444 CONDIVISIONI
Covid 19
11 Febbraio 2021
07:16
AGGIORNATO12 Febbraio

Le notizie dell’11 febbraio sul coronavirus

444 CONDIVISIONI

Le notizie sul Coronavirus Covid-19 in Italia e nel mondo e i dati di giovedì 11 febbraio 2021. Oggi 15.146 nuovi casi e 391 morti. Via alle somministrazioni del vaccino anti-Covid AstraZeneca riservato però solo alle persone dai 18 ai 55 anni. Crollano i contagi tra operatori sanitari, Gimbe: "Probabile effetto vaccini anti covid". Attesa per il nuovo cambio di colore: Umbria e Toscana verso zona arancione ma a rischio sono anche Molise, Abruzzo. Allarme per le varianti covid che ha spinto a varare zone rosse locali, Ricciardi: "Rischio esplosione varianti covid a marzo. La campagna vaccini ha raggiunto quota 2.755.656 dosi somministrate mentre i vaccinati completi sono 1.236.884. Sileri: "Man mano che si va avanti con la vaccinazione devono esserci riaperture". Nel mondo sono oltre 107 milioni i contagi e 2,3 milioni i morti covid. In Ue superato il mezzo milione di morti covid. La Germania prolungherà il blocco covid almeno fino al 7 marzo dopo aver fatto registrare ulteriori 666 morti. Il Messico approva i sieri cinesi CanSino e CoronaVac. In Brasile 1.330 morti e 59 mila contagi in 24 ore.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
11 Febbraio
22:58

Donald Trump è stato gravemente malato di Covid-19

Quando lo scorso ottobre Donald Trump venne ricoverato in ospedale a causa dei sintomi del Covid-19, i suoi livelli di ossigeno nel sangue erano estremamente bassi e a lungo i medici hanno temuto di doverlo intubare. A rivelarlo il New York Times, secondo cui le condizioni dell'ex presidente degli Stati Uniti sono state molto più gravi di quanto fosse stato fatto trapelare.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
21:19

Il premier portoghese: "Riceveremo il 55% in meno dei vaccini ordinati"

Nei primi tre mesi di quest'anno il Portogallo riceverà il 55 per cento in meno dei vaccini contro il coronavirus, 1,9 milioni rispetto alle 4,4 milioni di dosi. A renderlo noto il primo ministro, Antonio Costa, durante una conferenza stampa a margine del Consiglio dei ministri. Il premier ha lamentato che se le aziende farmaceutiche avessero rispettato il contratto Ue il Paese avrebbe potuto vaccinare più di 2 milioni di cittadini. Nel suo discorso, Costa ha sottolineato che il problema del Portogallo non è né la distribuzione, né le risorse umane sufficienti per la somministrazione delle dosi, evidenziando che "è a monte, è fuori dal Portogallo, dal nostro controllo, ed è la capacità produttiva dell'industria", ha concluso Costa.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
20:51

Francia, crescono le varianti: oltre 300 i casi nella regione a confine con la Germania

Centinaia di casi di mutazioni “riconducibili alle varianti sudafricana e brasiliana” sono stati individuati nella zona a est della Francia, al confine con la Germania, nell'area della Mosella. Nello specifico sarebbero oltre 300 così come spiegato dal ministro della Salute francese, Olivier Véran, che ha definito “preoccupante” la situazione e ha ammesso che “al momento non ci sono spiegazioni della diffusione delle mutazioni” nella regione.

A cura di Chiara Ammendola
11 Febbraio
19:57

Nel Regno Unito 13.494 nuovi contagi e 678 morti

Le autorità sanitarie britanniche hanno registrato nelle ultime 24 ore 678 nuovi decessi da coronavirus tra le persone che si erano ammalate nei 28 giorni precedenti. In base a questa classificazione, il totale dei decessi nel Regno Unito è ora di 115.529. Sempre nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 13,494 nuovi contagi. I dato diffusi eri riferivano di 1.001 morti e 13.013 nuove infezioni. Nel frattempo, prosegue a pieno ritmo la campagna di vaccinazione. Le persone che hanno ricevuto la prima dose del vaccino anti Covid-19 sono ora 13.509.108, con un incremento di 450.810 unità rispetto a ieri.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
19:49

In Repubblica Ceca boom di contagi: 483 infezioni ogni 100 mila abitanti

L'ultima ondata di coronavirus si è abbattuta con tutta la sua forza sulla Repubblica Ceca, Paese verso il quale la Germania oggi ha deciso di chiudere le frontiere a partire da questa domenica. Su una popolazione di appena 10,7 milioni di abitanti, attualmente si registrano oltre 10 mila contagi giornalieri. In totale, ad oggi si sono contate oltre un milione di infezioni da Covid (1.055.415), con un bilancio di 17.642 vittime. L'incidenza di contagio è molto alta, avendo superato le 483 nuove infezioni su 100 mila abitanti nei sette giorni. Per avere un confronto, in Germania l'incidenza a livello nazionale è appena superiore ai 70 contagi su 100 mila abitanti. Per questa ragione il ministero degli Esteri di Berlino ha classificato la Repubblica Ceca come zona a rischio particolarmente elevata, classificazione per la quale basta un'incidenza di 200 contagi su 100 mila abitanti, ossia meno della metà attualmente registrata nel Paese.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
18:57

Lopalco: "C’è un calo dell’attenzione, necessario introdurre restrizioni più severe”

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
Il Prof. Pier Luigi Lopalco

Pier Luigi Lopalco, epidemiologo ed assessore alla Salute della Regione Puglia, in un'intervista a Fanpage.it ha dichiarato: "Nel nostro paese siamo riusciti a sopportare l’impatto della seconda ondata senza imporre un nuovo lockdown totale, mantenendo un buon equilibrio tra il controllo della circolazione del virus e la vita sociale". Ora però c’è un calo dell’attenzione tra i cittadini e si rischia un nuovo aumento dei contagi, anche a causa della variante inglese. "È necessario introdurre nuove restrizioni"

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
18:41

Covid, in Lombardia 2.434 contagi e 54 morti nelle ultime 24 ore

Sono 2.434 i nuovi casi Covid-19 segnalati in Lombardia nelle ultime 24 ore, mentre sono 54 i morti, per un totale di 27.652 decessi ufficiali. È quanto emerso dal bollettino di oggi giovedì 11 febbraio sui contagi da Coronavirus in Lombardia. Continua a crescere il numero dei guariti/dimessi, ora arrivato a 481.626. Diminuiscono i ricoveri in ospedale (meno 14), diminuisce anche il numero di persone ricoverate in terapia intensiva: sono 368 i pazienti ricoverati.

A cura di Chiara Ammendola
11 Febbraio
17:54

Spagna, paziente malato di covid dà fuoco all'ospedale

Un uomo ricoverato per covid in un ospedale di Cadiz, Spagna, ha scatenato il panico dopo aver incendiato il materasso in un tentativo di fuga. L'uomo, 63 anni, era ricoverato al sesto piano dell'ospedale universitario Puerta del Mar. Apparentemente voleva approfittare della confusione per andarsene, ma è stato fermato mentre si trovava ancora all'interno dell'edificio, riferisce il quotidiano la Voz de Cadiz. Ora il paziente è piantonato in un altro nosocomio. Secondo il giornale sembra che soffra di episodi di confusione mentale, dovute ad una grave condizione epatica già presente prima del covid. L'intervento dei pompieri ha permesso di domare in fretta le fiamme. Non vi sono stati per fortuna feriti, ma sicuramente molto panico. Alcuni reparti sono stati evacuati, ma tutti i malati covid hanno trovato nuova sistemazione all'interno dell'ospedale.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
17:30

Il bollettino di oggi: 15.146 nuovi casi di contagio e 391 decessi

Sono 12.956 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore su un totale di 292.533 test effettuati, tra antigenici e tamponi molecolari. È quanto emerge dal bollettino di giovedì 11 febbraio. Si registrano altri 391 decessi da ieri. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è la Lombardia.

A cura di Biagio Chiariello
11 Febbraio
17:19

Lazio, 1.261 casi e 31 morti: il bollettino di oggi

Nel Lazio sono 1.261 le persone positive al coronavirus registrate nelle ultime 24 ore. Lo ha comunicato la Regione con il bollettino di oggi, giovedì 11 febbraio. 31 sono le persone decedute a causa di complicazioni derivanti dal covid, 618 i casi nella città di Roma. I tamponi processati sono stati 30mila.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
17:15

In Piemonte 1.189 nuovi casi nelle ultime 24 ore

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.189 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 143 dopo test antigenico): dei 1.189 casi, 974 sono nuove segnalazioni di oggi e 215 sono aggiornamenti relativi alla giornata di ieri. I positivi al tampone sono il 5.9% dei 20.128 tamponi eseguiti, di cui 11.657 antigenici. Dei 1.189 nuovi casi, gli asintomatici sono 430(36,2%). Sono 22 i decessi di persone positive comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 3 di oggi. Il totale è ora di 9.089 deceduti da inizio pandemia, così suddivisi per provincia: 1.374 Alessandria, 588 Asti, 374 Biella, 1.082 Cuneo, 753 Novara, 4.133 Torino, 408 Vercelli, 294 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 83 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
17:13

Campania, 1.694 nuovi casi e 12 morti nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Campania sono stati individuati 1.694 nuovi casi di Coronavirus: altri 12 i decessi, ad un passo dai quattromila complessivi da inizio pandemia (3.966 totali). Aumentano anche i ricoveri in ospedale: 115 persone in terapia intensiva, altri 1.425 nei reparti di degenza ordinari. Già saturi alcuni reparti al Loreto Mare e all’ospedale del Mare.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
17:08

Campania, le previsioni dei contagi: se continua così, a marzo 2021 una nuova ondata

Se le misure di contenimento del Covid-19 resteranno queste attualmente in vigore, la Campania si troverà nel mese di marzo con una nuova ondata di contagi e con un nuovo stress del sistema ospedaliero conseguente l’aumento di ricoveri in terapia intensiva e in degenza ordinaria. L’Unità di crisi della Regione ha reso nota la sua curva di previsione sugli infetti e sugli ospedalizzati per le settimane a venire.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
17:04

La Germania chiuderà le frontiere con Austria e Repubblica Ceca

Per limitare la diffusione delle varianti del coronavirus sul suo territorio la Germania chiuderà le frontiere con la Repubblica Ceca e con l'Austria nella parte del Tirolo. Ad annunciarlo il ministro dell'Interno, Horst Seehofer. La chiusura del confine sarà a partire da domenica.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
17:01

Bologna, carabinieri interrompono una festa universitaria con 8 studenti

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Una festa in casa organizzata da otto studenti è stata interrotta dai Carabinieri la scorsa notte in via Petroni, zona universitaria di Bologna. Gli uomini dell'arma sono intervenuti intorno alle 3 dopo alcune segnalazioni di rumori, musica e schiamazzi che provenivano da un appartamento, causando disturbo ai residenti. La pattuglia si è trovata di fronte una ‘festicciola' alla quale stavano partecipando otto studenti universitari (di Bologna, Piacenza, Venezia e Avellino), età compresa tra i 22 e i 25 anni. Per tutti è scattata la sanzione di 400 euro per l'inosservanza delle norme sanitarie anti Covid-19. Nel corso dei servizi svolti ieri dall'Arma per verificare il rispetto di queste norme, complessivamente sono state identificate 720 persone e controllati 536 veicoli e 127 esercizi pubblici. Una decina in tutto le persone sanzionate per aver violato l'obbligo di indossare la mascherina, il divieto di spostarsi tra le 22 e le 5 o il distanziamento sociale, come per il caso della festa.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
16:57

Quattro sintomi che potrebbero indicare infezione da coronavirus

Esaminando i dati di un milione di cittadini britannici sottoposti a tampone oro-rinofaringeo tra giugno 2020 e gennaio 2021, un team di ricerca dell’Imperial College di Londra ha dimostrato che i brividi, la perdita di appetito, il mal di testa e i dolori muscolari possono essere predittivi di COVID-19 come febbre, tosse secca e altri sintomi caratteristici dell’infezione.

A cura di Davide Falcioni
11 Febbraio
15:53

Mappa covid Ue: Umbria in rosso scuro con Trento e Bolzano

Umbria unica regione italiana in rosso scuro insieme alle province di Trento e Bolzano, è quanto prevede il nuovo aggiornamento della mappa covid Ue con le regioni più a rischio coronavirus nel Vecchio Continente. Dunque dalle zone a rischio esce il Friuli Venezia-Giulia ma Trento e Umbria si aggiungono a Bolzano. Quasi tutta l'Italia è zona rossa tranne la Val d'Aosta che è arancione. Nel resto d'Europa, il rosso scuro continua a colorare quasi tutta la Penisola iberica , il sud della Francia, le regioni slovene al confine con l'Italia, la Repubblica ceca e le aree limitrofe della Slovacchia, Lettonia ed Estonia, e la Svezia meridionale.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
15:37

L'Ungheria emette un passaporto per vaccinati covid

Anticipando tutti, il governo ungherese ha deciso di emettere un documento che certifica l'immunità da coronavirus per tutti coloro che sono stati vaccinati, che sono guariti dalla malattia o che possono provare la presenza di anticorpi nel sangue: lo ha reso noto il capo di Gabinetto del premier Viktor Orban, Gergely Gulyas, secondo quanto riporta il Guardian. Gulyas ha inoltre annunciato che il Paese dovrebbe ricevere 500mila dosi del vaccino anti Covid cinese Sinopharm la settimana prossima e prevede di iniziare a breve le vaccinazioni con questo prodotto.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
15:26

Arcuri: "Dosi sufficienti per vaccinare tutte le Forze armate e le Forze di polizia"

"A breve, grazie alle approvazioni dei vaccini da parte delle agenzie europea e nazionale di regolazione dei vaccini (Ema e Aifa), saranno disponibili quantità di dosi sufficienti per iniziare il percorso di vaccinazione per tutte le Forze armate e le Forze di polizia italiane". Cosi' il commissario straordinario per l'emergenza Covid, Domenico Arcuri, in una lettera indirizzata ai ministri, contenuta nel piano nazionale di vaccinazione per le Forze armate e forze di polizia. Si procederà a una vaccinazione "del personale appartenente alle categorie sopra indicate tramite accordi tra i Corpi interessati e le strutture regionali attualmente coinvolte nel processo di vaccinazione, che hanno predisposto oltre 2.000 centri di somministrazione sul territorio, attivato un sistema di prenotazione e sono connessi al sistema informativo necessario al trattamento dei relativi dati", si legge nel documento firmato da Arcuri.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
14:23

Proroga allo stop degli spostamenti tra regioni, la richiesta delle Regioni al Governo

Le Regioni chiedono al governo la proroga dello stop agli spostamenti tra regioni, lo ha fatto sapere il Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. "L'orientamento della Conferenza delle Regioni è di richiedere di prorogare il Dl che vieta gli spostamenti da una Regione all'altra, anche per la zona gialla. Nelle prossime ore comunicherò tale orientamento al ministro Francesco Boccia che aveva chiesto il nostro parere nel corso dell'ultima Conferenza Stato Regioni, oltre che al Presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi" ha spiegato Bonaccini a margine della Conferenza delle Regioni.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
14:16

Bassetti: "Variante covid inglese troppo diffusa in Italia, non si può più contenere"

"La Variante covid inglese è già molto diffusa e difficile da contenere, ora è meglio rivolgere l’attenzione a quella africana e brasiliana", lo sostiene Matteo Bassetti, responsabile di Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova. "I casi di Covid-19 sono in calo da 4 settimane in tutta Europa. Anche la situazione italiana è in miglioramento per la maggioranza delle regioni. Le varianti devono essere studiate in tutti i laboratori, ma credo che quella inglese sia già molto diffusa in tutta Italia e difficile da contenere. Meglio rivolgere un’attenzione particolare a quella africana e a quella brasiliana" ha scritto Basseti su Facebook, aggiungendo:  "Non va tutto male, ma occorre essere molto prudenti. Gli italiani nelle ultime settimane si sono comportati nella maggioranza dei casi molto bene.Bisogna sottolinearlo e ringraziarli per questo".

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
14:01

Esperti Lancet: Usa avrebbero potuto evitare 40% morti covid

Gli Stati Uniti avrebbero potuto evitare il 40% delle vittime per Covid-19 se la gestione della pandemia fosse avvenuta in maniera diversa da quella messa in campo dall’amministrazione di Donald Trump, è quanto sostiene uno studio pubblicato da Lancet e condotto da una commissione di esperti nominata dalla stessa rivista scientifica per valutare la politica sanitaria di Donald Trump durante l’emergenza sanitaria. Secondo il team di esperti gli Usa avrebbero potuto tranquillamente avere tassi di mortalità corrispondenti a quelli di altri paesi del G7 ad alto reddito come Canada, Francia, Germania e Italia se avessero applicato politiche sanitarie più favorevoli a un'infrastruttura sanitaria pubblica.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
13:44

Terza ondata covid in Grecia, per Atene nuovo lockdown

Nuova ondata covid in Grecia e per Atene e tutta la regione dell’Attica fino a fine febbraio entra in vigore un nuovo lockdown rigido, come annunciato dal Primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis. “Fino al 28 febbraio saranno aumentate le misure restrittive, resteranno chiusi tutti gli esercizi commerciali non essenziali e le lezioni si svolgeranno a distanza, ha sottolineato il Premier greco Mitsotakis, aggiungendo: “L'esperienza della prima ondata della pandemia, così come il lockdown dopo e vacanze di Natale, hanno dimostrato che più velocemente vengono attuate le restrizioni prima possono essere revocate”. L'aumento dei ricoverati nei repartiCovid sta preoccupando il governo.  Secondo i dati diffusi dal ministro della Salute Vassilis Kikilias nell'area metropolitana della capitale il 71% dei letti in terapia intensiva sono al momento occupati. Per gli esperti il Paese sta affrontando la terza ondata.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
13:30

Gli anticorpi indotti dai coronavirus del raffreddore non proteggono dalla COVID, lo studio

Gli anticorpi indotti dai coronavirus del raffreddore non proteggono dalla COVID-19, lo ha spigato uno studio condotto da un team di ricerca dell’Università Statale della Pennsylvania. Analizzando campioni di sangue estratti prima della pandemia e mettendoli a confronto con quelli di pazienti COVID, il team di ricerca dell’Università Statale della Pennsylvania ha dimostrato che gli anticorpi indotti dai coronavirus del raffreddore, pur legandosi alla proteina proteina S o Spike del coronavirus SARS-CoV-2 non lo neutralizzano. In altri termini, non ci proteggono dall’infezione.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
13:20

Covid, accertato caso di variante covid inglese nel Senese

Accertato un caso di variante covid inglese nel Senese, lo ha annunciato il sindaco di Colle di Val d'Elsa. "Da oggi siamo stati informati dalla Asl che la ‘variante inglese' al Covid-19 è presente nella nostra città con un caso accertato. Il servizio della Asl preposto, con il quale siamo in contatto diretto, ha da subito intensificato il monitoraggio e la tracciatura dei contatti. Siamo in contatto anche con la Regione Toscana per valutare le opportune iniziative da prendere in modo sinergico" ha spiegato Alessandro Donati, aggiungendo: "È inutile negare che la ripresa delle attività permesse dalla zona gialla, la riapertura delle scuole e una minore percezione del rischio che stiamo vivendo nella pandemia, ha portato a questa terza impennata dei contagi a Colle. Non ci sono dubbi, dopo la zona rossa natalizia in cui i positivi erano scesi a 21, ora osserviamo un dato 5 volte di più alto. E non è solo questo: ci sono stati più decessi, più ricoveri e anche le nostre Rsa colpite"

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
13:07

Coronavirus Veneto, 708 contagi e 31 morti in 24 ore 

Sono 708 i contagi da coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore su 11415  tamponi molecolari e 19862 test antigenici rapidi. Sono invece 31 i decessi covid nell'ultima giornata. Sono i dati del bollettino di oggi  giovedì 11 febbraio sulla situazione  epidemica in Veneto. Nell'ultima giornata sono 1030 i guariti, calano i ricoveri covid ordinari che sono 1029 mentre sono stabili  quelli in terapia intensiva

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
12:43

Vaccini anti covid solo a Paesi ricchi, Oms: “Chi ha vaccinato i fragili dia dosi ai Paesi poveri”

L’allarme lanciato da Unicef e Organizzazione mondiale della sanità denunciando ancora una volta l’altissimo squilibrio tra paesi ricchi e poveri nell’accesso al vaccino anti covid. L’accaparramento dei vaccini “è strategia autolesionista che darà al virus ulteriore opportunità di mutare, eludere i vaccini e minacciare la ripresa economica globale”.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
12:28

Perché chi riceve il vaccino Covid può evitare la quarantena se entra in contatto con un positivo

Tra i vantaggi della vaccinazione, la possibilità di non dover più rispettare l’auto-isolamento è stata inserita tra le nuove raccomandazioni di salute pubblica dei CDC statunitensi: i vaccinati che entrano in contatto con un soggetto con Covid sospetto o confermato non sono più tenute a mettersi in quarantena se non sviluppano alcun sintomo della malattia. I vaccinati dovranno però soddisfare anche altri criteri, ovvero aver ricevuto l’ultima dose prevista dal regime vaccinale negli ultimi tre mesi e non sviluppare alcun sintomo di Covid-19 in seguito al contatto.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
12:12

Covid, nelle Marche 530 nuovi positivi in 24 ore

Sono 530 i nuovi positivi al coronavirus nelle Marche nelle ultime 24 ore su 6685 tamponi: 4527 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1913 nello screening con percorso Antigenico) e 2158 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari all'11,7%). Sono i dati forniti nel bollettino di oggi giovedì 11 febbraio dal Servizio Sanità della Regione Marche. Tra i novi positivi, 89 in provincia di Macerata, 242 in provincia di Ancona, 118 in provincia di Pesaro-Urbino, 28 in provincia di Fermo, 35 in provincia di Ascoli Piceno e 18 fuori regione. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 1913 test e sono stati riscontrati 143 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare).

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
12:02

Ricciardi: "Rischio esplosione varianti covid a marzo, bisogna monitorale bene"

"Non sappiamo esattamente dove e come si stanno diffondendo queste nuove varianti covid. Lo vediamo nel momento in cui emergono, come è successo in questo momento in Umbria, come è successo in focolai sporadici. La mia preoccupazione è che quello che è successo in Gran Bretagna, che ha visto emergere questa variante a settembre per poi esplodere a dicembre" da noi "possa succedere a marzo". Lo ha dichiarato Walter Ricciardi, consigliere del Ministro della Salute, ospite del Multistakeholder Forum di Poste Italiane. "Grazie alle misure che abbiamo applicato a dicembre abbiamo ottenuto una stabilizzazione, il numero dei casi non è sceso e non è aumentato, è stabile, ma ad un livello preoccupante per l'avvento di queste varianti, perché queste varianti noi non le monitoriamo adeguatamente", ha avvertito Ricciardi. Anche l'Oms avverte che anche se sono stati in calo i casi di Covid-19 registrati in tutta la regione europea nelle ultime 4 settimane, bisogna fare attenzione ai numerosi focolai che riguardano le varianti. "Il calo dei casi nasconde un numero crescente di focolai" e di diffusione nelle comunità di "preoccupanti varianti", il che significa che bisogna "evitare decisioni avventate", ha detto Hans Kluge, direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità Europa, nel consueto aggiornamento settimanale con la stampa sull'epidemia.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
11:48

"Per la Sicilia chiederemo zona gialla, i dati sono buoni", Musumeci ottimista

"Stiamo raccogliendo alcuni dati, per fortuna, confortanti: in Sicilia diminuisce il numero dei ricoveri anche in terapia intensiva, dei contagiati e abbiamo un Rt intorno allo 0,60, anche se ancora non ufficiale. Ho buoni motivi per pensare che col dato ufficiale di domani potremo chiedere al governo non solo l'introduzione della zona gialla, mi piacerebbe se il ministro ci autorizzasse a consentire ai ristoratori e a chi somministra cibo di potere tenere aperti i locali per questo fine settimana fino alle 22, in occasione della festa di San Valentino" così il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, in conferenza stampa si è detto ottimista sull'andamento epidemiologico in Sicilia.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
11:30

Covid, in Toscana 894 contagi in 24 ore: si va verso zona arancione da domenica

Continuano a crescere i casi covid in Toscana dove nelle ultime 24 ore si registrano 894 nuovi contagi su 19.422 test di cui 12.306 tamponi molecolari e 7.116 test rapidi,  con un tasso di nuovi positivi del 4,60% totale e del 7.26% sui molecolari (9,0% sulle prime diagnosi).. Una percentuale nettamente più alta rispetto a quella di ieri e che conferma il trend negativo. La Toscana da domenica infatti potrebbe andare in zona arancione dopo cinque settimane in zona gialla. I calcoli fatti dall’Agenzia regionale di Sanità non lasciano ormai margini di dubbio: l’Rt della Toscana sui dati della scorsa settimana è di 1,09, con un intervallo di confidenza che va da 1,04 a 1,15. "Dobbiamo tenere la massima attenzione, continuiamo a portare sempre la mascherina e restiamo responsabili" ha dichiarato il Governatore Giani.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
11:20

Supermercato, parrucchiere, scuola: quali sono i luoghi a più alto rischio Covid

Quali sono i luoghi a più alto rischio Covid, li hanno individuati i ricercatori dell’Università Tecnica di Berlino che hanno stimato il rischio di contrarre l’infezione rispettando le normali regole di igiene, distanziamento interpersonale, ricambio d’aria e uso delle mascherine. Secondo lo studio, per una seduta di due ore dal parrucchiere, indossando la mascherina, i ricercatori hanno stimato un valore di R pari a 0,6. Al contrario, fare fitness in palestra per un’ora, con ingressi limitati al 50% e senza mascherina, comporta un rischio di contagio di 3,4. In un ristorante, con posti a sedere dimezzati, il valore di R è di 2,3. Ipotizzando invece di andare in un cinema con limitazione dei posti del 30% e guardare un film di due ore senza obbligo di mascherina, il valore di R è di 1.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
11:00

Crollano i contagi tra operatori sanitari, Gimbe: "Probabile effetto vaccini anti covid"

Crollano i contagi da coronavirus tra gli operatori sanitari con un -64% nelle ultime 3 settimane, lo segnala la Fondazione Gimbe nel suo ultimo monitoraggio sulla situazione epidemica in Italiasegnalando che il numero potrebbe essere il primo effetto dei vaccini anti covid. "Buone notizie sull'efficacia del Vaccino Anti Covid, Nelle ultime 3 settimane -64% di operatori sanitari contagiati, visto che i nuovi casi nella popolazione generale sono stabili da 3 settimane e si presuppone che le modalità di screening periodico degli operatori sanitari non siano state modificate" ha scritto il presidente Gimbe Nino Cartabellotta. Il monitoraggio della Fondazione Gimbe, che prende in esame la settimana che va dal 3 al 9 febbraio, infatti evidenzia la stabilizzazione dei nuovi casi a livello nazionale, anche se destano preoccupazione l'inversione di tendenza in metà delle regioni e l'incremento percentuale dei nuovi casi che supera il 5% in 17 province.  Dal monitoraggio emerge "un'Italia ‘in giallo' inadeguata a prevenire impennate da varianti e saturazione degli ospedali. E il governo Draghi è chiamato a decisioni cruciali e tempestive su vaccini e strategie di contenimento della pandemia" si legge nel rapporto.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
10:45

Nelle regioni gialle ok alle cene al ristorante: le parole di Sileri

"Un'apertura serale dei ristoranti secondo me è possibile nelle aree gialle, mentre serve ancora cautela sugli spostamenti tra regioni" a dirlo è il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri (M5S), intervenuto ai microfoni della trasmissione "L'Italia s'è desta"su Radio Cusano Campus. "Una volta che si fa il vaccino non cambia nulla rispetto a prima, perché nei giorni immediatamente successivi al vaccino non si ha un'immunità, quindi si devono mettere in atto le stesse precauzioni di prima. Anche discutere di patentino per la vaccinazione è prematuro. Il soggetto vaccinato deve rispettare le precauzioni che rispettano gli altri. Potremo avere un liberi tutti quando le varianti circoleranno meno, quando gran parte della popolazione sarà vaccinata, in mezzo ci sono tante tonalità di grigio, man mano che si va avanti con la vaccinazione devono esserci riaperture, sempre pronti a fare passi indietro laddove ci fossero problemi a livello locale come sta accadendo in Umbria".

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
10:33

Cosa sappiamo sulla variante inglese tra i bambini e nelle scuole

Nelle ultime settimane sono aumentati i casi di Coronavirus tra i bambini e in ambito scolastico, spesso collegati alla circolazione della variante inglese del Covid-19. Anche se non ci sono ancora prove e conferme ufficiali, è un dato di fatto che in molte regioni, soprattutto dell’Italia centrale, si sia tornati alla didattica a distanza per fermare la trasmissione del contagio, avvenuta tra studenti e personale. Il virologo Burioni: “Attenzione alle scuole con questa nuova mutazione molto più contagiosa”.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
10:16

Aumentano i decessi covid in Giappone: record di 121 morti in un giorno, si parte col vaccino

Il Giappone ha registrato il più alto numero di morti in un giorno per la pandemia, con 121 persone decedute a causa del Covid-19 in 24 ore. Il numero riportato dal ministero della Salute giapponese ha portato il bilancio totale delle vittime della pandemia nel Paese a 6.678. Sebbene i casi di coronavirus siano rimasti relativamente bassi in Giappone lo scorso anno, rispetto a Europa e Stati Uniti, le infezioni sono aumentate di recente. Il Giappone non ha avviato nemmeno le vaccinazioni contro il coronavirus, le prime dosi agli operatori sanitari saranno somministrate questo mese. Il Paese inoltre non ha mai rispettato un lockdown, ma ora è in vigore uno stato di emergenza sostenuto dal governo per Tokyo e altre aree urbane, in cui le persone sono esortate a rimanere a casa e i ristoranti a chiudere la notte.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
10:00

Verso proroga blocco spostamenti tra Regioni, ma spunta ipotesi ok a mobilità tra zone sicure

Sempre più probabile la proroga del blocco agli spostamenti tra regioni fino al 5 marzo. Resta da capire se sarà il governo uscente a emanare in extremis un nuovo provvedimento, o se sarà il primo atto del governo Draghi. Villani (Cts): “Con i dati attuali sarebbe pensabile una apertura tra regioni sicure, ma è tutto molto complesso, in primis bisogna disciplinare i comportamenti dei singoli. Aperture o non aperture, vaccinazioni o no, ricordiamoci tutti di usare  sempre le precauzioni: mascherine, distanze e lavaggio delle mani".

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
09:36

AstraZeneca raddoppia l’utile del 2020 a 3,2 miliardi di dollari

AstraZeneca raddoppia l’utile a 3,2 miliardi di dollari nell'anno della pandemia mondiale che ha visto la società come protagonista nello sviluppo di uno dei vaccini anti covid più attesi, quello sviluppato con l'università di Oxford. Il gruppo farmaceutico Astrazeneca ha chiuso i conti del 2020 con un utile netto più che raddoppiato a 3,2 miliardi di dollari e vendite in crescita del 9% a 26,6 miliardi di dollari per l'intero anno e a 7,41 miliardi nell'ultimo trimestre dell'anno. Il gruppo ha detto che prevede che i ricavi del 2021 aumenteranno con una crescita ancora più rapida.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
09:14

Covid, Sileri: "Man mano che si va avanti con la vaccinazione devono esserci riaperture"

"Le cellule Monoclonali sono un ‘arma in più che però merita ancora della ricerca per poter delimitare l’appropriatezza dell’utilizzo" lo ha spiegato viceministro della Salute Pierpaolo Sileri ai microfoni di Radio Cusano Campus. "Si tratta di cure sperimentali, molto efficaci, ma in pazienti selezionati. Vi è stato sicuramente un ritardo che è stato poi recuperato, ma attenzione perché questa terapia è ancora sperimentale, va capito soprattutto su quali pazienti utilizzarla" ha sottolineato il rappresentante del governo, aggiungendo: "L’importante è essere in partita, avere a disposizione questa terapia e finanziare questa ricerca, l’Italia su questo c’è”. Parlando di vaccino Sileri ha precisato che "Una volta che hai fatto il vaccino non cambia nulla rispetto a prima, perché nei giorni immediatamente successivi al vaccino non hai un'immunità, quindi devi mettere in atto le stesse precauzioni di prima.  Il soggetto vaccinato deve rispettare le precauzioni che rispettano gli altri". "Potremo avere un ‘liberi tutti' quando le varianti circoleranno meno quando gran parte della popolazione sarà  vaccinata, in mezzo ci sono tante tonalità di grigio. Man mano che si va avanti con la vaccinazione devono esserci riaperture, sempre pronti a fare passi indietro laddove ci fossero problemi a livello locale come sta accadendo in Umbria" ha concluso Sileri.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
08:57

Le scoperte dell'Oms a Wuhan sull’origine della pandemia di Covid-19

Cosa ha scoperto il team di esperti dell’Oms in missione in Cina alla ricerca delle origini della pandemia di Covid-19? Molte domande restano ancora senza risposta al termine delle analisi durate quattro settimane e partite da Wuhan, primo focolaio mondiale dell’epidemia di Coronavirus. Di certo, ha avuto origine animale, anche se non si sa quale, e non è fuoriuscito da alcun laboratorio. Eccole conclusioni a cui sono giunti gli esperti Dell’Organizzazione mondiale della Sanità.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
08:43

Puglia da oggi in zona gialla, Lopalco: "Resta massima allerta per varianti covid che stanno girando nelle scuole"

Da oggi la Puglia torna in zona gialla dopo la rettifica dei dati inviati all'Iss che ha permesso una diversa valutazione delle situazioni epidemiologica locale. "Resteremo però in allerta per le varianti covid, in particolare per quella inglese che sta girando nelle scuole" ha avvertito l'assessore regionale alla Sanità ed epidemiologo Pierluigi Lopalco. "Il problema che sfugge a molti è che la zona gialla non è un premio, così come la zona arancione non è una punizione. Qui piuttosto si tratta di capire qual è il rischio di ripresa della terza ondata e non nascondo che io di questa classificazione resto preoccupato" ha spiegato l'assessore a Repubblica, concludendo: "Ci tengo a ribadire che la zona gialla non vuol dire piazze piene. Gli assembramenti continuano a essere vietati. Speriamo che i cittadini lo capiscano e che ci sia un minimo livello di controllo.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
08:24

In Usa la California supera lo stato di  New York per decessi Covid

La California è da oggi lo Stato americano con il maggior numero di morti provocati dal coronavirus. Secondo i conteggi della Johns Hopkins University, il bilancio complessivo dei decessi da Covid-19 del ‘Golden State' è salito a quota 45.351 superando così lo Stato di New York (45.312), che fino ad ora deteneva questo triste record. La California aveva visto un'impennata dei contagi lo scorso autunno, passando da un totale di un milione di novembre agli oltre tre milioni di metà gennaio. Il terzo Stato Usa con più morti è il Texas  con 40.148 vittime covid.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
08:12

Quali regioni potrebbero diventare zona arancione o zona rossa

Attesa per il cambio di colore delle Regioni dopo il nuovo monitoraggio Iss di domani sulla situazione epidemiologica in Italia. Gli occhi sono puntati sull’Umbria, che potrebbe diventare tutta zona rossa, ma a rischio sono anche Molise, Abruzzo, Toscana e Campania che dopo l’impennata di contagi dell’ultima settimana potrebbero passare dalla zona gialla a quella arancione. Resteranno anche le zone rosse locali che al momento coinvolgono 50 comuni della Provincia di Perugia e 6 di quella di Terni, e in altri 27 del Molise, dove è stata registrata una impennata di nuovi contagi collegati alla circolazione delle varianti del virus.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
08:07

In Usa 3.219 decessi covid in 24 ore, ora i vaccinati possono evitare la quarantena

Gli Usa fanno registrare ulteriori 93.166 casi e 3.219 decessi covid in 24 ore che portano il bilancio complessivo dei contagi dall'inizio della pandemia a quota 27.285.621 e quello dei morti a quota 471.422. Il paese più colpito dalla pandemia in numeri assoluti punta tutto sul vaccino: Finora sono state distribuite almeno 65.972.575 dosi di vaccini ed almeno 44.769.970 sono state somministrate. Le persone che sono state "pienamente vaccinate" contro il coronavirus (ossia che hanno ricevuto le due dosi del vaccino Pfizer o Moderna) possono evitre la quarantena prevista in caso di contatto con un positivo. Lo ha chiarito il Cdc, centro di controllo e prevenzione delle malattie degli Stati Uniti. Specificando però che questo non significa che i vaccinati possono smettere di adottare le precauzioni stabilite.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
07:58

In Italia somministrate 2.770.302 di dosi di vaccino anti covid: da oggi via all'antidoto Astrazeneca

In Italia somministrate 2.770.302 di dosi di vaccino anti covid menetre sono 1.241.015 le persone totalmente vaccinate che hanno ricevuto anche la seconda dose. È quanto emerge dai dati nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 7 di oggi giovedì 11 febbraio. Si tratta del 95.8% del totale delle dosi consegnate (2.891.550, di cui 2.778.750 Pfizer/BioNTech e 112.800 Moderna). Nel dettaglio, le dosi sono state somministrate a 1.925.496 operatori sanitari, 503.881 unità di personale non sanitario, 297.078 ospiti di strutture residenziali e 43.847 over 80. Da oggi però parte anche la somministrazione  del  vaccino Astrazeneca, ma solo in alcune regioni e solo per persone under 55. Le prime a partire sono la Toscana e il Piemonte, con forze dell’ordine e polizia municipale, e il Lazio, dove però le dosi saranno destinate a concludere la vaccinazione dei medici liberi professionisti e degli altri professionisti sanitari under 55 anni.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
07:46

In Brasile focolaio covid alla Camera dopo un party tra deputati e ministri

Polemiche in Brasile dopo la scoperta di un focolaio covid tra deputati e ministri dopo un party.  Il contagio è stato registrato una settimana dopo che i parlamentari si sono riuniti per l’elezione del presidente della Camera, Arthur Lima, sostenuto dal presidente Jair Bolsonaro e molti di loro, circa 300, hanno festeggiato poi in una villa sul Lago Sul di Brasilia, quasi tutti senza la mascherina, secondo la stampa locale. almeno 19 di loro sono stati contagiati. Nelle ultime 24 ore, il Brasile ha registrato 1.330 decessi legati al Covid-19 e 59.602 contagi. Dall’inizio della pandemia, le vittime sono 234.850 a fronte di 9.659.167 casi ufficiali.

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
07:39

In Germania 10.237 nuovi contagi e 666 morti covid, Merkel: "Dati migliorano"

Il numero di casi di coronavirus  in Germania è aumentato ieri di ulteriori 10.237 unità attestandosi a 2.310.233. Il bilancio delle vittime invece è aumentato di 666 unità a 63.635, Sono i dati del Robert Koch Institute che fanno ben sperare il governo tedesco che però ha deciso di prolungare ulteriormente il blocco covid nel Paese fino a marzo.  La cancelliere Angela Merkel ha affermato che il numero di nuove infezioni da Covid-19 nella principale economia europea è in calo dopo oltre due mesi di scuole e negozi chiusi ma ha invitato i tedeschi a essere pazienti mentre crescono i timori sulle varianti covid  più contagiose come quella inglese e sudafricana

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
07:34

In Ue superato il mezzo milione di morti covid

In Unione europea superato il mezzo milione di morti covid. Ad oggi sono stati registrati 501.531 decessi dovuti al coronavirus sui quasi 20.550.000. Negli ultimi giorni, comunque, il trend sembra migliorare. Nella settimana dal 3 al 9 febbraio sono stati registrati in media 103.250 nuovi casi di Covid-19 ogni giorno nei 27 Stati membri, ovvero il 16% in meno rispetto ai sette giorni precedenti. I decessi registrati in media ogni giorno sono stati 3.137 (-7%).

A cura di Antonio Palma
11 Febbraio
07:28

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-10 di oggi, giovedì 11 febbraio

Le ultime notizie sull'emergenza Coronavirus in Italia e nel mondo. Nel nostro Paese nelle ultime 24 ore sono stati registrati 12.956 nuovi casi di Coronavirus su un totale di 310.994 test effettuati, tra antigenici e tamponi molecolari. È quanto emerge dal bollettino di ieri diffuso dal ministero della salute. Dall’inizio dell'emergenza sanitaria di Covid-19 nel nostro Paese i contagi sono dunque 2.668.266. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 336 morti per Covid  per un totale di 92.338 decessi dall’inizio dell’emergenza sanitaria. I guariti salgono a 2.165.817 (+16.467 ). I casi attualmente positivi sono 410.111 (-3.856), di cui 19.280 ospedalizzati con sintomi, mentre i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono  2.128. La regione con il più alto numero di infezioni giornaliero è la Lombardia. Ecco, di seguito, il dettaglio regione per regione:

Lombardia: +1.849

Veneto: +828

Piemonte: +669

Campania: +1.635

Emilia Romagna: +930

Lazio: +1.027

Toscana: +671

Sicilia: +695

Puglia: +1.063

Liguria: +364

Friuli Venezia Giulia: +361

Marche: +421

Abruzzo: +314

Sardegna: +161

P.A. Bolzano: +789

Umbria: +415

Calabria: +214

P.A. Trento: +305

Basilicata: +94

Molise: +144

Valle d'Aosta: +7

Via oggi in Italia alle somministrazioni del vaccino anti-Covid AstraZeneca riservato però solo alle persone dai 18 ai 55 anni. In tutte le Regioni italiane le dosi son già arrivate e saranno somministrate alla popolazione tra i 18 e i 55 anni. "Potremo iniziare a proteggere chi lavora nelle scuole, nelle università, le forze dell'ordine e le altre categorie esposte" ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza.  Le Regioni hanno chiesto al ministro della Salute, Roberto Speranza, l'attivazione di un tavolo tecnico per "sgomberare il campo dalle incertezze che stanno creando difficoltà all'andamento della campagna vaccinale contro il Covid 19". Da oggi Italia ancora più gialla con la Puglia che lascia la zona arancione ma è allarme per le varianti covid che ha spinto gli enti locali a varare zone rosse locali. A preoccupare la situazione in Umbria ma anche in Abruzzo e in Molise dove sono 27 i comuni in zona rossa. Attesa per il nuovo monitoraggio dell’Iss che domani potrebbe cambiare ancora colore per alcune regioni.

Nel mondo sono oltre 107 milioni i contagi e 2,3 milioni i morti covid. In Ue superato il mezzo milione di morti covid. La Germania prolungherà il blocco covid almeno fino al 7 marzodopo aver fatto registrare ulteriori 666 morti Il Messico approva i sieri cinesi CanSino e CoronaVac. In Brasile 1.330 morti e 59 mila contagi in 24 ore

A cura di Antonio Palma
444 CONDIVISIONI
28223 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni