19.788
  • Emilia Romagna: +17.755
  • Lazio: +12.096
  • Piemonte: +14.350
  • Toscana: +11.761
  • Sicilia: +9.292
  • Puglia: +9.718
  • Friuli-Venezia Giulia: +4.570
  • Liguria: +5.835
  • Marche: +5.766
  • Abruzzo: +3.835
  • Calabria: +2.723
  • P.A Bolzano: +2.700
  • Umbria: +1.958
  • Sardegna: +1.490
  • P.A Trento: +2.461
  • Basilicata: +611
  • Molise: +507
  • Valle d'Aosta: +440

Nel mondo 5.535.599 morti su 326.190.190 contagi. Le dosi di vaccino somministrate sono complessivamente 9.614.939.788, in larghissima parte nei paesi ad alto reddito.

A cura di Davide Falcioni
31052 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni